Molto spesso la connessione ad Internet di tipo satellitare viene confusa con la connessione Internet Wi-Fi. Queste ultime funzionano senza fili ma sono comunque basate sulle connessioni via cavo. Le prime, invece, sono realmente senza fili perché per il loro funzionamento si servono della tecnologia satellitare, che funziona, cioè, grazie ad un sistema di satelliti.

Per tramettere i segnali dai suddetti satelliti, sono necessari quattro strumenti fondamentali:

  • I satelliti, appunto, che possono variare di numero a seconda del provider che li ha in gestione e che hanno lo scopo di trasportare il segnale dall’orbita alla terra servendosi delle microonde che fanno parte della banda Key Above; 
  • Le stazioni terrestri, conosciute come NOC che ricevono il segnale che arriva dai satelliti per poi inviarlo alle dorsali internet, le quali trasmettono il messaggio ai server della rete internet;
  • La parabola, che viene solitamente posta sui tetti o sui balconi che deve ricevere il segnale e introdurlo in casa;
  • Qui, entra in gioco il modemsatellitare, che è un dispositivo simile ad un router ADSL con la differenza che questo, anziché essere collegato alla linea telefonica, lo è con la parabola.

Se, quindi, si vuole attivare una connessione di tipo satellitare, questi elementi sono indispensabili ma, non c’è da aver paura, infatti di solito vengono dati a noleggio dalla compagnia che propone il servizio.

Quando sentite il termine Flat bisogna sapere che, esso, si riferisce ad una connessione ottenibile attraverso l’utilizzo di un modem analogico 56K oppure di un modem digitale ISDN. Il costo di questo collegamento, però, non si calcola in base al tempo della connessione, ma bensì su un canone mensile precedentemente determinato.

Le parole Internet Flat, si possono tradurre in italiano con “Internet con tariffa forfettaria” e, dunque, indicano una modalità di abbonamento in cui non viene calcolato il costo in base ai minuti che si utilizzano ma in base ad una tariffa forfettaria, detta appunto, flat.

Sul mercato sono disponibile diverse varietà di abbonamenti di tipo flat che presentano caratteristiche differenti in base alle modalità di utilizzo del servizio stesso; infatti, ad esempio, potrebbe essere necessario per qualcuno un tipo di abbonamento flat che fornisce una connettività per tutta la giornata, nelle ore lavorative e non durante la notte, oppure, per qualcun altro è più utile la possibilità di avere una connessione a Internet continuativa per tutta la notte, ad esempio per chi si diletta a scaricare i file dalla Rete Internet.

Che vantaggi offre una connessione con abbonamento FLAT

Sicuramente il vantaggio maggiormente apprezzato degli abbonamenti di tipo flat è la peculiarità di sapere, già alla sottoscrizione, il costo che si andrà a sostenere per la connessione di cui si usufruirà. Questo infatti, dà il vantaggio di non dover pensare al tempo che si trascorre durante il collegamento per non appesantire la nella bolletta telefonica. I vantaggi, però, non finiscono qui. Infatti, adesso vi illustreremo una serie di caratteristiche positive:

  • Al primo posto troviamo il Numero Verde senza scatto alla risposta che è una qualità da non trascurare affatto visto che, quando si è abituati ad usare una connessione di tipo dial-up, la ripetitiva connessione/disconnessione da Internet è una routine comune. È, quindi, molto importante avere la possibilità di effettuare più connessioni alla Rete durante l’arco della giornata, senza che lo scatto alla risposta vada a maggiorare il costo di collegamento.
  • Abbiamo, poi, la portabilità del numero su tutto territorio nazionale, infatti, ormai da parecchio tempo, i provider hanno adottato l’utilizzo di numerazioni a tariffazione speciale per la connessione a Internet. Di conseguenza, anche per quanto riguarda la connessione flat viene solitamente effettuato su un numero speciale, che, ad esempio, comincia per 700 oppure anche 702. Questa numerazione consente di fare una chiamata con tariffa “urbana” da qualunque posizione geografica, nazionale, ci si trovi.
  • Un altro vantaggio è la tariffa oraria di connessione a Internet ridotta, infatti, in base al tipo di abbonamento flat prescelto, si possono abbattere notevolmente le tariffe orarie di connessione ad Internet, fino ad arrivare anche alla somma di pochi centesimi di Euro all’ora, specialmente durante la notte.
  • Infine, non va dimenticato il vantaggio che riguarda, se ad esempio, la vostra azienda è situata in una zona dove non si riesce ad avere i benefici di un collegamento di tipo ADSL, la sottoscrizione di un abbonamento flat vi darà la possibilità, attraverso l’uso di un modem o di un router ISDN, di beneficiare di una connessione sempre attiva che, anche se non mette a disposizione una velocità di navigazione non elevata, vi farà, comunque, ottenere il vantaggio di poter usare tutta una serie di applicativi specifici per la connessione permanente alla Rete, quali software di messaggistica istantanea, applicativi gestionali on line, ed altro.

A chi conviene di più la tariffa flat?

Abbiamo visto quali sono i vantaggi di questa particolare tariffa ma a chi conviene veramente aderire ad una tariffa ADSL flat?

