Cerchi un'alternatitva a Whatsapp? Allora segui la nostra Guida a Telegram. Il mondo delle app per smartphone è in continuo movimento e ogni giorno ci sono novità e tool che migliorano l’esperienza di condivisione e comunicazione surclassando quelle precedenti o integrando ciò che alle altre app simili può mancare. Nel variegato mondo della messaggistica dopo i popolari  WhatsApp, Messenger, Viber, Line, si è fatto sempre più spazio nel cuore degli utenti e soprattutto nella memoria degli smartphone il servizio di messaggistica Telegram che tra le caratteristiche principali annovera l’autodistruzione del messaggio allo scadere del tempo impostato dall’utente e la segretezza delle chat.

Cos’è questo strumento?

Immagine usata nell'articolo Telegram: guida definitiva all’utilizzo. Seguila passo passo

Pavel e Nikolai Durov sono gli sviluppatori di Telegram che decidono nel 2013 di mettere a disposizione un servizio gratuito di messaggistica istantanea su cloud e senza scopo di lucro. Utilizza un sistema operativo open source che lo rende un software multipiattaforma e compatibile con i principali sistemi smartphone come Android, iOS, Windows Phone, GNU/Linux, Microsoft, Mac.

L’app – come tutte le cose di successo – è molto semplice e intuitiva da utilizzare: è sufficiente scaricare l’app dallo “store” del proprio dispositivo (l’icona di Telegram è riconoscibile perché è un aereo di carta stilizzato di colore blu, proprio come i classici aeroplani di carta che ci si lanciava a scuola per “messaggiare”). Nel momento dell’installazione l’app richiede l’autenticazione tramite il numero di telefono con il successivo invio via sms di un codice di autenticazione, espletata questa breve procedura, l’app è accessibile e funzionante.

La schermata home di partenza è ovviamente vuota, ma per iniziare ad avviare una chat si preme sul simbolo della matita in basso a destra e poi sul simbolo “+” per aggiungere contatti e avviare chat. Tra i simboli che compaiono sulla schermata ci sono le tre linee orizzontali in alto a sinistra per accedere al menù e settare le impostazioni del proprio profilo (immagine, suoneria, gruppi, notifiche …) e sul fronte opposto i “tre puntini” per accedere alle impostazioni sul singolo gruppo o messaggio (impostare il timer di autodistruzione, effettuare chiamate, cancellare la cronologia, silenziare la chat o eliminarla).

Le principali funzioni e caratteristiche di Telegram

L’app di messaggistica Telegram è rivoluzionaria per molti aspetti sia tecnologici che di utilizzo. Il primo elemento di differenziazione dalle altre app simili è il suo funzionamento su Cloud che favorisce la visualizzazione e l’accesso alle proprie chat anche da diversi dispositivi simultaneamente grazie al tool di sincronizzazione istantanea offerta da cloud. Allo stesso tempo, però, è possibile mantenere il controllo della privacy e avviare conversazioni segrete che restano tali perché utilizzano il sistema di crittografia end-to-end (punto-punto) che significa che solo il mittente e il destinatario potranno leggere i messaggi e questi possono anche essere distrutti/eliminati impostando il timer di auto-cancellazione.  In base al sistema operativo del proprio smartphone, per avviare una chat segreta bisogna:

  • Per i dispositivi Android, premere sull’icona con le tre barre orizzontali , scorrere e selezionare la voce “chat segreta”;
  • Per i dispositivi iOS cliccare come se si volesse inviare un nuovo messaggio e dal menù selezionare “nuova chat segreta”;
  • Per i dispositivi Windows Phone accedere all’elenco delle chat e premere sul tasto “+” e poi su “nuova chat segreta”.

Una delle cose interessanti è la possibilità di creare gruppi fino a 10.000 contatti pur mantenendo la gestione del gruppo semplice e veloce grazie alla funzione di ricerca, alla possibilità di visualizzare i messaggi da più dispositivi, modificare e cancellare i messaggi scritti anche dopo la pubblicazione, la condivisione rapida e leggera di file di varie tipologie, la possibilità di nominare amministratori e moderatori per delegare la gestione del gruppo, cambiare il posizionamento dei messaggi rilevanti o che si desiderano mettere in evidenza, mantenere la chat chiusa ai commenti per lasciare in evidenza solo le news e molti altri vantaggi. Quando un gruppo raggiunge i 200 membri, si passa automaticamente all’upgrade di “Supergruppo” con funzioni ancora più particolari e utili come la possibilità di far accedere a tutti i contenuti del gruppo fin dall’inizio anche ai nuovi iscritti.

Un altro elemento distintivo di Telegram sono i canali che a differenza dei gruppi e dei supergruppi nascono per rivolgersi a un numero di persone elevato e i messaggi sono sempre pubblici e compaiono con il nome del canale e non dell’amministratore o di chi posta il messaggio. I canali non hanno limiti di numero di partecipanti  e possono trattare svariati argomenti. Un canale Telegram si auto-alimenta una volta raggiunto il numero di 200 persone, ciò significa che i primi 200 membri devono essere aggiunti dall’amministratore o creatore del canale, ma i successivi si aggiungono in modo autonomo.

Tra le cose più divertenti ci sono gli sticker e gli emoji che a differenza della maggior parte delle app di messaggistica piuttosto limitate nella scelta o che richiedono il pagamento di cifre pur irrisorie per scaricare nuovi gadget, Telegram offre gratuitamente una varietà di sticker molto divertenti e ben fatti con i quali animare le conversazioni.

