Il nostro sito ha deciso di dedicare una serie di articoli a come usare Windows 10 e simili. In queste guide potrai trovare suggerimenti riguardo agli Screensaver di windows 10, ma anche a sistemi operativi più datati (come per quanto concerne il ripristino di Windows 7) o più moderni (come la guida su come installare windows 11). 

Menu di navigazione dell'articolo

Dopo avervi presentato un approfondimento su come velocizzare Windows 7, eccoci oggi con un nuovo tema che speriamo susciterà il vostro interesse. Sei un utente di Windows 7? Allora avrai certamente saputo che Microsoft ha ufficialmente sospeso il supporto per questo sistema operativo. In altre parole, è arrivato quanto meno il momento di valutare se cambiare o meno sistema per il tuo PC. Ma come fare? Continua a leggere per scoprire perché Windows 7 non è più supportato e quali sono i tuoi prossimi passi da intraprendere.

Per gli appassionati di PC, utilizzare una versione obsoleta di Windows può essere molto frustrante. Sia che tu scelga di aggiornare il tuo dispositivo esistente o di acquistarne uno nuovo di zecca (con una versione preinstallata e più recente di Windows), è importante che tu agisca subito piuttosto che aspettare troppo e rischiare di incorrere in potenziali minacce alla sicurezza o problemi di compatibilità.

Perché è importante tenere aggiornato il nostro sistema operativo? Sicurezza a rischio?

Microsoft ha ufficialmente detto "addio" a Windows 7 a partire dal 14 gennaio 2020. Ciò significa che l'azienda non rilascerà più aggiornamenti importanti e patch di sicurezza per questo sistema. Di conseguenza, qualsiasi nuova vulnerabilità o falla scoperta nel software potrebbe rimanere senza patch e rappresentare un rischio per i tuoi dati e dispositivi. In altre parole, un sistema operativo obsoleto può lasciarti esposto agli attacchi informatici.

Se utilizzi ancora Windows 7, è il momento di agire. Il primo passo è valutare il tipo di dispositivo che possiedi e decidere quale versione di Windows è più adatta alle tue esigenze. È importante anche considerare il tuo budget, poiché alcune versioni richiedono maggiori risorse hardware rispetto ad altre (ad esempio, Windows 10).

Comprendendo il motivo per cui Microsoft ha interrotto il supporto a Windows 7 e sapendo quali sono i passi successivi da compiere, puoi assicurarti che il tuo computer continui a funzionare in modo sicuro ed efficiente anche in futuro.

Perché Microsoft ha interrotto il ciclo di vita e dunque il supporto tecnico a Windows 7?

Microsoft aggiorna costantemente i suoi prodotti per rimanere al passo con la concorrenza e fornire agli utenti la migliore esperienza possibile. Come parte di questo processo, di tanto in tanto interrompe il supporto per i sistemi operativi e/o i software più vecchi. La decisione di interrompere il supporto a Windows 7 è dovuta principalmente al fatto che si tratta di un sistema obsoleto e che dunque non è in grado di accogliere le nuove funzionalità e gli aggiornamenti sui computer più moderni.

Cosa succede se rimango con Windows 7? Non sarai più protetto!

Se scegli di rimanere con Windows 7, è importante sapere che non riceverai più patch di sicurezza o aggiornamenti da Microsoft. Inoltre, alcuni software e applicazioni potrebbero non essere più compatibili con questa versione di Windows. La cosa migliore da fare è aggiornare il tuo sistema il prima possibile. È anche importante ricordare che l'hardware più vecchio non è in grado di eseguire le versioni più recenti di Windows, quindi potrebbe essere necessario acquistare un nuovo hardware se decidi di effettuare l'aggiornamento.

Infine, è importante eseguire regolarmente dei backup dei tuoi dati nel caso in cui si verifichi un imprevisto. In questo modo avrai una copia dei tuoi file e delle tue impostazioni che potrà essere facilmente ripristinata in caso di problemi.

Cosa fare ora? Migrazione!

Ora che Microsoft ha interrotto il supporto a Windows 7, è consigliabile che gli utenti passino a una versione più recente di Windows il prima possibile. Fortunatamente, ci sono diverse opzioni disponibili in base alle tue esigenze e al tuo budget. Ad esempio, c'è Windows 10 Home Edition, che offre tutte le funzionalità di base di cui hai bisogno a un prezzo accessibile; se invece cerchi qualcosa di più avanzato, sappi che esiste anche Windows 10 Pro Edition, che offre funzionalità aggiuntive (come l'accesso al desktop remoto e funzioni di sicurezza avanzate). Inoltre, se non vuoi ancora aggiornare il tuo computer attuale, puoi sempre prendere in considerazione l'acquisto di un dispositivo nuovo di zecca preinstallato con una delle versioni più recenti di Windows.

