Tim è il gestore più attivo in Italia con un’ampia programmazione tariffaria per le imprese e gli utenti privati e con servizi di utenza industriale e domestica. La rete di negozi Tim in tutta Italia è capillare; nelle metropoli, la concentrazione è più alta, non è dunque sorprendente immaginare che i negozi Tim a Roma sono più di cento e diffusamente distribuiti sul territorio metropolitano e in provincia.

Come trovare i locali dedicati alla vendita delle offerte Telecom

Per trovare il negozio Tim più vicino, la cosa più opportuna da fare è visitare il sito ufficiale del gestore ed entrare nella sezione “Trova negozi”. Nella pagina che si apre, compare una cartina geografica dell’Italia. Si può selezionare la località di interesse – per esempio la città di Roma - direttamente cliccando sulla mappa interattiva oppure compilando i campi che compaiono a lato della cartina. I dati da inserire sono il nome della città, la provincia, il CAP e per una ricerca più precisa, digitare anche l’indirizzo di residenza per visualizzare nei risultati di ricerca una selezione dei negozi TIM più vicini a casa o all’ufficio.

La lista dei negozi Tim è in continuo aggiornamento tra esercizi nuovi che si aprono – sempre più spesso all’interno dei grandi centri commerciali – e quelli che , invece, chiudono o si trasferiscono. La ricerca online direttamente sul sito TIM è, quindi, il modo migliore per individuare il negozio e ilc entro di assistenza più vicino e comodo per le proprie esigenze.

Cenni storici sul gestore

Rappresenta un marchio del gruppo Telecom Italia che inizialmente operava solo nell’ambito della telefonia mobile. infatti, il suo acronimo è Telecom Italia Mobile. Da gennaio 2016, Telecom e TIM diventano un brand unico unificando tutti i servizi di telefonia mobile e fissa in un unico gestore delle telecomunicazioni. TIM opera sul mercato italiano e brasiliano ed è una realtà aziendale consolidata a livello europeo fin da quando la telefonia mobile utilizzava il sistema analogico denominato TACS. Tuttavia, per numero di clienti, TIM Italia è il secondo operatore di telefonia mobile dopo Wind Tre, coprendo il 30% del mercato, mentre è il primo operatore di telefonia fissa e servizi internet con il 52% della quota di mercato.

Nasce nel 1995 sull’onda delle innovazioni tecnologiche nell’ambito delle telecomunicazioni e come un ramo di Telecom Italia. Erano i primi anni in cui si sperimentavano i collegamenti GSM, il radiomobile TACS e il radiomobile di avviso veicolare e personale. 

Nel 1996, viene introdotta la tecnologia di messaggistica SMS. Il telefono non si usa solo per “parlare”, ma anche per comunicare in forma scritta non verbale. Grazie all’introduzione della carta prepagata, TIM ottiene un riconoscimento mondiale, ottenendo a Cannes nel 1997 il GSM World Award nell’ambito del marketing.

La sperimentazione nelle telecomunicazioni non smette di avanzare e nel 1999, TIM in collaborazione con Ericsson mette a punto il sistema radiomobile UMTS che consente di accedere a internet con velocità superiore nella trasmissione dei dati e per l’accesso ai servizi multimediali.

Negli anni tra il 2000 e il 2009, le innovazioni tecnologiche nelle telecomunicazioni sono inarrestabili. L’azienda continua a primeggiare nella sperimentazione, introducendo nel 2002 per la prima volta in Europa i servizi di MMS e i servizi a cosiddetto calore aggiunto come gli SMS e gli MMS a contenuto, la navigazione internet con tecnologia WAP, i giochi e le applicazioni in linguaggio Java.

Il primo servizio al mondo di TV su telefonino in grado di sfruttare le capacità video e di riproduzione immagini dello schermo del telefono risale al 2003 sempre grazie a TIM: per la prima volta i dispositivi mobili possono essere usati come terminali video.

A livello commerciale e di strategie di marketing, l’azienda dagli anni 2000 avvia una serie di collaborazioni con altri gestori di telefonia in Europa e stipula accordi di roaming internazionale per offrire ai propri utenti la comodità di viaggiare e telefonare a tariffe certe e convenienti.

Già nel 2005, TIM e Telecom Italia di fondono in un’unica realtà pur rimanendo la delega specifica a TIM per la gestione della telefonia mobile, ma nel 2006 il primo esito commerciale della fusione tra i due rami del gruppo è la prima convergenza tariffaria mobile-fisso con l’introduzione del piano TIM Casa con il quale si permetteva l’associazione del proprio numero telefonico di rete fissa alla propria carta SIM.

Da quel momento in poi, la concorrenza tra i gestori e la sperimentazione sulle nuove tecnologie, fino al recente 5G è stata incalzante. In Italia, TIM rappresenta ancora una delle realtà più presenti e innovative nell’ambito delle telecomunicazioni, con una rete commerciale di negozi capillarmente distribuiti e centri di assistenza per la vendita di prodotti e servizi per la telefonia in continua evoluzione.

