Dopo aver parlato di Hotmail, oggi tocca ad un altro approfondimento. In un mondo dove la telefonia ormai la fa da padrone è difficile rimanere fuori dal ‘mondo virtuale’ della navigazione in rete. Che siamo a casa, in ufficio o in giro per strada prendiamo tra le mani sistematicamente e continuamente il nostro smartphone per le funzionalità più disparate: c’è chi controlla la mail per lavoro o per studio, c’è chi gioca da solo o contro altri, c’è chi accede su internet e chi ascolta ininterrottamente musica grazie a diverse applicazioni dedicate alla musica. 

In pochi, però, soprattutto quando parliamo di fasce di età più giovani, sanno o riescono comunque a comprendere quella che era la navigazione di un tempo: anche il semplice scambio di una fotografia (di qualità comunque discutibile con dimensioni non superiori ai 3kb) venivano mandate tramite MMS ovvero il Multimedia Message Service e di difficoltà se ne incontravano oggettivamente tante: molti
ricorderanno quanto erano problematiche le impostazioni inerenti agli APN, ovvero gli Access Point Network, che ci permettevano di usufruire di tali servizi.
Ad oggi il mondo si è ribaltato e di compagnie telefoniche di assoluto valore ce ne sono tante: una di queste è Iliad, effigie delle telecomunicazioni in terra francese, che dal 2016 opera anche in Italia. Ma se dovessimo impostare gli APN Iliad come dovremmo comportarci?

Cos’è Iliad

Come detto Iliad è una compagnia telefonica arrivata in Italia solo di recente ma che in realtà opera in Francia (e non solo) da tantissimi anni. La sede fisica della compagnia è ovviamente a Parigi e nel mondo si contano milioni su milioni di persone che affidano le proprie comunicazioni via etere a loro.
Perché tanto successo? Sicuramente una bella fetta di torta va ricondotta alle favorevolissime condizioni che vengono offerte ai clienti: 30GB, 50GB o 100 GB a prezzi irrisori con annessi minuti ed sms illimitati: cosa chiedere, oggettivamente, di più?
Oltre a questo, comunque, va riconosciuta l’assoluta qualità e copertura che Iliad offre nel nostro paese: il 99,99% del territorio è ormai coperto con la linea 4G+ o 4G e sono pochissime le zone dove si scende al 3G o al 2G.
E se non siete sicuri che la vostra zona sia ‘coperta’ a sufficienza potete tranquillamente accedere al sito internet della compagnia per vedere la mappa dell’Italia per filo e per segno.

Impostare gli APN

APN Iliad

Come detto gli APN Iliad fanno da tramite tra il nostro smartphone e il mondo del web. Ormai, e questo va sottolineato, quasi tutti i dispositivi effettuano una configurazione automatica degli stessi. Ma se ciò non dovesse accadere come dobbiamo comportarci?
Ecco di seguito i procedimenti da svolgere per gli APN Iliad sia per possessori di Samsung che di Huawei che dispongono di Android come sistema operativo.

Configurazione APN Iliad Samsung:

  • Accedere al menu Impostazioni
  • Cliccare dunque su Altre impostazioni
  • Cliccare ora su Reti mobili
  • Cliccare su Connessione dati
  • E infine flaggare quest’ultimo campo.

Configurazione APN Iliad Huawei:

  • Accedere al menu Impostazioni
  • Cliccare su Wireless e reti
  • Cliccare su Rete mobile
  • Cliccare su Dati mobili
  • Quindi cliccare e impostare Blu.

Fatto tutto questo e ora possibile inserire i nostri APN Iliad indipendentemente dal modello di smartphone utilizzato:

  • APN Iliad
  • Nome Utente: vuoto
  • Password: vuoto
  • MMSC: http://mms.iliad.it
  • MCC: lasciare il valore predefinito o inserire 222 o 208
  • MNC: lasciare il valore predefinito o inserire 50 o 15.

A prescindere da quanto abbiamo detto, se proprio non avete dimestichezza con le nuove APN Iliad, potete recarvi presso un centro Iliad qualsiasi vicino casa vostra oppure, se lo preferite, potete chiamare il servizio clienti della stessa compagnia telefonica che vi guiderà passo dopo passo nella configurazione degli APN Iliad del vostro cellulare. Buona navigazione.

