Un hotspot è una funzione – nota anche con il nome di tethering – che permette di condividere con altri dispositivi una connessione a internet generata da una SIM inserita nello smartphone (o altro dispositivo mobile come tablet, notebook purché dotati di modulo “cellular” per inserire la sim card). La condivisione della rete può avvenire tramite collegamento wi-fi, bluetooth o USB. Il servizio è fornito da tutti i principali operatori di telefonia italiani, l’hotspot di Vodafone è totalmente gratuito dal 20 giugno 2018, salvo i costi correlati all’uso della SIM. Ecco, allora, la guida completa al Vodafone hotspot, alla sua configurazione e ai vantaggi che offre.

Il servizio tethering di Vodafone gratuito per tutti i clienti

Con un comunicato del 20 giugno 2018, l’operatore di telefonia Vodafone annunciava la messa a disposizione gratuita del servizio di hotspot dallo smartphone, sia per i clienti vecchi che nuovi. Ciò significa che gli utenti possono utilizzare lo smartphone come modem, in caso si abbiano problemi di collegamento alla rete fissa, perché la funzione hotspot serve proprio a permettere all’utente di collegare lo smartphone ad un altro dispositivo per navigare in rete con la SIM del cellulare.

Per utilizzare la funzione è sufficiente configurare in modo semplice e veloce lo smartphone tramite il riconoscimento dello stesso con gli altri dispositivi con i quali si vuole utilizzare la rete dati del mobile. Le modalità di configurazione variano a seconda del sistema operativo dello smartphone (iOS o Android), ma le procedure di configurazione sono piuttosto intuitive. L’uso dell’hotspot con le SIM Vodafone avviene generalmente tramite l’APN web.omnitel.it e il traffico dati non genera costi aggiuntivi oltre a quelli previsti dal pacchetto dati / abbonamento sottoscritto dall’utente. Vediamo nel dettaglio i passi per la configurazione dell’hotspot di Vodafone.

Come configurare un hotspot

Prima di configurare la funzione tethering dallo smartphone occorre aver già impostato i parametri di navigazione internet sul cellulare e disattivare l’eventuale blocco alla connessione da parte di PC o altro dispositivo.

Per attivare l’hotspot è, dunque, indispensabile avere attiva la connessione dati del cellulare. Per i possessori di Android occorre accedere alla schermata di gestione delle Impostazioni, selezionare la voce Connessioni e portare l’interruttore di Connessione dati su “ON” (qualora non fosse già attivato). Tornare, quindi, su Impostazioni Altro > Reti Cellulari e selezionare la voce Nomi punti di accesso 8° in alcuni casi  la voce “Profili”). Premere sul icona “+” o “…” e selezionare Nuovo APN e verificare che i campi e le voci riportino le seguenti informazioni (nel caso, si provvede a modificarli) relative all’operatore Vodafone:

  • Nome – Accesso Internet da cell su smartphone; Internet su tablet
  • APN – mobile.vodafone.it (su smartphone); oppure web.omnitel.it (su tablet)
  • MMCC – 222
  • MNC – 10
  • Tipo APN – default, supl
  • Protocollo APN – IPv4
  • Protocollo roaming APN – IPv4
  • Attiva/disattiva APN – APN attivato.

Nel caso si siano inserite delle modifiche, alla fine della procedura, bisogna salvare le modifiche apportate premendo l’icona con i tre puntini (…) in alto a destra e selezionare la voce “salva” del menù a tendina.

Gli utenti iOS dovranno procedere nel modo seguente: accedere a Impostazioni > Cellulare (oppure Dati Cellulare) e spostare l’interruttore della connessione dati su “ON” (qualora non attivo). Tornare su Impostazioni>Cellulare>Opzioni dati cellulare>Rete dati Cellulare e verificare o inserire nei campi le seguenti informazioni:

  • APN – iphone.vodafone.it (su iPhone); web.omnitel.it (su iPad);
  • Hotspot personale APN – internet
 

Il secondo step per attivare la funzione tethering è disattivare il Blocco Internet da PC che impedisce di sfruttare la funzione. Per effettuare lo sblocco occorre  accedere all’area riservata dal sito ufficiale di Vodafone; ovvero bisogna collegarsi all’homepage del gestore, selezionare la voce “Fai da Te” in alto a destra, premere su “Accedi” e nella schermata di login inserire i propri dati dell’account Vodafone (Gli utenti non registrati, dovranno prima procedere alla registrazione, compilare il modulo richiesto e seguire la procedura guidata sullo schermo).

