Dopo aver parlato di Gomorra, oggi ci occupiamo di un altro prodotto italiano. Suburra è una serie tv italiana, la prima originale Netflix , uscita nel 2017 che fu diretta da Michele Placido e Giuseppe Capotondi. La prima stagione fu andata in onda per la prima volta su netflix il 6 Ottobre 2017 e consecutivamente, dato il suo successo, fu trasmessa anche da rai2. Oggi vediamo nel dettaglio alcune informazioni su questa serie e su come vedere Suburra in streaming.

Menu di navigazione dell'articolo

Michele Placido è un attore, regista e sceneggiatore italiano la cui carriera è attraversata da molte prestigiose produzioni cinematografiche e teatrali.

Placido è nato il 19 maggio 1946 ad Ascoli Satriano, in Italia. Ha iniziato la sua carriera come attore nei primi anni '70, guadagnando riconoscimenti per le sue performance sia in teatro che in cinema.

Uno dei suoi ruoli più noti è quello del Commissario Corrado Cattani nella serie televisiva italiana "La Piovra", che racconta le vicende della mafia in Italia. Il personaggio di Cattani, che lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, ha reso Placido un volto familiare in tutta Europa.

Come regista, Placido ha ottenuto il successo con diversi film, tra cui "Pummarò" (1990), "Un eroe borghese" (1995) e "Romanzo Criminale" (2005). Quest'ultimo, basato sull'omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo, è una rievocazione drammatica della Banda della Magliana, una organizzazione criminale attiva a Roma negli anni '70 e '80.

Michele Placido ha ricevuto diversi riconoscimenti per il suo lavoro, tra cui quattro David di Donatello (uno dei più prestigiosi premi cinematografici italiani), due per la migliore regia ("Pummarò" e "Un eroe borghese") e due come miglior attore protagonista ("Ernesto" nel 1979 e "Le conseguenze dell'amore" nel 2004).

Il cast

Immagine presa dalla serie Suburra. In questo articolo vedremo come vederla in streaming

  • Alessandro Borghi: interpreta Aureliano Adami che ha idee e sogni contrarie a quelle del padre. 

    Alessandro Borghi è uno degli attori italiani più talentuosi e rispettati della sua generazione, conosciuto sia per i suoi ruoli nel cinema italiano che per le sue apparizioni in produzioni internazionali.

    Nato a Roma il 19 settembre 1986, Borghi ha iniziato la sua carriera nel mondo del cinema nel 2013, recitando nel film indipendente "I più grandi di tutti". Tuttavia, la sua grande occasione è arrivata con il film "Non essere cattivo" (2015), un dramma di Claudio Caligari che racconta la vita di due amici che vivono in una periferia romana. La sua interpretazione di Vittorio ha ricevuto ampi consensi dalla critica e gli è valso la nomination per il David di Donatello come miglior attore protagonista.

    Dopo il successo di "Non essere cattivo", Borghi ha continuato a lavorare in diversi film di successo, tra cui "Suburra" (2015), un thriller sul crimine diretto da Stefano Sollima, nel quale ha interpretato il personaggio di Numero 8. Il film è stato poi trasformato in una serie televisiva per Netflix, con Borghi che riprende il suo ruolo.

    Un altro ruolo importante nella carriera di Borghi è stato quello di Stefano Cucchi in "Sulla mia pelle" (2018), un film biografico che racconta la tragica storia di Cucchi, un giovane romano morto in custodia della polizia nel 2009. Per la sua performance, Borghi ha vinto il David di Donatello come miglior attore protagonista.

    A livello internazionale, Borghi ha ottenuto un ruolo di rilievo nella serie televisiva "The New Pope" (2020), sequel della serie "The Young Pope" diretta da Paolo Sorrentino.

    Oltre alla recitazione, Borghi ha mostrato un impegno attivo in varie questioni sociali, incluso il sostegno alla ricerca sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e alla difesa dei diritti civili.

  • Giacomo Ferrara: interpreta Alberto Spadino Anacleti figlio del boss del can dei casamonica.
  • Eduardo Valdarnini: interpreta Lele che è un figlio di un poliziotto.
  • Claudia Gerini: interpreta Sara Monaschi, signora che ha molti agganci al Vaticano.
  • Filippo Nigro: interpreta Amedeo Cinaglia consigliere comunale che poi si avvicina ai Samurai per degli accordi.
  • Francesco Acquaroli: interpreta Samurai, persona molto potente che riesce a controllare due famiglie molto potenti nella criminalità.
  • Barbara Chichiarelli: interpreta la sorella di Aureliano Adami,molto importante per decidere il nuovo sindaco della città.

Carlotta Antonelli: interpreta Angelica Sale, la futura moglie di Spadino.

Suburra in streaming: trama della prima stagione

La prima stagione vede come protagonisti tre giovani criminali : Aureliano, Spadino e Lele. I primi due sono figli dei boss delle due più grandi famiglie, Adami e Anacleti, che controllano la criminalità romana ma soprattutto quella di Ostia, l’ultimo rimasto è figlio di un grande esponente al Vaticano. Questi tre giovani ragazzi cercano , nonostante la loro giovane età, di emergere tra queste due grandi famiglie. In parallelo a questa lotta di primato nel campo della criminalità romana sono presenti personaggi di spicco in campo politico Sara Monaschi , lobbista del vaticano, Amedeo Cinaglia, consigliere politico nel comune di Roma che entreranno in azione più tardi.