Guida per gli sviluppatori

Gli sviluppatori con competenze nelle IT possono far parte del “team” Telegram grazie alla possibilità per chiunque di poter creare bot che rispondono ai messaggi o che eseguono semplici operazioni. All’interno dell’app è possibile accedere alla guida introduttiva per sviluppatori. 

I bot  Telegram – per chi li sa generare – permettono di automatizzare le risposte nei gruppi, un comodo sistema di interazione soprattutto con la clientela per coloro che utilizzano Telegram come strumento di marketing. La possibilità di poterli creare su misura e in base alle proprie caratteristiche di gruppo è un vantaggio e una novità nella messaggistica, ma per creare un bot occorre aprire un account dedicato e avere un minimo di conoscenze informatiche, per questo è un tool rivolto agli sviluppatori, ma aperto a chiunque e ci si può anche proporre come creatore di bot Telegram per conto terzi. Se vuoi controllare il tuo account da internet clicca qui.

La novità di Telegram: inviare messaggi programmati

Oltre al normale funzionamento di Telegram, c’è da dire che questa applicazione offre continui aggiornamenti e novità. Proprio dal 2020, infatti, arriva la nuova funzione di invio programmato dei messaggi. La comunicazione è arrivata direttamente sull’APP a tutti gli utenti e a chi non è arrivata, basterà aggiornarla all’ultima versione per veder comparire le istruzioni della magica novità. L’invio programmato dei messaggi è sicuramente prezioso per chi abbia la necessità di organizzare l’invio per tempo.

Facciamo un esempio pratico per capire a cosa possa servire: abbiamo un appuntamento di lavoro fissato da una settimana, ecco che l’invio programmato di un messaggio per ricordare l’appuntamento è senz’altro molto utile. Ma capiamo assieme come usare questa nuova funziona. Utilizzare la novità è davvero facile. Apriamo Telegram e accediamo alla chat, poi scriviamo il messaggio che vorremmo inviare. A questo punto, anziché inviarlo, teniamo premuto il tasto con la freccia per diversi secondi ed ecco che comparirà la voce “programma messaggio”. Toccando la scritta, comparirà il calendario che ci consentirà di programmare l’invio, decidendo nello specifico data e ora di invio. Salvando l’impostazione, sarà Telegram a occuparsi dell’invio. Inoltre, l’invio programmato comprende anche foto e video.

E se volessimo controllare i messaggi che abbiamo programmato? Basta accedere alla chat e osservare lo spazio della scrittura del messaggio. Qui vedremo che oltre alle icone standard compare anche l’icona del calendario. Se il calendario mostra un pallino vuol dire che abbiamo programmato un messaggio per quel destinatario. Basterà cliccare sul calendario per controllare i messaggi che abbiamo programmato.

Inoltre, all’invio programmato, Telegram ci manderà anche una notifica per l’avvenuto invio. Ma a chi è utile questa nuova funzione? Sicuramente a chi ha un canale Telegram, poiché consente di programmare l’invio delle comunicazioni dilazionandole nell’arco della giornata o della settimana evitando raffiche di messaggi. Un’altra informazione utile è che accedendo alla chat che contiene tutti i messaggi che abbiamo salvato e digitando il messaggio che si vuole ricevere, avremo un calendario aggiornato in ogni momento. In questo modo avremo personalizzato anche la notifica che riceveremo da Telegram, che sarà il nostro personale promemoria. In questo modo, potremo anche differenziare il promemoria a seconda della tipologia di messaggio, se di lavoro o personale. Insomma, Telegram oggi offre davvero una serie di novità e funzioni molto interessanti che le consentono di piazzarsi saldamente in cima alle applicazioni di messaggistica più amate in tutto il mondo.

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Leggi tutto...

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Leggi tutto...

Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Immagine usata nell'articolo Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Leggi tutto...

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Tim Smart Casa: cos’è e come si attiva questa splendida tariffa?

Immagine usata nell'articolo Tim Smart Casa: cos’è e come si attiva questa splendida tariffa?

Tim è il principale operatore di telefonia in Italia e la propria offerta di servizi e assistenza spazia dalla telefonia fissa a quella mobile, da internet alla TV. I piani tariffari sono numerosi per soddisfare il maggior numero di utenti e rispondere a ogni casistica. Vi presentiamo una delle offerte più complete messe a disposizione dall’operatore TIM: Tim Smart Casa, che andiamo a vedere nel dettaglio.

Leggi tutto...

Go internet: copertura e offerte del provider eugubino

Immagine presente nell'articolo Go internet: copertura e offerte del provider eugubino

Go Internet è un provider di servizi di telefonia e internet di Gubbio. L’azienda viene fondata nel 2011 e si ritaglia un mercato specifico nel centro Italia fornendo esclusivamente servizi tramite infrastrutture di rete fibra (in particolare FTTH – Fiber To the Home) e tecnologie LTE e Wimax in base alle zone di attivazione o da cablare. L’operatore non contempla tra i suoi servizi offerte ADSL.

Leggi tutto...

Offerte fibra 2020: trova quella che fa per te nel mercato attuale

Immagine presente nell'articolo Offerte fibra 2020: trova quella che fa per te nel mercato attuale

La fibra FTTH – acronimo di Fiber To The Home – è la tecnologia più all’avanguardia attualmente disponibile per navigare alla massima velocità (1 GB in download e 200 MB in upload). La possibilità di utilizzare la fibra per le connessioni internet non è ancora disponibile in tutto il territorio italiano, per cui è importante sapere dove è arrivata la copertura, quali sono i gestori e gli operatori di telefonia che utilizzano la tecnologia FTTH.

Leggi tutto...