Come attivare l’Hotspot Iliad

Prima di occuparci del caso specifico di Iliad è importante, se non necessario, capire cosa sia l’Hotspot e perché oggi risulti tanto importante.
Il temine hotspot Wi-Fi viene utilizzato per riferirsi alle configurazioni che permettono di realizzare un punto di accesso wireless collegato alla rete.

Impostare un hotspot sul proprio dispositivo mobile è più semplice di quanto si possa pensare e sarà proprio questo a permettervi di condividere la connessione internet con i vostri amici qualora ce ne fosse bisogno, oppure immaginate di essere in viaggio e di voler guardare un film su un altro dispositivo come il tablet o il pc, l’hotspot vi permette di farlo e quindi di rendere più semplice la visione o in linea generale fare qualsiasi cosa richieda uno schermo diverso da quello del proprio cellulare.

In termini molto semplicistici, l’hotspot così creato trasforma il vostro Smartphone in un router WiFI, esso appare infatti agli altri dispositivi come una normale rete wireless con il proprio SSID, quello che dovrete fare è assicurarvi che la vostra offerta mobile sia in grado di gestire senza costi aggiuntivi le richieste provenienti dagli altri dispositivi collegati.
Se siete utenti Iliad ed avete già provveduto ad attivare la vostra SIM, magari volete comprendere come condividere la connessione dati prevista sul piano tramite la funzione hotspot, ormai molto utile per non usufruirne.

Quello che faremo qui è quello di cercare di spiegarvi come trasformare  un dispositivo Android o un iPhone, o qualunque altro dispositivo in un hotspot. In realtà, è più semplice di quanto si possa pensare. Quello che dovrete fare è accedere alle impostazioni del vostro device, assicurarsi di aver configurato i parametri di connessione corretti ed abilitare la funzione hotspot

Nel caso specifico di Iliad, la funzione è totalmente gratuita e la prima cosa da fare è assicurarsi di avere la connessione dati attiva, mentre la seconda è controllare che i parametri per la configurazione di Internet siano corretti. Se utilizzate un Android allora dovrete attivare la connessione dati Iliad dalle impostazioni, selezionare la voce relativa alle connessione e spostare su On la levetta con la dicitura “connessione dati”. 

A questo punto dalle impostazioni arrivate alle reti mobili, selezionate la voce “nomi punti di accesso” e selezionate la voce Nuovo APN e verificate che i dati siano corretti, salvate gli APN Iliad ed il gioco è fatto!

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Mail Aruba sul client di posta elettronica: come configurarla

adsl big

Aruba è tra i principali servizi di mailing in Italia che offre anche la possibilità di creare un account di posta elettronica certificata (PEC) a basso costo. Una delle cose più comode dell’e-mail è quella di poter configurare un account client per poter scaricare e conservare la posta elettronica e consultarla con agio anche offline. Tra i principali client di posta elettronica si ricorda Windows Outlook, per cui in questa guida vedremo come configurare Outlook per Aruba, ma anche per gli altri principali client (Thunderbird, su smartphone e tablet).

Mail di Vodafone? Ecco le impostazioni per una corretta configurazione

mail vodafone

Le email e quindi la posta elettronica, negli ultimi anni, rappresentano uno dei metodi più veloci per scambiarsi informazioni, documenti o anche allegati di qualsiasi genere, da quelli di natura professionale a quelli personali, tra individui o soggetti vari, pubblici o privati che siano. Una tecnologia che si è diffusa ed ampliata man mano che progrediva l'uso dei computer e soprattutto di internet e che ha facilitato considerevolmente tanti aspetti delle attività umane.

Go internet: copertura e offerte del provider eugubino

Immagine presente nell'articolo Go internet: copertura e offerte del provider eugubino

Go Internet è un provider di servizi di telefonia e internet di Gubbio. L’azienda viene fondata nel 2011 e si ritaglia un mercato specifico nel centro Italia fornendo esclusivamente servizi tramite infrastrutture di rete fibra (in particolare FTTH – Fiber To the Home) e tecnologie LTE e Wimax in base alle zone di attivazione o da cablare. L’operatore non contempla tra i suoi servizi offerte ADSL.

Pokemon Trading Card Game: scopri il deck avversario

Pokemon Trading Card Game

Il Pokemon Trading Card Game è un gioco di carte da collezione Pokemon che si ispira alla serie di videogiochi dei Pokemon, ideati in Giappone nel 1996 e con ampio seguito negli Stati Uniti. La casa produttrice originaria era la Wizard of the Coast ceduta nel 2003 alla Nintendo che attualmente produce sia i videogiochi che le carte e si occupa della gestione dei tornei in Italia e nel mondo.

