Dopo avervi fornito dettagli su cosa fare se Windows 10 risulta lentissimo, oggi affrontiamo un argomento diverso che, speriamo, attirerà la vostra attenzione.

Menu di navigazione dell'articolo

Oggi vi presentiamo un approfondimento sul nostro tanto amato PC: vi spiegheremo infatti come si disinstalla Windows 10. Fra i sistemi operativi per computer, il re incontrastato è certamente Windows; oltre agli utenti di Linux e macOS, Microsoft infatti, è presente sulla gran parte dei pc con milioni di persone sono soliti interagire. Non si tratta di un'operazione immediata come quella di disinstallare un programma dal disco rigido, quindi prendetevi tutto il tempo che vi serve e fate le cose con estrema calma.

Capita però di rimanere delusi da Windows 10 e ci si chiede come sarebbe provare magari Linux. Ti stai chiedendo qual è la prima cosa da fare? Semplice: disinstalla Windows 10. A proposito qui puoi scaricare gratuitamente e legalmente l'immagine di Windows 10.

Innanzi tutto, però, prendi le dovute precauzioni facendo un backup dei dati presenti sul pc (dopo aver fatto una bella pulizia del disco). Adesso leggi questa guida e scopri come si disinstalla Windows 10.

Come si disinstalla Windows 10: informazioni importanti su app e funzionalità

Hai appena scoperto la sezione di Internet casa dedicata al sistema operativo Windows! Qui potrai trovare innumerevoli guide dedicate a cosa fare se Windows 7 non si avvia, quali sono le opzioni possibili se Windows non si aggiorna, dove trovare il pannello di controllo su Windows 10, come velocizzare Windows 7 e molto altro ancora. Salva i nostri articoli e leggili quando vuoi!

Il primo consiglio in assoluto che ci sentiamo di dare è quello di installare il prodotto mediante una licenza originale (dotatevi dunque di una product key ufficiale). Così non si rischia la perdita di dati o eventuali attacchi da parte di hacker. Certo, si sa che acquistare una licenza sullo store della Microsoft ha un costo elevato ma in questo modo siete sempre sicuri di poter godere di un sito affidabile con assistenza specializzata e pagamenti sicuri. Inoltre quando desidererete passare ad una versione più recenti del sistema operativo vi sarà possibile aggiornare anche l’upgrade a Windows 11 in maniera totalmente gratuita! Inoltre sullo store si possono sempre acquistare le diverse versioni dei pacchetti Office, dei sistemi operativi Windows e dei migliori antivirus sul mercato.

Adesso però entriamo nel dettaglio e vediamo come si disinstalla Windows 10 senza app di terze parti.

Se possiedi il sistema operativo da meno di 30 giorni. Si parte dal pannello di controllo

Prima di tutto, per sapere come si disinstalla Windows 10, è importante specificare che il metodo cambia se hai installato il sistema operativo da più o meno di 30 giorni. Windows, infatti, permette di effettuare più facilmente questa operazione se l’OS fosse è stato installato da meno di un mese.

Quindi, in questo caso, gli step da fare sono i seguenti:

  • Apri le “Impostazioni” attraverso i tasti “Win+I” oppure clicca sull’ingranaggio che trovi nel menu Start, quindi scegli “Aggiornamento e sicurezza”; dai un'occhiata alle istruzioni visualizzate di seguito. Se avete problemi potete sempre usare la barra di ricerca di Windows.

Disinstalla Windows 10

  • Ora clicca su “Ripristino” che si trova nella barra laterale e poi sul pulsante “Per iniziare”, sotto troverai la voce Torna a Windows 8 (oppure Torna a Windows 7), nella sezione “Altre opzioni di ripristino”.

Disinstalla Windows 10

  • Adesso puoi selezionare le motivazioni che ti hanno spinto a rimuovere Windows e cliccate su “Avanti” per le prossime tre volte.

Infine, prima di riavviare il computer, non ti rimane che selezionare su “Torna a Windows 8” (oppure “Torna a Windows 7”).

Qualora dopo questi passaggi non accada nulla forse hai fatto l’installazione di Windows 10 utilizzando il Media Creation Tool di Microsoft o magari hai usato il tool di pulizia del disco con il quale hai cancellato i file.

In tal caso la soluzione è quella di rinominare alcune delle cartelle di sistema: vediamo come nel prossimo paragrafo del nostro articolo su come si disinstalla Windows 10.

Come si come si disinstalla Windows 10 dopo i 30 giorni

Se la procedura sopra descritta non funziona o, se sono trascorsi i fatidici 30 giorni come si disinstalla Windows 10?  

Ecco i passaggi da eseguire:

  • Per prima cosa devi abilitare la visualizzazione delle cartelle e dei file nascosti; per farlo devi aprire “Esplora file” e scegliere il menù “Visualizza” in alto. Qui potrai cliccare su “Elementi nascosti” che si trova nel riquadro Mostra/Nascondi;

Disinstalla Windows 10

  • Questo ti permette di rinominare le cartelle di sistema e precisamente “C:$Windows.~BT, “C:$Windows.~WS” e “C:Windows.old”. Siamo sempre più vicini a capire come si disinstalla Windows 10.
  • Adesso potrai tornare alla versione precedente della procedura anche se, prima vi sembrava che non funzionasse.

Un altro metodo prevede di installare una distro Linux (come ad esempio Linux Mint oppure Ubuntu) ma anche una versione precedente di Windows (meglio se scegli Windows 8 o Windows 7).