Quanto costa passare da Windows 7 a 10?

Il costo dell'aggiornamento da Windows 7 a Windows 10 varia a seconda del tipo di prodotto acquistato. Ad esempio, una versione retail di Windows 10 Home costa circa 139 euro, mentre una versione retail di Windows 10 Pro costa circa 199 euro. Inoltre, se acquisti un nuovo dispositivo preinstallato con una delle ultime versioni di Windows, il prezzo potrebbe essere più alto a causa di altri hardware e software inclusi nella confezione.

Gli step da fare

Se sei pronto, ci sono alcune cose che devi fare prima di effettuare il passaggio.

  • Innanzitutto, assicurati che tutti i tuoi software siano compatibili con la nuova versione di Windows.
  • Inoltre, devi verificare la disponibilità di aggiornamenti dei driver per eventuali dispositivi aggiuntivi (ad esempio, stampanti) collegati al computer.
  • Dovresti anche fare un backup dei tuoi dati, nel caso in cui qualcosa vada storto durante il processo di aggiornamento.
  • Assicurati di avere abbastanza spazio sul disco del tuo computer per i file di installazione. Per verificarlo, basta aprire la finestra "Computer" e visualizzare lo spazio disponibile alla voce "Spazio su disco" sul lato sinistro della finestra. Se necessario, puoi eliminare alcuni file non necessari o spostarli su un disco rigido esterno per liberare più spazio.
  • Inoltre, è importante notare che alcune impostazioni potrebbero essere ripristinate una volta installato Windows 10 (ad esempio, le connessioni di rete). Infine, se hai bisogno di assistenza per qualsiasi parte del processo, non esitare a contattare l'assistenza Microsoft.

Una volta completati tutti questi preparativi, è il momento di iniziare il processo di aggiornamento vero e proprio.

  • Inizia scaricando e installando Windows 10 dal sito ufficiale di Microsoft, utilizzando la chiave originale che hai usato quando hai acquistato Windows 7 o 8.
  • Una volta completata l'operazione, segui le istruzioni sullo schermo fino a quando non ti verrà richiesto di riavviare il computer.
  • Dopo il riavvio, accedi al tuo account e permetti ai programmi o alle applicazioni installate in precedenza su Windows 7 o 8 di continuare a funzionare normalmente in modo che siano compatibili con Windows 10.

E' importante ricordare che alcune impostazioni potrebbero essere ripristinate (ad esempio, le connessioni di rete). Per questo motivo, ti consigliamo di controllare ogni singola impostazione per assicurarti che sia configurata correttamente in base alle tue preferenze. Infine, se hai bisogno di assistenza per qualsiasi parte del processo in qualsiasi momento durante questo periodo di transizione, non esitare a contattare l'assistenza Microsoft che sarà in grado di aiutarti con qualsiasi difficoltà tecnica tu possa incontrare lungo il percorso!

Windows 7: cose da sapere assolutamente

I punti di ripristino di Windows 7 sono utili per recuperare il sistema in caso di problemi. Segui questi passaggi per usarli:

  • Vai al "Pannello di Controllo" e cerca "Ripristino Sistema."
  • Clicca su "Crea un punto di ripristino" e segui le istruzioni.
  • In caso di problemi, torna a uno dei punti di ripristino precedentemente creati per ripristinare il sistema.

Ripristino degli Update Windows 7

Gli aggiornamenti sono importanti per la sicurezza e le prestazioni. Ecco come gestire problemi con gli aggiornamenti:

  • Vai al "Pannello di Controllo" e seleziona "Windows Update."
  • Clicca su "Verifica aggiornamenti" e attendi che il sistema li trovi.
  • Risolvi problemi con "Risoluzione dei problemi di Windows Update."
  • Usa l'utilità "Aggiornamento Software Windows" se necessario.

In sintesi, i punti di ripristino e il ripristino degli update di Windows 7 sono strumenti chiave per mantenere Windows 7 sicuro e funzionante. Creando punti di ripristino e risolvendo problemi di aggiornamento, assicurerai la stabilità del tuo sistema operativo. Continua a utilizzare Windows 7 in modo affidabile e sicuro con queste pratiche.

Come passare da Windows 7 a Windows 11 gratis?

Purtroppo, al momento non esiste un modo per passare da Windows 7 a Windows 11 gratuitamente. Microsoft non offre aggiornamenti per le versioni del sistema operativo precedenti a Windows 10. Se vuoi aggiornare il tuo sistema operativo, ti consigliamo di acquistare una copia dell'ultima versione di Windows attraverso il sito web o un rivenditore autorizzato. Inoltre, assicurati che il tuo hardware soddisfi i requisiti prima di effettuare l'acquisto. Una volta acquistata, segui le istruzioni fornite da Microsoft per installare e attivare Windows 11 sul tuo computer.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.