Disattivare Google Pay: dissocia la tua carta da ogni piattaforma online

In questi ultimi anni, sta diventando sempre piú diffuso e comune fare acquisti, sia online che in negozio, utilizzando una propria carta di credito o di debito, senza pagare con denaro contante. Tale modalitá di pagamento risulta essere pratico e spesso conveniente e si è diffuso soprattutto con lo sviluppo sempre piú ampio di internet e degli acquisti online appunto. Difatti, bastano pochi click su un computer per comprare qualsiasi cosa da un negozio virtuale e vederselo recapitare dopo alcuni giorni.

Videocitofono wifi e video campanello: guida alla scelta

 Videocitofono wifi

Il videocitofono è un valido strumento, utile e comodo per vedere chi ha suonato alla nostra casa e non avere brutte sorprese dietro la porta; chi vive in una casa indipendente ne può trarre tutti i vantaggi, mentre chi vive in un contesto condominiale può montare il videocitofono nel caso in cui è stato unanimemente deliberato in un’assemblea condominiale. Tuttavia nulla vieta di montare anche in un contesto condominale – previa autorizzazione - un videocitofono wifi che occupa poco spazio ed è esteticamente discreto. Oltre al videocitofono wifi esistono anche i campanelli wi-fi, ma vediamo in cosa consistono, come funzionano e come sceglierli. 

I più condivisi

Vocabolario di Latino online, uno strumento davvero utile

dizionario-latino-online.png

Può capitare qualche volta di dover tradurre una porzione di versione di Latino oppure una semplice frase, ma non avere la preparazione scolastica di base adeguata oppure il tempo necessario per fare tutto questo. In tal caso, ancora una volta, internet e la sua tecnologia possono dare un aiuto importante, grazie all’uso di un dizionario di Latino online. Infatti, come vedremo, di questo genere di vocabolari ne esistono di varie tipologie e la maggior parte di semplicissimo utilizzo.

Convertitore mp3 online, ecco di cosa si tratta

convertitore-mp3-online.png

Alcune persone amano sentire della musica in alcuni momenti della giornata, soprattutto quando ci si trova sui mezzi pubblici o ci si rilassa durante una passeggiata, attraverso vari dispositivi elettronici. E per potervi inserire dei brani musicali, magari scaricati dal web, si necessita di un convertitore mp3 online, che consenta di convertirli appunto in una modalità facilmente leggibile da qualsiasi sistema elettronico e così poterli ascoltare ovunque ci si trovi e quando si desidera.

Speed Test ADSL Alice: ecco come fare

Se ci sono problemi tecnici sulla linea ADSL Telecom (Tim) o si desidera sottoscrivere un piano ADSL Alice ma non si è sicuri che la propria zona di residenza sia coperta dal servizio, è possibile effettuare un test di misurazione della velocità di rete, ovvero uno speed test ADSL Alice. Il test si può fare in completa autonomia e tramite alcuni diversi strumenti anche online senza la necessità di scaricare alcun software specifico o installare programmi aggiuntivi. Prima di avviare la misurazione occorre accertarsi che sul PC non siano in funzione software, cosiddetti P2P, ovvero gli uTorrent oppure eMule, che tendono a rallentare molto l’esperienza di navigazione, così come è bene assicurarsi che non vi siano altri dispositivi collegati che stiano in fase di download o upload perché questo potrebbe ovviamente falsificare i risultati.

Speed test ADSL Telecom: misura la velocità della tua connessione

Capita a volte che per cause diverse si possano verificare dei rallentamenti nella connessione di rete. Vi sono degli strumenti digitali e online che permettono di misurare lo stato e la velocità di connessione. In particolar modo se possiedi una connessione ADSL o fibra di (ex)-Telecom – oggi TIM - si può effettuare uno speed test dell’ADSL Telecom. I misuratori di velocità online sono facili da utilizzare e in pochi secondi e gratuitamente forniscono un dato certo e affidabile sulla velocità di connessione in download e upload che si tratti della linea domestica o dell’ufficio. Capire la performance della propria rete di navigazione internet può semplicemente servire per soddisfare una curiosità oppure essere un valido strumento per valutare l’opportunità di cambiare gestore di rete o internet provider.