Naturalmente, qualsiasi scelta decidi di fare, ti consigliamo di effettuare il famoso backup dei dati. Prendi una chiavetta USB da 8 GB almeno e trascrivi il sistema sulla pen-drive (consigliamo l’utilizzo del tool “balenaEtcher”).

Una volta effettuato questo passaggio non ti rimane che avviare il nuovo OS dalla chiavetta e procedere con l’installazione.

Speriamo di aver chiarito come si disinstalla Windows 10. 

Se hai ancora voglia di approfondire dai uno sguardo a questo video preso da YouTube: "Trucchi magici per usare al meglio Windows 10"

Come si fa il Ripristino di un PC con Windows 10?

Esistono due modi per ripristinare un PC con Windows 10:

1. Ripristino tramite Impostazioni

Il ripristino tramite Impostazioni è il modo più semplice per ripristinare un PC con Windows 10. Per farlo, segui questi passaggi:

  1. Apri Impostazioni.
  2. Vai su Aggiornamento e sicurezza > Ripristino.
  3. Sotto "Ripristina il PC", seleziona Inizia.
  4. Seleziona se desideri mantenere i tuoi file o eliminare tutto.
  5. Segui le istruzioni sullo schermo per completare il ripristino.

2. Ripristino tramite Ambiente di ripristino Windows (WinRE)

Il ripristino tramite WinRE è un'opzione più avanzata che può essere utilizzata per ripristinare un PC con Windows 10 in caso di problemi. Per farlo, segui questi passaggi:

  1. Spegni il PC.
  2. Accendi il PC e tieni premuto il tasto F8 o Shift mentre il PC si avvia.
  3. Quando viene visualizzato il menu Opzioni di avvio avanzate, seleziona Ripristino all'avvio.
  4. Segui le istruzioni sullo schermo per completare il ripristino.

Opzioni di ripristino

Quando esegui il ripristino di un PC con Windows 10, puoi scegliere tra tre opzioni:

  • Ripristino del sistema: Questa opzione ripristina il PC allo stato in cui era prima che si verificasse un problema.
  • Ripristino di Windows 10: Questa opzione reinstalla Windows 10, mantenendo i tuoi file personali.
  • Ripristino completo del PC: Questa opzione reinstalla Windows 10, eliminando tutti i tuoi file personali e le app.

Consigli per il ripristino di un PC con Windows 10

Prima di eseguire il ripristino di un PC con Windows 10, assicurati di aver eseguito un backup dei tuoi file personali. Puoi eseguire un backup dei tuoi file utilizzando una soluzione di backup di terze parti o utilizzando la funzione di backup integrata in Windows.

Inoltre, è importante notare che il ripristino di un PC con Windows 10 può richiedere del tempo. La durata del ripristino dipende dalla quantità di dati che devono essere ripristinati.

Come faccio ad aggiornare da Windows 10 all'11?

Aggiornare da Windows 10 a Windows 11 può essere un processo relativamente semplice, ma ci sono alcuni prerequisiti hardware e software che il tuo PC deve soddisfare prima di poter effettuare l'aggiornamento. Ecco i passaggi generali per aggiornare da Windows 10 a Windows 11:

  1. Verifica i requisiti di sistema:
  • Assicurati che il tuo PC soddisfi i requisiti minimi di sistema per Windows 11. Questi includono un processore compatibile, 4 GB di RAM (o più), 64 GB di spazio su disco (o più), una scheda grafica compatibile, ecc.
  • Il tuo PC deve supportare TPM versione 2.0 e Secure Boot. Puoi verificare la compatibilità del tuo sistema utilizzando l'applicazione "PC Health Check" fornita da Microsoft o consultando le informazioni del BIOS/UEFI del tuo PC.
  • Backup:
    • Prima di effettuare l'aggiornamento, è consigliabile eseguire un backup completo di tutti i tuoi dati. In caso di problemi durante l'aggiornamento, avrai una copia di backup dei tuoi dati importanti.
  • Aggiorna Windows 10:
    • Assicurati di avere l'ultima versione di Windows 10 installata sul tuo PC. Vai su "Impostazioni" > "Aggiornamento e sicurezza" > "Windows Update" e verifica se ci sono aggiornamenti disponibili.
  • Scarica l'aggiornamento a Windows 11:
    • Una volta che Windows 11 è disponibile per il tuo dispositivo, dovresti vederlo elencato nelle opzioni di "Windows Update". Puoi verificare la disponibilità andando su "Impostazioni" > "Aggiornamento e sicurezza" > "Windows Update" e cercando aggiornamenti. Se Windows 11 è elencato, seleziona "Scarica e installa".
  • Installazione:
    • Dopo aver scaricato l'aggiornamento, il tuo PC ti chiederà di riavviarsi per completare l'installazione. Segui le istruzioni sullo schermo.
  • Post-installazione:
    • Una volta completata l'installazione, potresti essere guidato attraverso alcune configurazioni iniziali. Successivamente, potrai esplorare Windows 11 e verificare se tutte le tue applicazioni e driver funzionano correttamente.

    Se per qualche motivo non riesci a vedere o scaricare l'aggiornamento a Windows 11 attraverso Windows Update, potresti considerare l'uso dello strumento di creazione di media di Microsoft o altre soluzioni di aggiornamento fornite da Microsoft.

    Infine, vale la pena notare che, a seconda delle specifiche e dell'età del tuo hardware, potrebbe non essere consigliabile aggiornare a Windows 11. Se il tuo PC è particolarmente vecchio o non soddisfa i requisiti, potresti considerare l'acquisto di un nuovo dispositivo con Windows 11 preinstallato.

    Autore: Enrico Mainero

    Immagine di Enrico Mainero

    Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.