L’ultimo anno ha determinato un incremento dell’utilizzo di dispositivi e strumenti pensati per rimanere in contatto con i propri familiari e propri amici attraverso videochiamate di gruppo e scambio di file in tempo reale, il tutto per sentirsi vicini.

Ora tutti gli strumenti presenti online, però, Skypeè uno dei più utilizzati perché la sua organizzazione ne permette l’utilizzo in ogni campo, anche in quelli più importanti come il lavoro dove le videoconferenze Skype non mancano e vengono scelte da sempre più aziende.

La scelta di utilizzare questa piattaforma piuttosto che un’altra è da ricercare, soprattutto, nell’interfaccia chiara ed intuitiva, all’interno delle aziende si trovano, oggi, persone di tutte le età ed è giusto che tutte vengano messe nelle condizioni di poter partecipare alle videoconferenze su Skype previa breve spiegazione da parte dei più capaci.

Oltre ad essere intuitivo, la piattaforma appare piacevole e personalizzabile ed in questo modo si avvale della possibilità di coinvolgere i più giovani che tengono alla propria identità e trasformano ogni piattaforma nella loro piattaforma, motivo per cui anche loro effettuano alcune videoconferenze su Skype con i propri amici o con tutta la famiglia.

Naturalmente, tra gli altri motivi, soprattutto per l’uso aziendale, non manca quello relativo al costo che in questo caso è pari a zero: la piattaforma permette di effettuare chiamate e videoconferenze in maniera totalmente gratuita.

Videoconferenze su Skype: ecco come fare

Data la necessità di molti di noi di lavorare attraverso Skype è giusto sapere come muoversi e soprattutto come organizzare le videoconferenze su Skype qualora il datore di lavoro ve lo richieda o siate responsabili di qualche progetto, oppure, semplicemente, desiderate contattare un gruppo di colleghi universitari per confrontarvi sulle ultime lezioni seguite.

Per prima cosa, naturalmente, per poter effettuare le videoconferenze su Skype è necessario essere in possesso di un dispositivo quale Smartphone, Tablet e Computer su cui vi consigliamo di scaricare l’applicazione ufficiale di Skype.

Forse non lo sapete ma è possibile organizzare e partecipare a delle videoconferenze su Skype senza creare un account specifico ma accedendo direttamente dal Browser (attualmente o Chrome o Edge).

Il numero massimo di persone che possono essere coinvolte in una riunione è di 50 e nel momento in cui si crea una videoconferenza su Skype è necessario creare un collegamento univoco che consenta a chiunque lo riceva di partecipare da qualsiasi dispositivo desideri.

A questo punto vi basterà copiare il collegamento univoco della riunione appena creata ed inviarlo a tutte le persone che devono o vogliono partecipare alla videoconferenza.
Un’alternativa è quella di cliccare su “condividi invito” e vi spunteranno diverse modalità per farlo: pubblica su Facebook, Invia con Telegram, Invia con WhatsApp, Invia tramite Posta o Gmail.
Il link, è importante saperlo, non ha scadenza: motivo per cui è vostra premura indicare la data e l’ora in cui sarà avviata la riunione per evitare fraintendimento.

Per avviare la riunione occorre cliccare sul tasto “Avvia chiamata” e poi dovrete selezionare la voce “partecipa come ospite” e per questo vi verrà richiesto di inserire il vostro nome qualora non abbiate un account specifico su Skype (altrimenti dovrete effettuare l’accesso).

Inoltre, sarà necessario spostare le levette delle icone della videocamera e del microfono in maniera tale da attivarli entrambi.
Durante le videoconferenze su Skype è inoltre permesso di condividere il proprio schermo, impostazione ottima per chi intende presentare un progetto, potrete anche scegliere di registrare la riunione (con il consenso esplicito di tutti i componenti) in maniera tale da renderla disponibile ad eventuali assenti.

Stanchezza da videoconferenze: ecco le cause

videoconferenze su SKype

Le videoconferenze su Skype o su qualsiasi altra piattaforma sono diventate il centro della comunicazione per molte aziende i cui lavoratori si ritrovano, dopo più di un anno, a fare i conti con lo “stress da videoconferenza”.

Se siete tra quei lavoratori vi sarà sicuramente capitato, durante le vostre giornate, di sentirvi più stanchi rispetto a quando vi recavate fisicamente al lavoro e non riuscite a capire il perché.
Gli studiosi si sono interessati a questa faccenda ed il motivo principale è da ricercare nel fatto che le videoconferenze ci richiedono di elaborare i segnali non verbali come il tono di voce utilizzato o le espressioni, oltre che il linguaggio del corpo, dovendo quindi aumentare l’attenzione anche su dettagli che fisicamente comprenderemmo con un dispendio energetico inferiore.
La videocamera che teniamo attiva mentre ci ritroviamo a fare una delle molteplici videoconferenze su Skype ci fa sentire guardati, osservati e questo ci richiede una performance maggiore, come se ci stessimo esibendo su un parco.