Dopo aver effettuato il login, recarsi sulla voce “Offerte” e selezionare “Offerte Attive” dal menù. Scorrere fino a “Servizi per il blocco del traffico”, selezionare “Blocco Internet da PC” e premere sul tasto “Gestisci”. Per disattivare il blocco, premere sul link “Per disattivare il servizio clicca qui”. Subito dopo si riceverà un sms di conferma da parte del gestore Vodafone.

Il blocco internet da PC può essere disattivato anche per telefono chiamando il numero 42070 e seguendo le istruzioni vocali registrate.

Dopo avere eseguito queste procedure preliminari si può passare all’attivazione dell’hotspot Vodafone.

L’attivazione del tethering per sistemi iOS e Android

Immagine d'esempio utilizzata nell'articolo Vodafone hotspot: guida completa

Gli utenti Android possono attivare la funzione hotspot nel modo seguente:

  • Accedere a “Impostazioni”;
  • Selezionare la voce “Altro” nel riquadro wireless e reti;
  • Premere sulla voce “Tethering/hotspot portatile”;
  • Portare l’interruttore su “ON” vicino alla voce “Hotspot Wi-Fi Portatile;
  • La procedura è completa si può tornare alla schermata home.

È possibile cambiare il nome della rete Wi-Fi e la chiave di accesso da Impostazioni>Configura Hotspot Wi-Fi. Si può, inoltre impostare un timer con il quale la rete si disattiva in automatico dopo un determinato lasso di tempo di inattività. Questa opzione si attiva accedendo alla voce “Tieni attivo hotspot Wi-Fi”.

È possibile utilizzare la funzione hotspot collegando lo smartphone al PC tramite cavetto USB oppure via Bluetooth. Ecco come fare.

Collegamento via USB

  • Sullo smartphone recarsi in “Impostazioni” > Wireless e Reti > Altro;
  • Portare l’interruttore su “ON” vicino la voce Tethering USB.
  • Collegare lo smartphone tramite cavo USB al PC o al tablet e iniziare la navigazione.

Collegamento via Bluetooth

  • Sullo smartphone recarsi in “Impostazioni” > Wireless e Reti > Altro;
  • Portare l’interruttore su “ON” vicino l’opzione Tethering Bluetooth.

In entrambi i casi – USB o Bluetooth – il telefono deve essere riconosciuto dal dispositivo con cui dialoga e ovviamente tutti i dispositivi in connessione tra loro devono supportare le funzioni di Bluetooth o essere dotati di una porta USB.

Gli utenti iOS, invece, che utilizzano un iPhone o un iPad possono abilitare la funzione hotspot nel modo seguente:

  • Accedere alla voce delle “impostazioni”;
  • Premere su Hotspot Personale e portare l’interruttore in corrispondenza della stessa opzione su ON.
  • Fine della procedura.

Gli iPhone dotati di iOS 11 possono attivare la funzione tethering anche dal Centro di Controllo iOS, facendo uno swipe sulla schermata (dal basso verso l’alto o dall’angolo destro all’angolo sinistro per l’i-Phone X), premere con decisione sull’icona dei Dati Cellulare e selezionare l’icona hotspot Personale per farla diventare di colore verde (attiva).

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Altri articoli che potrebbero interessarti

DNS infostrada: funzionamento e descrizione nel dettaglio

Definiamo Sistema dei Nomi di Dominio (in inglese Domain Name System, DNS) come il sistema utilizzato per risolvere i nomi degli host in indirizzi IP. Gli host sono quei nodi della rete che “ospitano” gli altri nodi connessi (come ad esempio i telefoni e i computer)..