Se si desidera cambiare operatore telefonico, oppure ci si è trasferiti da poco in una nuova abitazione e si ha necessità di sottoscrivere un contratto ADSL, la prima cosa da fare è quella di assicurarsi sul tipo di copertura di cui si dispone.

Questo passaggio è importante perché molte zone non sono ancora totalmente servite dalla banda larga e il rischio è quello di attivare un’offerta, per poi scoprire che non è possibile usufruire della connessione veloce. Per fare questa analisi preventiva è sufficiente andare sul sito internet del gestore telefonico, entrare nella sezione dedicata, inserire i dati richiesti e aspettare la risposta.Va comunque detto che, in questo modo, si verifica semplicemente se la zona in cui è ubicata l’abitazione in cui si vuole attivare il servizio è servita o meno dall’ADSL, purtroppo non dà indicazioni su eventuali problemi tecnici che potrebbero in qualche modo interferire sulla velocità di connessione.

Ecco perché fare la scelta del miglior operatore mobile non sempre è facile e scontata e, infatti, ci possono essere numerosi e differenti fattori che dovrebbero influenzare questa decisione. In primo luogo c’è proprio la buona copertura del segnale che, come sappiamo, può variare da zona a zona. Poi, ovviamente si considerano gli altri fattori che faranno propendere la scelta verso un operatore piuttosto che un altro, come ad esempio, le offerte proposte e i vari piani tariffari che vengono messi a disposizione del cliente.

Per quanto riguarda l’argomento che stiamo trattando, ovvero la qualità e la giusta affidabilità del segnale, per riuscire a stabilire se un operatore dispone di un segnale sufficientemente funzionale nella propria zona, si possono utilizzare alcuni servizi gratuiti di Telecom, di Fastweb e di molti altri gestori telefonici sia di rete fissa che mobile per verificare, attraverso appositi strumenti online, la qualità della copertura del segnale nell’area di proprio interesse.

Vediamo allora come procedere con la verifica della coperturaADSL per i principali gestori.

WindHome Infostrada

Sul sito ufficiale dell’azienda sono illustrate in homepage le varie offerte per la rete casalinga, sia ADSL che fibra. Per verificare la copertura nella propria zona, si deve selezionare l’offerta desiderata e compilare i pochi campi richiesti: numero di telefono, provincia, città, indirizzo. A questo punto basterà cliccare sul tasto verifica copertura per sapere immediatamente se è attivabile. Può fare questa verifica anche chi non è in possesso di una linea ma desidera metterne una nuova.

Tim

Anche per chi desidera attivare una nuova linea o migrare verso TIM, la verifica della copertura è molto semplice. Tra gli strumenti veloci del sito internet troviamo infatti la sezione dedicata, qui è possibile inserire i dati relativi al semplice indirizzo e città sia per le offerte fibra che adsl. L’azienda, sulla stessa pagina, avverte gli utenti che tale verifica non rileva possibili problemi tecnici o di digital divide. Per digital divide si intende letteralmente il divario digitale che persiste ancora sul territorio e che permette ad alcune zone di essere servite dalla banda larga ed altre no.

Vodafone

L’azienda, seconda sul mercato per copertura su territorio, permette sul suo portale ufficiale di fare la verifica in modo piuttosto veloce. Nella sezione dedicata ai clienti privati è sufficiente inserire il numero di telefono, per chi già possiede una linea e desidera solo cambiare operatore, oppure l’indirizzo preciso dell’abitazione per le nuove attivazioni.

Fastweb

Per verificare se la propria zona è interessata dall’ADSL Fastweb è necessario compilare accuratamente la pagina web dedicata, che si trova nella homepage del sito. Vengono chiesti tutti i dettagli relativi all’indirizzo (compreso il numero civico) e al Comune di appartenenza, inoltre nella casella dell’operatore di telefonia fissa si può inserire il numero di telefono già attivo (se lo si possiede già) e l’attuale gestore con cui si è abbonati (in questo caso verrà chiesto se si desidera mantenere tale numero oppure acquisirne uno nuovo).  Una volta compilato il tutto si verrà reindirizzati ad una pagina che fornirà indicazioni circa la copertura nella zona e le offerte Fastweb a cui si può accedere. 

Tiscali

Per attivare una delle nuove offerte proposte da Tiscali, l’operatore richiede nella pagina web se si è già in possesso di un servizio telefonico e di uno ADSL, nel caso di risposta affermativa richiede anche di indicare con quale operatore si ha stipulato il contratto. In caso di risposta negativa ad entrambe le domande si passa allora ad inserire l’indirizzo completo per verificare se è possibile attivare una nuova linea ADSL.

Come verificare la velocità della connessione ADSL?

Aldilà di quella indicata dal gestore che avete scelto, rispetto all’offerta sottoscritta, può succedere che la velocità di connessione ADSL possa variare a causa di alcuni problemi tecnici. Quando si verificano questi casi è possibile utilizzare degli strumenti  per accertarsi immediatamente della reale velocità con cui stiamo navigando.

