Ormai tutti voi avrete sentito parlare di lavoro telematico o lavoro da casa e, ancora più spesso avrete sentito il termine smartworking. Questa nuova metodologia di lavoro è stata adottata dalle aziende negli ultimi anni, grazie alla diffusione di lavori digitali che consentono alle varie risorse di svolgere le stesse mansioni, che generalmente svolgono in ufficio, da casa o in qualsiasi altro posto rispetti le norme di sicurezza.

In questi casi l’acquisto di un router portatile può essere davvero utile per vari motivi, come, ad esempio, un cambio di location. Nel periodo in cui ci troviamo, a causa della diffusione del Covid-19, moltissimi dipendenti aziendali e liberi professionisti si trovano costretti a lavorare da casa tutti i giorni, senza poter andare in ufficio, confrontarsi con i propri colleghi oppure andare a visitare i propri clienti. Sebbene possa sembrare un gran vantaggio, a lungo andare, questo metodo di lavoro, può risultare alienante e deprimente, quindi cambiare ogni tanto il luogo di lavoro, spostandosi in qualche parco o all’aria aperta può aiutare i diretti interessati a sconfiggere il senso di solitudine che il continuo lavorare a casa potrebbe causare. Proprio per questo motivo, l’utilizzo di un router portatile potrebbe esservi di sostanziale aiuto, consentendovi di mantenere la connessione internet ovunque vi troviate.

Tipologie di router portatile

Router portatile

Il nostro obiettivo, in questo articolo, è quello di guidarvi nell’acquisto del router portatile che fa per voi, guidandovi sulle principali caratteristiche che dovrebbe un router portatile che si rispetti. Ovviamente ognuno di questi ha lati positivi e negativi ma ci sono alcune peculiarità che non possono assolutamente mancare. Innanzitutto, dobbiamo fare una distinzione tra le diverse tipologie di router portatile:

  • Router portatile: si tratta di veri e propri dispositivi da utilizzare anche in mobilità, ad esempio in un viaggio in treno. Sono composti da una batteria, integrata al dispositivo, che ne consente l’utilizzo senza la necessità di una presa della corrente. Inoltre, permettono la connessione a varie reti 3g, 4g, 5g.
  • Router da 3g a 5g per uso domestico: questo tipo di router portatile necessitano della corrente per funzionare e permettono la connessione tramite il sistema hotspot, in quanto per funzionare necessitano di una SIM o una chiavetta internet. Sono perfetti per l’utilizzo in luoghi chiusi, come biblioteche o bar.
  • ADSL/Fibra: ci sono alcuni dispositivi adibiti alla connessione ADSL o Fibra che supportano l’inserimento di una chiavetta internet e possono quindi trasformarsi in router portatili.
  • Smartphone e altri dispositivi mobili: talvolta anche i nostri smartphone possono sostituirsi a questa tipologia di dispositivi elettronici, grazie alla funzione hotspot, infatti è possibile utilizzare su un altro dispositivo la connessione dei dati mobili del nostro telefono.

Le caratteristiche indispensabili

Router portatile

Ora che abbiamo individuato le varie categorie, vogliamo concentrarci sulla prima dell’elenco, ovvero quella di cui parlavamo all’inizio dell’articolo. Vediamo quali sono e caratteristiche che dovrete valutare perché il router portatile che acquisterete non sia una delusione totale:

  • Batteria: assicuratevi che la batteria sia di buona qualità e che abbia una durata sufficiente da consentirvi di lavorare per almeno quattro o cinque ore consicutive.
  • Numero di dispositivi supportati: purtroppo un router portatile può supportare soltanto un numero limitato di dispositivi. Se avete necessita di utilizzarlo su più piattaforme contemporaneamente, quindi, dovrete accertarvi che supporti tutti gli strumenti elettronici di cui avete bisogno.
  • Supporto 5g: nell’era del 5g è indispensabile che il vostro nuovo router portatile sia in grado di supportare questo tipo di connessione, in modo da mettervi in condizioni di navigare più agibilmente possibile.

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Immagine usata nell'articolo Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Articoli correlati

I più condivisi

Antivirus per Smart TV: è davvero necessario?

Oggigiorno il web e internet in generale, sono raggiungibili da vari dispositivi, tra i quali ci sono anche le Smart TV, le quali, oltre a consentire la classica visualizzazione della tv nazionale ci permettono di navigare su internet e di installare applicazioni da uno store interno. 

Antivirus gratis per pc: ecco i più utilizzati e funzionali

Una volta che avrete acquistato il vostro PC, oltre ad installare il sistema operativo, il pacchetto office e le varie app “di rito”, sarà necessario informarvi su quale antivirus per pc da installare sul vostro nuovo dispositivo.

Formattare l’hard disk: la procedura completa

 

Quasi tutti i dati sensibili appartenenti alla nostra persona e alla nostra vita privata sono salvati, prevalentemente, sul disco fisso del nostro PC oppure sull’SSD presente all’interno del computer.