Se state per attivare una nuova offerta per vostra la linea internet di casa oppure se state passando ad un altro operatore avrete sicuramente bisogno di informazioni sul modem ADSL o sul router. Anche se, ormai, in molti casi gli stessi operatori telefonici offrono già il modem router in comodato d’uso a volte può essere maggiormente conveniente acquistare indipendentemente questo dispositivo.

A fare la differenza, però, non è soltanto il prezzo, infatti, quello che conta veramente sono le caratteristiche tecniche di un router da far combaciare con le proprie esigenze. Quindi, avere un ottimo modem o un perfetto oppure, al contrario, sceglierne un modello di bassa qualità può influire tanto sulle prestazioni della linea. Cerchiamo però prima di capire cos’è esattamente un router e che differenze ci sono con il modem.

Molto spesso il router si trova già in abbinamento al modem in un solo apparato di rete e, in questo caso, viene detto "modem-router". Sostanzialmente il router è un dispositivo che si può utilizzare indipendentemente se esiste, o meno, una connessione ad Internet. Di solito è dotato sia di porte tipo Ethernet che di connettività Wi-Fi ma esistono anche dei router usb che permettono, comunque, la condivisione della medesima connessione a più dispositivi informatici come ad esempio computer, smartphone, smartwatch, tablet o altri device. Dunque, un router è capace di gestire tutta una serie di protocolli indispensabili per la creazione della rete informatica, garantendo contemporaneamente che tutti i dispositivi che sono connessi riescano a comunicare tra loro in modo efficiente, facendo quindi si che i pacchetti dati arrivino nel giusto ordine al corretto destinatario.

Cosa fanno esattamente questi dispositivi elettronici

Se un normale modem si può paragonare ad un traduttore simultaneo, allora il router può essere tranquillamente paragonato ad un addetto allo smistamento della posta. Il router, infatti va ad operare sul terzo livello del modello ISO/OSI. Esso si occupa di gestire i pacchetti dati in arrivo oppure in uscita da uno, ma anche da più, nodi di una specifica rete informatica, che sia essa locale come ad esempio una LAN o che essa sia estesa geograficamente come, appunto, Internet. Inoltre, al suo interno, sono archiviate tutte le routing table, cioè le tabelle di indirizzamento, le quali permettono ai pacchetti che si trovano in transito di conoscere opportunamente la topografia della rete e scegliere così il percorso più veloce per raggiungere in breve tempo la destinazione a loro assegnata. Fra l’altro, i router, consentono di mettere in contatto ed in comunicazione due o più sottoreti e garantendo, al contempo, l'interoperabilità di un sistema a livello dell’indirizzamento dei pacchetti dati.

In cosa differiscono fra loro modem e router

Una volta che abbiamo compreso a che cosa servono i modem e i router, è molto più semplice comprendere quali sono precisamente le differenze che intercorrono fra questi due apparati di rete.

Prima di ogni cosa, se ci si trova con la necessità di connettersi alla rete di Internet è indispensabile acquistare un dispositivo modem: infatti, senza questo specifico dispositivo, tutti i pacchetti dati in uscita dal nostro computer non avrebbero la possibilità di essere tradotti in quel segnale elettromagnetico che ha lo scopo di viaggiare attraverso linee di telecomunicazione e, al contrario, il segnale che contiene le informazioni non si potrebbe convertire in pacchetti dati che risultano comprensibili al computer o a qualsiasi altro device ad esso connesso.

Il router, anche se ad oggi è molto utilizzato da chiunque possieda una connessione ad Internet, non è espressamente fondamentale per avere la navigazione in Rete. Piuttosto, esso serve per creare e per gestire, appunto, delle sottoreti, in maniera tale da rendere più facile e veloce la condivisione dei dati fra i vari nodi che sono presenti nel network locale e, all'evenienza, consentire l'utilizzo contemporaneo della medesima connessione ad Internet ad un numero maggiore di dispositivi informatici che si trovano collegati alla medesima LAN.

Risolvere i problemi del router

Quando si possiede un router ci sono delle situazioni che si possono verificare ed è utile sapere cosa è meglio fare, quindi, vediamole:

