Come funziona PosteMobile per Internet e telefonia? Vale davvero la pena di scegliere PosteMobile? Andiamo a scoprire pero e contro di questo operatore che, qualche anno fa aveva cominciato alla grande la sua avventura ma che, forse, poi si è un po' perso per strada e che, in questi ultimi mesi, sta vivendo una grande fase di rilancio grazie all’operazione di sinergia con PostePay.

PosteMobile è il gestore telefonico che si può definire come leader nel vasto panorama dei gestori virtuali italiani (detti MVNO).

Oggi è senza alcun dubbio il più diffuso e ha una leadership incontrastata fin dai suoi esordi del gestore, forte di una fetta di mercato pari al 50% circa del settore MVNO. In sostanza, fra tutti i clienti degli operatori virtuali in Italia, circa metà sono utilizzatori di PosteMobile per internet e telefonia.

Il logo

PosteMobile nasce nel 2007 come offerta sviluppata da Poste Italiane in perfetta sinergia con le strategie del marchio. PosteMobile, da subito, ha operato come MVNO con una marcia in più, perché forte di due elementi caratterizzanti:

  • La distribuzione spinta dal brand potente degli Uffici Postali. Si tratta di una rete commerciale poco comune che ha approfittato di una vasta rete di “negozi” e, in questi ultimi 2 anni ha subito una spinta ancora più forte che ha favorito una crescita esponenziale del gestore;
  • La rete, infatti ha cominciato la sua attività in accordo con Vodafone che gli forniva copertura e sim card. Oggi le sim PosteMobile sono su rete Wind e gestite completamente in casa. Infatti, ora è un FULL MVNO che, tutto sommato, ha ben gestite l’upgrade tecnologico. Anche se con Vodafone si poteva usufruire di tariffe molto convenienti mentre Wind, non ha agevolato PosteMobile, infatti, l’operatore ha visto frenare la propria crescita.

Quindi, possiamo dire che PosteMobile sotto la rete Vodafone come ESP è da promuovere a pieni voti mentre la full mvno con Wind ha un discreto rapporto qualità/prezzo che risente dei limiti della suddetta rete con tariffe non migliori rispetto a quelle proposte da Wind.

Le offerte: scopriamo CREAMI

PosteMobile per Internet

PosteMobile ha dimostrato subito una grande semplicità di offerte e tariffe convenienti come quella proposta dalla gamma “Creami”, il sistema dei crediti. Con questa, infatti, assicura grande trasparenza e flessibilità.

Grazie alle promozioni Creami, si può personalizzare il credito telefonico in base all’effettivo utilizzo che si fa. Le principali tariffe di PosteMobile sono Creami Giga, con cui all’utente si mettono a disposizione una quantità di crediti. Ognuno di questi crediti si può utilizzare per un minuto di chiamate oppure per un SMS o per un MB di navigazione su internet. Infine, per queste opzioni vi sono a disposizione da uno a cinque GB di internet extra.

Gli svantaggi dell’operatore PosteMobile per Internet

C’è però da considerare anche qualche svantaggio per chi opta per PosteMobile. Uno è certamente il fatto di non possedere una copertura di rete 4G che possa considerarsi di proprietà. Per gli utenti ciò può comportare un disagio parziale, perchè non sempre è possibile considerare cambi di copertura eventuali, impedendo di fatto di avere una certezza sulla propria zona di interesse che rimanga sempre coperta efficacemente.

Ma PosteMobile per internet, però, la copertura è identica ma sulle prestazioni vi è qualche differenza, infatti, Wind risulta leggermente più veloce. Però, la copertura finale è soltanto una parte nel processo di connessione alla rete, infatti, gli APN sono differenti fra Wind e PosteMobile e ciò naturalmente influisce sulle prestazioni finali.

Un altro fattore negativo è l’assistenza al cliente, che purtroppo risente molto della macchina complessa di Poste Italiane. Infatti sono in molti a giudicare l’assistenza lenta e poco efficace nel risolvere le problematiche. Detto questo non vi resta che provare da voi i servizi di PosteMobile per Internet e telefonia e fare le vostre considerazioni.

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Immagine usata nell'articolo Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Articoli correlati

I più condivisi

Antivirus per Smart TV: è davvero necessario?

Oggigiorno il web e internet in generale, sono raggiungibili da vari dispositivi, tra i quali ci sono anche le Smart TV, le quali, oltre a consentire la classica visualizzazione della tv nazionale ci permettono di navigare su internet e di installare applicazioni da uno store interno. 

Antivirus gratis per pc: ecco i più utilizzati e funzionali

Una volta che avrete acquistato il vostro PC, oltre ad installare il sistema operativo, il pacchetto office e le varie app “di rito”, sarà necessario informarvi su quale antivirus per pc da installare sul vostro nuovo dispositivo.

Formattare l’hard disk: la procedura completa

 

Quasi tutti i dati sensibili appartenenti alla nostra persona e alla nostra vita privata sono salvati, prevalentemente, sul disco fisso del nostro PC oppure sull’SSD presente all’interno del computer.