Tra questi vi segnaliamo speed.io che è un sito internet di facile utilizzo, che vi rileverà nel giro di pochi sia la velocità di download che di upload, speedof. me fa la stessa cosa in poco tempo ma è accessibile anche da mobile.

Che cos’è Opensignal

Fino ad ora abbiamo visto come verificare la copertura del segnale del singolo operatore. Però, per sapere quale gestore telefonico mobile è maggiormente diffuso nella vostra zona, si può consultare un utilissimo servizio online che permette di visualizzare, in una sola mappa, tutti gli operatori italiani: si tratta di Opensignal, grazie al quale è possibile monitorare le aree di maggiore copertura per stabilire quali sono i gestori che hanno il miglior segnale.

Basta inserire il comune da controllare e, in pochissimo tempo, si ottiene la statistica riguardante la propria città. Per esempio, per quanto riguarda Roma, si potrà notare che l’operatore telefonico che dispone di è Tim, seguito da Vodafone e poi da Tre e Wind. Con il colore rosso saranno indicate le aree con la disponibilità di rete più alta e si possono selezionare anche le statistiche di un singolo operatore o anche tutti i gestori in contemporanea. Inoltre, è possibile attivare la visualizzazione delle informazioni riguardanti una specifica tecnologia, ad esempio 2G, 3G o 4G. Infine, potrete visualizzare le aree in cui sono installate le principali antenne della città, grazie al tasto “Towers”.

Se si clicca su “Advanced View”, invece, vengono mostrati dati molto interessanti, quali la velocità massima di upload e download per ogni operatore e la percentuale di affidabilità. Cambiando zona, le informazioni non sono aggiornate da Opensignal ma potete cliccare sul tasto “Reset” per il ricalcolo dei dati.

I più condivisi

Videocitofono wi-fi e video campanello wi-fi: guida alla scelta

Il videocitofono è un valido strumento, utile e comodo per vedere chi ha suonato alla nostra casa e non avere brutte sorprese dietro la porta; chi vive in una casa indipendente ne può trarre tutti i vantaggi, mentre chi vive in un contesto condominiale può montare il videocitofono nel caso in cui è stato unanimemente deliberato in un’assemblea condominiale. Tuttavia nulla vieta di montare anche in un contesto condominale – previa autorizzazione - un videocitofono wi-fi che occupa poco spazio ed è esteticamente discreto. Oltre ai videocitofoni wi-fi esistono anche i campanelli wi-fi, ma vediamo in cosa consistono, come funzionano e come sceglierli. 

Leggi tutto...

Cavo di rete dritto o incrociato: differenze e come scegliere il cavo di rete

I cavi di rete o Ethernet per la connessione internet sembrano tutti identici, in realtà – a parte il connettore RJ45 comune a tutti che permette di collegare un dispositivo come stampante, scanner, NAS a un router, uno switch o un PC – i cavi di rete sono diversi tra loro e con funzioni diverse. Continua a leggere per saperne di più e riuscire a districarti letteralmente nel mondo dei cavi di rete. 

Leggi tutto...

Cronotermostati internet: i migliori sul mercato (2019)

Il termostato o cronotermostato è un apparecchio che si installa per programmare l’accensione della propria caldaia e per regolarne i settaggi. Se i termostati non sono dati in dotazione dalla casa produttrice della caldaia perché il modello non lo prevede, è sempre possibile acquistarne uno compatibile e in commercio si trovano dei termostati o cronotermostati wi-fi molto pratici, facili da installare e utilizzare, compatibili con la maggior parte dei modelli in circolazione e gestibili persino tramite app del proprio smartphone che funziona da telecomando per regolare il cronotermostato. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

La copertura per la Fibra ottica in Italia: scopri la verità

Gli obbiettivi del Governo Italiano e dell’Agenda digitale Europea, per quanto riguarda la Strategia per labanda ultralarga, sono di coprire entro il 2020, l’85% del territorio Italiano e di raggiungere la popolazione con servizi che abbiano una velocità di trasmissione dati pari e superiori a 100Mbps e di garantire alla totalità degli italiani di poter accedere ad Internet almeno alla velocità di 30Mbps. Il finanziamento per Strategia per la banda ultralarga viene da...

Leggi tutto...

Leggi anche...

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le offerte di Vodafone per il wifi: le nostre opinioni

La Vodafone, fondata nel 1984, è una delle più grandi multinazionali nel campo della telefonia fissa e mobile. Negli ultimi decenni le telecomunicazioni hanno compiuto passi da gigante ricercando tecnologie sempre più all’avanguardia. Sin dalla fine degli anni 90 con l’avvento del wi-fi, una tecnologia che permette ai dispositivi di collegarsi tra loro attraverso una rete locale, le compagnie telefoniche hanno messo a disposizione degli utenti dei mezzi per la navigazione.

Leggi tutto...