Dopo avervi parlato di TIM Vision e delle Offerte per la telefonia fissa, è finalmente arrivato il momento di tuffarsi in un altro approfondimento. Al giorno d’oggi, si passa molto tempo sul proprio smartphone per leggere notizie, scambiarsi messaggi oppure vedere video o film in streaming. E tutto questo è possibile farlo anche grazie alla dotazione di Giga che si possiede nella propria offerta, fornita dall’operatore telefonico. Le persone maggiormente attente verificano sempre la disponibilità di Giga sul proprio dispositivo, tuttavia può capitare che essi terminino, senza accorgersene, prima del rinnovo mensile.

Menu di navigazione dell'articolo

Come fare in questi casi? Si potrebbe navigare “a consumo”, tuttavia tale soluzione si presenta come molto costosa per singolo Megabyte ricevuto e se si devono scaricare filmati, video o altro ancora, la spesa complessiva sarebbe consistente. Un’altra soluzione sarebbe quella di richiedere un supplemento di Giga al proprio operatore telefonico attraverso l’adesione ad offerte specifiche. Una di queste si chiama Giga week Tim, proposta da questo operatore per i propri clienti. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

Prima di andare avanti con la lettura permettimi di consigliarti anche l'articolo che tratta delle Offerte TIM per la Fibra.

In cosa consiste l’offerta Giga week della Tim

Con Giga week Tim, la compagnia telefonica Tim offre l'opportunità alla propria clientela di poter navigare, mettendo a disposizione, per sette giorni, 10 Gigabyte in aggiunta a quelli del proprio piano tariffario, ad un costo complessivo di 4,99 Euro. Terminata la settimana o finiti i Giga disponibili, la promozione si conclude automaticamente, senza ulteriori costi. Nel dettaglio, Giga week Tim si articola secondo una serie di condizioni e richiede alcuni requisiti specifici.

Per quanto riguarda le condizioni, come abbiamo accennato, Giga week Tim ha una durata di sette giorni, al termine dei quali essa si conclude senza rinnovo automatico. La stessa offerta si conclude anche quando sono stati consumati i 10 Giga di traffico dati a propria disposizione. Nel caso in cui una parte di questi, invece, dovesse restare inutilizzata, allora andrà persa al termine della settimana. Il traffico potrà essere utilizzato anche in roaming nei Paesi UE, ma fino ad un massimo di 2 Giga.

Terminata l’offerta Giga week Tim o utilizzati tutti i Giga a disposizione e quindi superata la soglia di traffico disponibile, in assenza di ulteriori opzioni attive, si continuerà a navigare secondo il proprio piano tariffario di base. Infine, superati i 2 Giga in roaming, si navigherà su internet al costo di 0,416 Euro per Megabyte. Andiamo a vedere adesso come poter attivare tale promozione e quali sono i requisiti richiesti dalla Tim.

L’attivazione della promozione e la consegna del Modem TIM

Per poter usufruire di questo traffico dati ulteriore di 10 Gigabyte, i requisiti richiesti sono due: essere ovviamente un cliente della Tim e la Tim card posseduta deve presentare un credito maggiore di 0 Euro. Coloro che rispettano tali requisiti possono richiedere in modo molto semplice l’attivazione dell’offerta attraverso varie modalità, sia online che per contatto telefonico diretto con un Operatore TIM.

La prima modalità è collegandosi al sito internet ufficiale della società e, nello specifico, alla pagina delle offerte di Giga extra, selezionando poi la specifica opzione “Giga week Tim”. Una volta che questa sia stata individuata e sia stato premuto il tasto “attiva”, si accederà ad uno spazio in cui si potrà acquistare l’offerta e concludere la procedura, fornendo alcune informazioni.

Ricorda sempre che hai comunque a disposizione l'assistenza TIM al numero di telefono 187.

Giga week Tim

La seconda modalità consente di aderire all’offerta Giga week Tim per mezzo dell’applicazione ufficiale MyTim, che può essere scaricata con estrema facilità sul proprio smartphone o tablet (nel caso ancora non si possedesse). A questo punto è sufficiente attivare l’opzione Giga week Tim, presente nella sezione “offerte e servizi extra”. L’app MyTim, tra le altre cose, permette di gestire e verificare i consumi della promozione attivata e fornisce anche ulteriori informazioni relative a questa.