  • Spegni e riaccendi: è la prima delle cose da fare per la risoluzione di eventuali problemi dei router. Questo permette al firmware di resettarsi ed eliminare alcuni difetti che impedivano alla periferica di rete il funzionamento corretto. Dopo la procedura, se si è risolto il problema, la navigazione torna normale;
  • Controllare la temperatura: questa procedura va effettuata quando il router ha problemi di temperatura elevata che può accadere temporaneamente oppure, in casi estremi, provocare una fusione dei circuiti che dà luogo a emissione di vapori e di cattivi odori. Spesso, la causa sono vie di areazione ostruite da polvere ed oggetti che impediscono il libero passaggio dell’aria;
  • Verificare il corretto collegamento dei cavi: infatti, questi, possono essere stati collegati erroneamente per disattenzione o addirittura allentati oppure scollegati del tutto. Questo porta ovviamente ad avere problemi nella navigazione. Infatti, è utile verificare periodicamente i cavi per capire se sono inseriti nel modo giusto nel dispositivo. Se essi sono allentati è consigliabile staccarlo del tutto ed inserirlo nuovamente fino a che si sente il “click” che indica l’alloggiamento corretto del cavo;
  • Ping: se esistono una serie di problemi fra computer e router oppure tra il router e il server di rete dell’operatore bisogna fare un ping per avere la certezza che il pacchetto dati all’interno della rete senza problemi. Va fatto accedendo al prompt dei comandi Windows digitando il comando “ping” e l’indirizzo IP oppure l’URL del portale. Se si vuole, invece, verificare eventuali problemi fra computer e router si deve digitare sempre il comando “ping” seguito da 192.168.1.1 che è l’indirizzo IP associato al gateway principale del router in quasi tutti i modelli in circolazione. Se si vogliono verificare problemi di connettività Internet, invece, digitate “ping google.com” e, se tutto procede correttamente, i pacchetti di test giungeranno a destinazione inviando una specie di “ricevuta” di ritorno; contrariamente, in caso di anomalie, i pacchetti non arriveranno a destinazione ma andranno persi;
  • Riposizionate il router: perché una posizione non adatta, dovuta per esempio a troppi angoli nella casa che fanno “rimbalzare” il segnale o ad altri apparecchi elettrici che creano interferenze, può generare delle difficoltà nella consegna del pacchetto dati;
  • Cambiare canale: una zona in cui ci sono vari dispositivi wireless collegati può soffrire di rallentamenti allo scambio dei pacchetti dati oppure di interferenze e, in questo caso, bisogna cambiare il canale di trasmissione wi-fi per far tornare il tutto alla normalità;
  • Reset: è l’ultimo passo da fare quando non sono stati riscontrati altri inconvenienti. Riportare il router all’impostazioni di fabbrica eliminerà dalla memoria eventuali modifiche alle configurazioni di base riportando il dispositivo al momento di effettuare la riconfigurazione daccapo.

I più condivisi

Ecco le impostazioni Mail per Infostrada

Se fino a qualche decennio fa contatti ed informazioni tra diversi soggetti, quali persone o aziende, avvenivano tramite fax, posta tradizionale o telefonate, adesso, con l'avvento della tecnologia di internet e dei computer, tutto questo si svolge attraverso le email e quindi la cosiddetta posta elettronica. Una modalità che consente uno scambio veloce tra le parti sia di informazioni, ma anche di documenti o altri tipi di materiali.

Leggi tutto...

Conosciamo i DNS di Tiscali

La tecnologia di internet ormai è utilizzata da moltissime persone, adulti e ragazzi, e per i più diversi usi: dal lavoro allo studio o al divertimento. Tuttavia, pochissime persone sanno che dietro tale tecnologia apparentemente semplice si trovano invece procedure e meccanismi complessi, che hanno richiesto anni di studio e di lavoro per essere inventati ed utilizzati in maniera ottimale con i dispositivi attuali.

Leggi tutto...

Ecco le impostazioni per la Mail di Vodafone

Le email e quindi la posta elettronica, negli ultimi anni, rappresentano uno dei metodi più veloci per scambiarsi informazioni, documenti o anche allegati di qualsiasi genere, da quelli di natura professionale a quelli personali, tra individui o soggetti vari, pubblici o privati che siano. Una tecnologia che si è diffusa ed ampliata man mano che progrediva l'uso dei computer e soprattutto di internet e che ha facilitato considerevolmente tanti aspetti delle attività umane.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco le offerte di Vodafone per la Fibra

Vodafone è uno dei maggiori gestori telefonici per il mobile; tuttavia negli ultimi anni ha investito molto anche sulla banda ultra larga, impegnandosi in un obiettivo molto sfidante: consentire all’85% della popolazione italiana l’accesso ad internet con la fibra ottica, con velocità pari e superiore a100 Mbps (il tutto entro il 2020).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Wi-Fi di Fastweb: perché sceglierlo?

Ormai sia da casa che dall’ufficio c’è la tendenza a connettersi con tecnologie wireless (senza fili). Il Wi-Fi, fa parte di queste tecnologie, e permette di connettere a internet, senza l’ausilio di fili, uno o più dispositivi che sia uno smartphone, un PC o un tablet. Anche se la connessione ethernet ha meno interferenze, risulta più scomoda perché molto più ingombrante, in quanto in una rete cablata ad ogni cavo corrisponde un dispositivo. Inoltre, in ethernet sarebbe particolarmente scomodo connettere gli smartphone.

Leggi tutto...