  1. Prima di ogni cosa, una linea flat è molto conveniente per coloro che prevedono un utilizzo costante di Internet oppure del telefono e che desiderano fissare un tetto massimo di spesa mensile, che sia indipendente dal consumo reale del servizio;
  2. In secondo luogo, è molto conveniente per chi utilizza la rete a casa per lavorare: le prestazioni e la velocità della connessione ADSL flat, in questo caso, sono davvero indispensabili;
  3. Abbiamo, poi, chi non vuole avere nessuna sorpresa in bolletta, poiché il controllo dei consumi è molto facile quando è stato sottoscritto da poco l’abbonamento a canone ma risulta sempre più difficile con il passare del tempo e quando l’utilizzo della rete diviene sempre più un’abitudine quotidiana;
  4. Conviene, inoltre, a coloro che utilizzano la telefonia VoIP connessa alla linea ADSL, se si prevede di avere il modem o il router collegato ad Internet ben 24 ore su 24;
  5. C’è un’ulteriore convenienza per chi utilizza dei servizi continuativi come ad esempio le applicazioni peer-to-peer, il download dei file di grandi dimensioni, la navigazione sui social network, ecc. senza la necessità di dover controllare costantemente il tempo di connessione rischiando di veder aumentare a dismisura i costi nella bolletta;
  6. Infine, conviene a coloro che usufruiscono dei servizi on demand, come la TV Streaming, la musica e la radio live per riuscire a godersi i contenuti multimediali a banda larga non preoccupandosi del loro consumo sia in termini di tempo che si passa collegati alla rete Internet sia in termini di traffico dati che si sta generando.

Per chi, invece prevede di fare un utilizzo molto più sporadico di Internet oppure della linea telefonica fissa, allora, si potrebbe senza dubbio optare per una scelta differente, meditando su di un contratto con una tariffazione a tempo oppure a consumo ma, sicuramente, non di tipo flat.

Per concludere

Se la vostra zona geografica non è coperta dal servizio ADSL non c’è da aver paura, infatti basterà sottoscrivere un abbonamento ad internet di tipo flat per avere la possibilità di collegarvi con un modem 56K tradizionale o, ancora meglio con un router ISDN.

I più condivisi

Vodafone station: istruzioni per l’uso

La Vodafone Station è il portale di accesso al proprio account di linea Fibra e ADSL con Vodafone; per ottenerla, è sufficiente contattare l’assistenza Vodafone sul sito Vodafone.it o chiamare il numero di servizio Vodafone gratuito 190. Dal sito è disponibile un software gratuito che aiuta nella configurazione del modem. 

Leggi tutto...

Il Sistema dei Nomi di Dominio (DNS): funzionamento e descrizione

Definiamo Sistema dei Nomi di Dominio (in inglese Domain Name System, DNS) come il sistema utilizzato per risolvere i nomi degli host in indirizzi IP. Gli host sono quei nodi della rete che “ospitano” gli altri nodi connessi (come ad esempio i telefoni e i computer), mentre gli indirizzi IP sono le “carte d’identità” di tutti questi nodi. Il DNS fu creato nel 1983 da Mockapetri, Partridge e Postel, come descritto nello standard Rfc 882, poi reso obsoleto dai più aggiornati Rfc1034 e Rfc1035.

Leggi tutto...

Tethering wifi con iPhone: connessione internet in casi di emergenza

Avete mai provato ad immaginare una vostra classica giornata senza l’accesso ad Internet? Avete mai provato ad immaginarvi ventiquattro ora senza connessione nel vostro smartphone? Niente notifiche, niente Facebook. Nessuna possibilità di aprire la vostra mail, di caricare foto su Instagram o di leggere le ultime notizie di cronaca: niente di tutto ciò. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco le offerte di Vodafone per la Fibra

Vodafone è uno dei maggiori gestori telefonici per il mobile; tuttavia negli ultimi anni ha investito molto anche sulla banda ultra larga, impegnandosi in un obiettivo molto sfidante: consentire all’85% della popolazione italiana l’accesso ad internet con la fibra ottica, con velocità pari e superiore a100 Mbps (il tutto entro il 2020).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Solo internet: scopri tutte le offerte per la navigazione senza linea telefonica

Per chi sceglie di non avere un telefono fisso in casa ma ha necessità di usufruire solo della connessione dati, quindi di internet, esiste la possibilità di richiedere un abbonamento di questo tipo anche ai maggiori operatori telefonici che a listino propongono offerte dedicate.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le offerte di Vodafone per il wifi: le nostre opinioni

La Vodafone, fondata nel 1984, è una delle più grandi multinazionali nel campo della telefonia fissa e mobile. Negli ultimi decenni le telecomunicazioni hanno compiuto passi da gigante ricercando tecnologie sempre più all’avanguardia. Sin dalla fine degli anni 90 con l’avvento del wi-fi, una tecnologia che permette ai dispositivi di collegarsi tra loro attraverso una rete locale, le compagnie telefoniche hanno messo a disposizione degli utenti dei mezzi per la navigazione.

Leggi tutto...