Dove trovare uno store nella Capitale

Centocelle

Lo Store di via dei Castani,  78, nella zona di Centocelle offre ai suoi clienti un comodo orario dlle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Il personale è reperibile allo 06 2323 6128.

Tiburtina

Gli esperti del centro di Via Tiburtina, 545 sono disponibili allo 06 439 6003. Il negozio osserva il seguente orario 9-13 e 15:30-19:30 ma la domenica è chiuso.

Romanina

All'interno del centro commerciale La Romanina in Via Enrico Ferri, 8, potrete trovare uno store aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20:30. Per informazioni chiamate allo 06 723 4299.

Appia

In zona Appia, precisamente in Via Appia Nuova, 78, gli esperti potranno aiutarvi a risolvere ogni vostro dubbio. Il recapito telefonico è 06 7049 7925.

Eur

Per la zona Eur, lo store è disponibile in Viale Europa, 65 oppure allo 06 5422 0933. La domenica è chiuso ma durante la settimana osserva solo un'ora di pausa pranzo dalle 14:30 alle 15:30.

Tim e l’innovazione tecnologica: il 5G

L’innovazione tecnologica in ambito di telecomunicazioni non si arresta mai. L’ultima frontiera è quella del 5G una generazione nuova di ultra-connettività che tra ostacoli, sostenitori e oppositori, sta ugualmente ritagliando la sua fetta di mercato e di opportunità. I problemi del 5G sono principalmente correlati alla reale presenza di infrastrutture in grado di sostenere questa tipologia di trasmissione dei dati, che determinano palesi limiti sulla sicurezza dei dati e di conseguenza la difficoltà di trovare partner affidabili a cui affidare la tenuta del sistema. 

Per queste ragioni, a settembre 2020 TIM ha raggiunto un accordo con Ericsson e Qualcomm Technologies che promette risultati da record: Tim, infatti, è riuscita a mettere a punto una connessione che supera la velocità di 4 GB al secondo in downlink sulla rete live 5G con frequenze nell’ordine dei mmWave a 26 Ghz. Le frequenze 5G sono state acquistate all’asta MISE.

Il record di velocità è stato conseguito da TIM grazie, appunto alla collaborazione con Ericsson e Qualcomm Technologies superando il precedente tentativo di gennaio 2020 quando si raggiunse una velocità di connessione di 2 GB e supera abbondantemente i precedenti record dell’azienda di telecomunicazioni italiana: la prima connessione 5G in Italia (avvenuta a Torino nel 2017) e la prima videochiamata a 5G in Europa (Roma 2018). Il risultato di settembre 2020 è stato possibile grazie all’Ericsson Radio System abbinato al dispositivo Qualcomm e alla sua piattaforma Snapdragon X55 con modem-RF, antenna module QTM 525 a frequenze millimetriche mmWave.

I risultati all’avanguardia permettono l’agevole trasformazione digitale dell’Italia favorendo la copertura di zone non ancora raggiunte o raggiungibili dalla banda ultra larga fissa e per la realizzazione di coperture dedicate indoor aprendo nuovi scenari sull’industria 4.0, servizi ad altissima velocità e bassa latenza, garantendo sicurezza e affidabilità di utilizzo.

Cos’è e come funziona il 5G

Le collaborazioni e i progetti per sviluppare il 5G sono in rapida evoluzione perché l’Internet Of Things (IoT) è la frontiera del futuro prossimo che si può raggiungere solo fornendo servizi sempre più sicuri e veloci e il 5G rappresenta il mezzo più efficace per raggiungere l’obiettivo. La “fame” di dati e la mole che se ne produce necessitano di infrastrutture infallibili soprattutto per la gestione delle informazioni sensibili degli Stati e dei singoli utenti. Le proiezioni e le stime entro il 2024 rivelano un incremento del traffico dei dati mobile 63 volte superiore a quello del decennio precedente (2014, dove in un solo anno furono registrati 139 miliardi di GB di traffico dati nel mondo). Si stima che il 5% di questi dati viaggeranno su reti 5G a supporto delle reti attuali che resteranno attive.

A differenza delle reti attuali, lo standard 5G viaggia su due spettri:

  • Il Sub-6GHz con frequenze tra 3.4 e 3.6 GHz; e
  • Il millimeter Wave (mmWave) su frequenze comprese tra 24,25 e 29,5 GHz.

Le frequenze del 5G garantiscono prestazioni eccellenti anche in luoghi affollati e congestionati su cui ancora oggi le reti “crashano” come stadi, edifici pubblici, grandi eventi, centri commerciali, fornendo sempre copertura e potenza di segnale. I nuovi sistemi manterranno la compatibilità con le versioni precedenti a 3G e 4G, poiché i nuovi modem saranno in grado di gestire numerosi segnali contemporaneamente fino a 10 GB al secondo.