Infine, non manca la novità relativa al fatto che aspetti prima separati (il lavoro, gli amici, la famiglia) si ritrovano a coesistere tutti nello stesso luogo: le mura della propria casa.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Risparmiare sulla bolletta del telefono: ecco i migliori consigli

Sappiamo bene che nel contesto del bilancio familiare ci sono alcune spese che vanno a incidere più di altre. Tra queste dobbiamo senza dubbio indicare la bolletta del telefono, che per molte persone non è comunque più quello tradizionale di tipo fisso.

Antivirus gratis per pc: ecco i più utilizzati e funzionali

Una volta che avrete acquistato il vostro PC, oltre ad installare il sistema operativo, il pacchetto office e le varie app “di rito”, sarà necessario informarvi su quale antivirus per pc da installare sul vostro nuovo dispositivo.

Internet senza fili: guida completa per ottimizzare la navigazione

Internet senza fili

Internet senza fili – più comunemente noto anche come wi-fi (acronimo di wireless fidelity) – è la tecnologia che permette di connettersi a internet senza l’utilizzo di cavi, bensì sfruttando gli impulsi di energia trasmessi dalle onde elettromagnetiche.

Offerte di Kena Mobile, scopriamo quelle più interessanti

Il settore della telefonia mobile è sempre molto vivace e vede la presenza di numerosi operatori che cercano di acquisire nuove fette di mercato e accaparrarsi nuovi clienti. Difatti, questo ormai rappresenta un comparto molto ambito e ricercato, in quanto il numero di soggetti che utilizzano dispositivi elettronici è veramente elevato, sia nel nostro Paese che nel resto del mondo, e consente di ottenere profitti consistenti per quelle società che ne fanno parte.

Speed test per smart TV: quando la connessione diventa fondamentale

Speed test per smart TV

Ormai chiunque si accinge ad acquistare un nuovo televisore, va alla ricerca di una Smart TV, tramite la quale può comodamente accedere ai vari programmi di streaming attualmente disponibili, come ad esempio, Netflix, Prime Video e molti altri.

Ripetitori WIFI: che cosa sono? Come funzionano?

ripetitori wifi

Se avete la necessità di risolvere il problema di un segnale debole proveniente dalla rete WiFi di casa non c’è affatto bisogno di disperare, infatti, la soluzione più semplice arriva attraverso una serie di router con potenza maggiorata, i powerline di nuova generazione, ed i ripetitori WiFi.

I più condivisi

Dizionario Latino online, uno strumento davvero utile

dizionario-latino-online.png/

Può capitare qualche volta di dover tradurre una porzione di versione di Latino oppure una semplice frase, ma non avere la preparazione scolastica di base adeguata oppure il tempo necessario per fare tutto questo. In tal caso, ancora una volta, internet e la sua tecnologia possono dare un aiuto importante, grazie all’uso di un dizionario di Latino online. Infatti, come vedremo, di questo genere di vocabolari ne esistono di varie tipologie e la maggior parte di semplicissimo utilizzo.

Convertitore mp3 online, ecco di cosa si tratta

convertitore-mp3-online.png/

Alcune persone amano sentire della musica in alcuni momenti della giornata, soprattutto quando ci si trova sui mezzi pubblici o ci si rilassa durante una passeggiata, attraverso vari dispositivi elettronici. E per potervi inserire dei brani musicali, magari scaricati dal web, si necessita di un convertitore mp3 online, che consenta di convertirli appunto in una modalità facilmente leggibile da qualsiasi sistema elettronico e così poterli ascoltare ovunque ci si trovi e quando si desidera.

Speed Test ADSL Alice: ecco come fare

Se ci sono problemi tecnici sulla linea ADSL Telecom (Tim) o si desidera sottoscrivere un piano ADSL Alice ma non si è sicuri che la propria zona di residenza sia coperta dal servizio, è possibile effettuare un test di misurazione della velocità di rete, ovvero uno speed test ADSL Alice. Il test si può fare in completa autonomia e tramite alcuni diversi strumenti anche online senza la necessità di scaricare alcun software specifico o installare programmi aggiuntivi. Prima di avviare la misurazione occorre accertarsi che sul PC non siano in funzione software, cosiddetti P2P, ovvero gli uTorrent oppure eMule, che tendono a rallentare molto l’esperienza di navigazione, così come è bene assicurarsi che non vi siano altri dispositivi collegati che stiano in fase di download o upload perché questo potrebbe ovviamente falsificare i risultati.

Speed test ADSL Telecom: misura la velocità della tua connessione

Capita a volte che per cause diverse si possano verificare dei rallentamenti nella connessione di rete. Vi sono degli strumenti digitali e online che permettono di misurare lo stato e la velocità di connessione. In particolar modo se possiedi una connessione ADSL o fibra di (ex)-Telecom – oggi TIM - si può effettuare uno speed test dell’ADSL Telecom. I misuratori di velocità online sono facili da utilizzare e in pochi secondi e gratuitamente forniscono un dato certo e affidabile sulla velocità di connessione in download e upload che si tratti della linea domestica o dell’ufficio. Capire la performance della propria rete di navigazione internet può semplicemente servire per soddisfare una curiosità oppure essere un valido strumento per valutare l’opportunità di cambiare gestore di rete o internet provider.