Nella prima stagione viene narrato il periodo che va da Febbraio e Marzo del 2008 ,si può dire il periodo più caldo a causa dell’entrare in possesso dei terreni del litorale di Ostia. In questi mesi il sindaco ha dato le sue dimissioni e Amedeo Cinaglia ha solo 20 giorni di tempo per riuscire ad acquistare i terreni del Vaticano per poi unire in un solo lotto sia i terreni di Ostia sia i terreni del Vaticano. Solo in questo modo si riuscirà a costruire il porto turistico. Anche le due grandi famiglie criminali avendo avuto queste notizie cercano il tutto per conquistare questi terreni e per poter costruire il porto per il traffico di droga. Chi ci riuscirà?

Ricordiamo che la serie è presente solo su Netflix (con buona pace per chi è abbonato a Disney + o TIM Vision).

Curiosità e trama sulla seconda stagione

La seconda stagione si riprende da tre mesi dopo la fine della prima stagione. Mancano solamente 15 giorni all’elezione del nuovo sindaco di Roma.

Nella seconda stagione prendono visibilità che nella prima stagione erano stati messi un po’ all’ombra, addirittura in questa seconda stagione saranno fondamentali per riuscire a trovare il nuovo sindaco di Roma. Tra i personaggi messi all’ombra nella prima stagione e fondamentali in questa sono: Livia Adami, sorella di Aureliano, Adelaide Anacleti, madre di Spadino, Angelica, fidanzata e futura coniuge di Spadino. Altri personaggi secondari ma non meno importanti in questa seconda stagione sono Nadia, figlia di un piccolo boss di Ostia, una guardia del distretto di polizia che cercherà di fermare Lele e il figlio di Samurai che avrà un ruolo fondamentale nella campagna elettorale di Amedeo Cinaglia e nella futura scalata al prossimo sindaco che ne consegue.

Le lotte intestine tra politici corrotti, criminalità e rappresentanti della Chiesa si intensificano. La ricerca del potere sulla città di Roma è al centro delle dinamiche della seconda stagione ampliando il raggio di azione anche intorno al Vaticano e Ostia. La brama di potere rende la competizione tra i personaggi spietata e senza mezze misure.

I personaggi della prima stagione che erano “giovani” e inesperti si riscoprono adulti e consapevoli di ciò che vogliono e disposti a tutto per ottenerlo.

Ci saranno molti colpi di sorpresa che si potranno scoprire solamente vedendo questa seconda stagione.

La terza stagione

Vedendo come è finito Suburra 2, la terza stagione di questa serie tv, originaria Netflix è scontata grazie al grande successo riscontrato. Nella terza stagione ricompare Gabriele che nella fine della stagione precedente è stato tralasciato.

La narrazione riparte dai giorni successivi il suicidio di Lele e il risveglio dal coma di Manfredi, che rimane in terapia intensiva e agli arresti. Aureliano e Spadino hanno intenzione di vendicare sia Lele che tutte le vittime di Samurai. Compiuta la vendetta, cercano un accordo con Cinaglia che intende coinvolgerli nei traffici legati all’organizzazione del Giubileo Straordinario indetto dal Papa in Africa. L’obiettivo dei fratelli è quello di gestire gli affari di Roma Nord e di autoproclamarsi i nuovi Re di Roma.

Insomma, ci sono ancora molte altre cose da sistemare per far quadrare il tutto e vedendo come stanno le cose ci sono buoni propositi per avere per un altro anno il ritorno di Suburra.

Suburra 4: la quarta stagione si chiama SuburrÆterna

Anche se la terza stagione si era chiuso con un epilogo piuttosto definitivo, Netflix ha deciso di produrre ancora un sequel con un salto temporale rispetto all’ultimo episodio della stagione precedente “Risvegli”. La malavita romana torna a prendere vita sugli schermi con nuovi personaggi e vecchi protagonisti.

Gli episodi sono diretti da Ciro D’Emilio e Alessandro Tonda. Nel cast sono presenti i personaggi di Aureliano (Alessandro Borghi) e Spadino (interpretato da Giacomo Ferrara) che in questa serie diventa il capo famiglia degli Anacleti dopo l’assassinio di Manfredi. La nuova stagione e spin-off della serie è prevista in uscita nel 2023.

Ecco alcuni degli episodi più importanti e noti della serie:

"21 Febbraio" (Stagione 1, Episodio 1)

L'episodio pilota della serie inizia con una sequenza di eventi che porteranno alla guerra tra i vari poteri di Roma. Il tentativo di costruire un porto turistico a Ostia porta a un'incredibile catena di eventi che coinvolge politici, mafiosi e persino il clero.

"Ognuno è solo" (Stagione 1, Episodio 10)

Questo è il finale della prima stagione. Viene mostrata la battaglia per il potere in città e si vede come ogni personaggio principale cerca di assicurarsi una posizione di potere.

"Closer" (Stagione 2, Episodio 5)

Un episodio cruciale della seconda stagione, dove vediamo l'evoluzione di alcuni dei personaggi principali. Spada e Livia stanno iniziando a diventare una forza importante nel panorama criminale, mentre Lele si trova di fronte a una scelta cruciale.

"Nella gioia e nel dolore" (Stagione 3, Episodio 6)

L'episodio culmina con uno scontro epico tra le forze rivali. È un episodio carico di azione e svolte drammatiche che cambiano il corso della serie.

"La fine è solo l'inizio" (Stagione 3, Episodio 6)

Il finale della serie, che mostra l'ascesa e la caduta di vari personaggi. Il destino di Roma è in bilico mentre i personaggi lottano per il controllo della città.

Trailer di Suburra in streaming

 

Link per guardare Suburra in streaming su PC, Tablet, Smartphone e/o su Smart TV

Alla fine se vi ha incuriosito questo articolo e vorrete andare a guardare Suburra in streaming per farvi voi stessi delle vostre idee!

Potrete guardare Suburra in streaming direttamente sulla piattaforma, che ha lanciato questo grande successo: Netflix (in cui sarà possibile vedere lo show anche utilizzando i sub. ITA).

Netflix

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.