La tecnologia 5G a regime permetterà trasferimenti di dati alla velocità di 20 GB al secondo: basti pensare come termine di paragone che le reti attuali più all’avanguardia (il 4G+) arriva a un massimo di 1,2 GB al secondo tramite aggregazione di più linee LTE. Il 5G, quindi, viaggerà in media 20 volte più veloce dei più veloci sistemi attuali.

Come dimostrato dalla partnership TIM/Qualcomm, la Qualcomm è l’unica azienda produttrice di modem in grado di sostenere il 5G tramite la piattaforma Snapdragon che è la stessa utilizzata negli smartphone Samsung, Xiaomi e LG. Qualcomm non è l’unica nel settore, una fetta sempre più ampia è stata conquistata da Huawei e da Exynos 5100 che dichiarano le seguenti velocità massime (no 5G):

  • HUAWEI BALONG 5000(7 nm) - 4,6 Gbps in download e 2,5 Gbps in upload
  • EXYNOS 5100 - 6 Gbps in fase di download (nessun dato sull’upload).

Il 5G non è sinonimo solo di velocità, ma di altri parametri ugualmente fondamentali in termini di connessioni quali:

  • La latenza (che passa da 30 ms a 5 ms);
  • La resilienza (da 1/100 a 1 miliardesimo);
  • La densità (dagli attuali 10-20 k a 1 milione di k per km2).

L’aumento del traffico dati, l’incremento dei dispositivi connessi per chilometro quadrato e la conseguente crescita dei punti di accesso alla rete pone il problema della salute: come inficeranno le infrastrutture e l’esposizione alle radiofrequenze la salute umana? Non vi sono studi che confermano o smentiscono il probabile incremento di insorgenza dei tumori, sebbene test e ricerche procedono parallelamente allo sviluppo della rete 5G.

I costi del 5G TIM

Al di là dei costi di gestione, i singoli operatori di telecomunicazioni potranno applicare sovraprezzi o nuovi piani tariffari per l’uso del 5G. il piano TIM – attivabile solo localmente a Torino e Roma -, per esempio, prevede:

  • Opzione 5Gper tutti a 9,99€ al mese;
  • TIM Advance 5G:con minuti e SMS illimitati, 50GB sotto rete 5G sino a 2Gbp, servizi di “Priorità di rete”, “LoSai” e “ChiamaOra” inclusi nel piano tariffario a 29,99 euro al mese;
  • TIM Advance 5G TOP:con l’offerta di minuti e SMS illimitati, 100 GB su rete 5G sino a 2Gbps, gli stessi servizi del piano Advance 5G e in aggiunta il servizio di assistenza dedicata, sconti per l’acquisto di smartphone 5G, TIMGAMES Gratis, 3GB di dati e 250 minuti/SMS in roaming, 250 minuti di chiamate verso l'estero al prezzo di 49,99 euro al mese.

 

 

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Leggi tutto...

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Leggi tutto...

Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Immagine usata nell'articolo Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Leggi tutto...

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Articoli correlati

I più condivisi

I migliori hosting italiani: quale scegliere?

office-605503_1920.jpg

Parlare di internet al giorno d’oggi sembra una cosa che non faccia più effetto tanta è l’abitudine ormai di navigare all’interno della rete nella nostre giornate, per lavoro, a casa o nei momenti trascorso con gli amici. Questo mondo è qualcosa di estremamente affascinate e tutti ne sono attirati, dai più grandi ai più piccoli, tutti infatti possediamo un pc a casa, uno smartphone o un tablet con cui rimanere connessi praticamente all’istante con un click, parlando, videochiamando o sviluppando funzioni che fino a poco tempo fa sembravano irrealizzabili come acquistare qualcosa, pagare bollette e tanto altro ancora.

Leggi tutto...

Sap, l’azienda che ha rivoluzionato il mondo del lavoro

access point wi fi

Probabilmente non avrete mai sentito parlare di sap, un’azienda principalmente a stretto contatto con gli imprenditori e gestori di attività commerciali; essa infatti si occupa della progettazione e distribuzione di softwaregestionali per piccole e grandi aziende. Cos’è un software gestionale? 

Leggi tutto...

Non solo Telelavoro: da EOLO A TIM, le proposte degli operatori per l’intrattenimento sicuro

antivirus

Smart working...ma non solo. Gli operatori si adeguano all’impennata di streaming e virtual reality. Nell’ultimo periodo, visto anche il boom del telelavoro e delle video-lezioni a distanza, numerose sono state le offerte dei vari operatori di telecomunicazioni in termini di promozione e sicurezza degli utenti, sia per quanto riguarda le connessioni private che per quanto concerne gli accessi aziendali, tenendo anche conto dell’ampio utilizzo degli smartphone e dei dispositivi mobili in questo genere di attività.

Leggi tutto...