Per coloro che, invece, non possono connettersi a Internet, ed è questa una terza possibilità di attivazione, potranno effettuarla chiamando dal proprio cellulare il numero Tim 40916 e parlando con un operatore telefonico. Altrimenti, è sempre possibile recarsi presso un qualsiasi negozio della Tim oppure un negozio convenzionato, che possano effettuare l’operazione richiesta.

Nell’ipotesi in cui si voglia procedere alla disattivazione dell’offerta Giga week Tim, si possono attendere i sette giorni oppure consumare i 10 Giga a disposizione. In quest’ultimo caso, l’operatore telefonico invierà un sms per proporre un rinnovo dell’offerta, a cui non si deve rispondere. Se si vuole invece disattivare la promozione in anticipo, basta contattare il numero del servizio clienti della Tim oppure andare nell’area clienti sul sito internet dell’operatore o dell’app MyTim.

Continua a leggere i nostri articoli, su Internet Casa potrai trovare consigli sulle offerte dei gestori e approfondimenti su come far funzionare meglio la tua connessione a internet; potremo indicarti il numero del centro assistenza Tim, Vodafone, Wind o di qualsiasi altro provider. Chiedici quello che vuoi sul mondo di interne e telefonia!

Lo Speed Test TIM viene influenzato dal tipo di cavo ethernet che uso?

Sì, il tipo di cavo Ethernet che utilizzi può avere un impatto sulla velocità e le prestazioni della tua connessione Internet. Ci sono diversi tipi di cavi Ethernet, tra cui Cat5, Cat5e, Cat6, Cat6a, Cat7, e così via, e ciascuno supporta diverse velocità di trasmissione dei dati e distanze massime.

Ecco un riepilogo di cosa puoi aspettarti da ciascuno di questi cavi:

  • Cat5: Questo è il tipo più vecchio e meno comune di cavo Ethernet. Supporta velocità fino a 100 Mbps a distanze fino a 100 metri.
  • Cat5e: Questo è una versione migliorata del cavo Cat5 e supporta velocità fino a 1 Gbps a distanze fino a 100 metri.
  • Cat6: Questo cavo supporta velocità fino a 1 Gbps a distanze fino a 100 metri, e velocità fino a 10 Gbps a distanze ridotte (fino a 55 metri).
  • Cat6a: Questo cavo è una versione migliorata del cavo Cat6 e supporta velocità fino a 10 Gbps a distanze fino a 100 metri.
  • Cat7: Questo cavo supporta velocità fino a 10 Gbps a distanze fino a 100 metri, e offre una maggiore larghezza di banda rispetto al Cat6 o Cat6a.

Tuttavia, anche se hai un cavo di alta qualità, la velocità effettiva della tua connessione Internet sarà comunque limitata dal tuo piano di servizio Internet e dal tuo modem o Router. Ad esempio, se il tuo piano di servizio Internet offre solo velocità fino a 100 Mbps, un cavo Cat6, Cat6a o Cat7 non migliorerà la velocità della tua connessione Internet oltre questo limite.

Inoltre, è importante notare che la qualità del cavo Ethernet può deteriorarsi nel tempo, soprattutto se il cavo è piegato, schiacciato o esposto a condizioni ambientali severe. Se noti un calo improvviso nelle prestazioni della tua connessione Internet, potrebbe essere il momento di sostituire il tuo cavo Ethernet.

Come faccio la segnalazione di un guasto TIM?

Seguire questi passaggi per segnalare un guasto a TIM:

  1. Chiamata telefonica: Puoi chiamare il servizio clienti TIM al numero 187 se sei un cliente residenziale, o al 191 se sei un cliente TIM business. Dopo aver risposto alle domande del sistema automatico, dovresti essere in grado di parlare con un operatore per segnalare il guasto.
  2. Online: Puoi anche segnalare un guasto tramite il sito web di TIM. Per farlo, devi accedere al tuo account personale e seguire le istruzioni per segnalare un guasto. Solitamente, questa opzione si trova nella sezione "Assistenza" del tuo account.
  3. App TIM: Un altro modo per segnalare un guasto è utilizzare l'app mobile TIM. Dopo aver effettuato l'accesso, cerca la sezione "Assistenza" o "Segnala un guasto" e segui le istruzioni.
  4. Negozi TIM: Infine, se preferisci parlare con qualcuno di persona, puoi recarti in un negozio TIM e chiedere a un addetto alle vendite di assisterti nella segnalazione del guasto.

Ricorda di avere a disposizione tutte le informazioni necessarie riguardanti il guasto, come il tipo di problema, quando è iniziato e qualsiasi altro dettaglio che potrebbe essere utile per risolverlo. Se il guasto riguarda una specifica linea telefonica o un servizio internet, assicurati di conoscere il numero di telefono o l'account associato al servizio.

Se ti è piaciuto l'approfondimento di oggi potresti voler leggere anche il nostro articolo su Tim Area Clienti Business!

FAQ

Come posso monitorare l'utilizzo dei dati sul mio telefono cellulare?

Molti smartphone hanno una funzione integrata che consente di monitorare l'utilizzo dei dati. Su Android, questa funzione è generalmente disponibile nelle impostazioni, sotto la sezione "Utilizzo dei dati". Qui, puoi vedere quanta connessione dati hai usato in un determinato periodo e quali app hanno consumato più dati. Su un iPhone, puoi trovare queste informazioni andando in "Impostazioni" e poi in "Cellulare" o "Dati cellulare". Ricorda però che queste statistiche potrebbero non coincidere esattamente con le informazioni del tuo operatore telefonico, quindi è sempre una buona idea controllare anche il tuo conto online o l'app dell'operatore.

Quali sono i maggiori consumatori di dati sul mio smartphone?

Le app di streaming come Netflix, YouTube, Spotify e altre app musicali tendono ad essere i maggiori consumatori di dati. Anche le app di social media come Facebook, Instagram e Snapchat possono usare una notevole quantità di dati. Altri potenziali consumatori di dati includono le app di navigazione, come Google Maps, le app di email, le app di cloud storage come Google Drive o Dropbox, e ovviamente il browser web.

Come posso ridurre l'utilizzo dei dati sul mio smartphone?

Ci sono diverse strategie che puoi utilizzare per ridurre l'utilizzo dei dati sul tuo smartphone. Una strategia consiste nel limitare l'uso di dati in background per le app che non necessitano di un aggiornamento costante. Un'altra strategia è utilizzare il Wi-Fi quando è disponibile, invece di utilizzare i dati mobili. Puoi anche ridurre la qualità dello streaming per app come YouTube e Spotify per risparmiare dati. Inoltre, evita di scaricare o aggiornare le app tramite dati mobili, fallo solo quando sei connesso al Wi-Fi.

Posso impostare un avviso o un limite per l'utilizzo dei dati sul mio telefono cellulare?

Sì, la maggior parte degli smartphone offre la possibilità di impostare un limite di utilizzo dei dati o di ricevere un avviso quando si sta per raggiungere un certo livello di utilizzo dei dati. Su Android, questa opzione è di solito disponibile nelle impostazioni di utilizzo dei dati. Su iPhone, mentre non puoi impostare un limite di dati, puoi comunque attivare o disattivare i dati mobili per specifiche app, che ti può aiutare a controllare il tuo consumo di dati.

Le impostazioni di risparmio dati delle app riducono davvero l'utilizzo dei dati?

Sì, molte app offrono impostazioni di risparmio dati che possono ridurre significativamente l'utilizzo dei dati. Ad esempio, app di streaming come Netflix e Spotify ti permettono di diminuire la qualità dello streaming per risparmiare dati. Allo stesso modo, molte app di social media hanno un'opzione di risparmio dati che limita il caricamento di immagini e video ad alta risoluzione quando sei connesso tramite dati mobili.

Se state cercando una connessione mobile per il vostro smartphone valutate anche queste offerte per il 4G illimitato.

Se questo articolo ti ha aiutato in qualche modo, allora siamo certi che potrà interessarti anche il nostro approfondimento su sull'SMTP TIM.

Da sottolineare che hai la possibilità di discutere di questo e di altri argomenti nel negozio TIM più  vicino a te. Ne abbiamo da poco parlato nell’approfondimento dedicato ai Centri TIM di Roma.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.