La tecnologia messa a punto da Apple per le videochiamate è una delle funzionalità più interessanti degli IPhone che ha causato ampio interesse da parte di molti utenti privi di IPhone e Mac, determinando ampie richieste, nei vari forum, relative ad un potenziale FaceTime per Windows.

Purtroppo, ancora oggi, nel 2021, non esiste un FaceTime per Windows messo a disposizione da Apple e di conseguenza non è possibile utilizzarlo dal proprio PC Windows.
L’inesistenza di un’applicazione FaceTime per Windows da Apple non significa che non esistano valide alternative che possano permettere l’ottenimento dello stesso risultato.

I dubbi degli utenti Windows sulla possibilità di utilizzare l’applicazione anche sui propri dispositivi non sono nati per caso, ma hanno origine già nel 2010 quando FaceTime è stato reso disponibile per i dispositivi Apple con la promessa che sarebbe divenuto presto uno “standard industriale aperto”, rendendo possibile a chiunque di creare software che fossero compatibili con FaceTime e quindi sarebbe di fatto esistito un programma compatibile che rendesse disponibile FaceTime per Windows.

Ciò non è mai avvenuto soprattutto per l’unicità che quest’applicazione rappresenta per Apple e di conseguenza può essere un pretesto per incrementare le vendite dei propri dispositivi (IPhone e Mac).

Alternative a FaceTime per Windows: vediamole insieme

Quanto detto fino ad ora indica l’impossibilità da parte di chi ha un dispositivo windows di ricevere o effettuare chiamate da e ad un utente con iOS o un Mac tramite FaceTime.
Anche se non esiste FaceTime per Windows vi sono dei programmi altrettanto utili che offrono funzionalità molto simili e che funzionano su diversi sistemi operativi, in maniera tale da far passare in secondo piano il tipo di dispositivo utilizzato.

Pertanto, indipendentemente dal dispositivo in tuo possesso, ecco quali app per videochiamata possono fare al caso tuo:

  • L’applicazione ti permette di videochiamare chiunque tu voglia, registrare brevi video clip da inviare a chi vuoi tu e allo stesso tempo fornisce la possibilità di avere una chat di gruppo con un massimo di cinquanta persone.
    L’unica pecca è che dal 2017 gli sviluppatori dell’applicazione non supportano più i telefoni Windows, quindi, pur potendo ottenere comunque un’applicazione funzionante non avrete gli ultimi aggiornamenti o supporto di alcun tipo;
  • Si tratta di un’applicazione popolare che oltre all’invio di messaggi (anche di adesivi) e la possibilità di videochiamare offre un’ottima sicurezza per via della crittografia delle comunicazioni;
  • iMowicha, quest’applicazione ha una caratteristica che più delle altre l’avvicina a FaceTime ed è la possibilità di poterla utilizzare anche su reti dati cellulari quali 3G e 4G, non solo Wi-Fi;
  • Viber è un’ottima alternativa perché contiene cinquecento milioni di utenti diffusi in tutto il mondo, non sarà come avere FaceTime per Windows ma è sicuramente ottima per chi necessita di connettersi con persone a livello internazionale; 
  • WeChat, ampiamente utilizzata in Cina e con le stesse caratteristiche delle applicazioni sopracitate.

Insomma, come avrete intuito, avere un dispositivo Windows non è motivo di esclusione, pur non avendo FaceTime per Windows vi sono delle valide alternative, vi basterà convincere la cerchia di persone con cui desiderate comunicare più spesso.

FaceTime: ecco come funziona

facetime per windows

La prima cosa da sapere, in merito a FaceTime di Apple è che questa non richiede alcun tipo di configurazione particolare da parte dell’utente e che quindi non vi sono particolari complicazioni per iniziare, al contrario i vantaggi sono molteplici ed è questo il motivo principale per cui, ancora oggi, tutti sperano in un FaceTime per Windows.
Non vi descriveremo come funziona FaceTime su IPhone ma ci concentreremo sulle modalità di utilizzo su Mac, in modo tale da intuire al meglio quanto sarebbe comodo avere FaceTime Windows sul vostro PC.

Per prima cosa occorre che il vostro Mac sia connesso ad una rete Wi-Fi attiva e funzionante oppure tramite cavo Ethernet e per verificarlo vi basterà accertarvi che accanto alla voce “Wi-Fi” o “Ethernet” sia presente un pallino di colore verde.

A questo punto occorre procedere per attivare il servizio: cliccate sull’icona dell’applicazione FaceTime presente sul Dock, successivamente cliccate su “Preferenze” dove troverete la voce “Abilita questo account” su cui porre la spunta e selezionate tutti i recapiti su cui volete rendervi rintracciabili dagli altri utenti attraverso “Puoi ricevere chiamate FaceTime su…”.
A questo punto, per utilizzare l’applicazione vi basterà avviarla, digitare il nome di chi desiderate contattare attraverso il campo di ricerca apposito presente in alto e cliccare sull’icona della cornetta se desiderate che sia una chiamata con solo audio o sull’icona della telecamera se desiderate che sia una videochiamata.

Naturalmente se siete in possesso sia di un IPhone che di un Mac o di un IPad o di un Apple Watch sappiate che è possibile collegare i vari dispositivi purché questi risultino connessi alla stessa rete Wi-Fi.
Avrete capito, dunque, quanto comoda ed immediata risulta un’applicazione come questa ed è per questo che aspetteremo, ancora, che venga resa disponibile FaceTime per Windows.

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Altri articoli che potrebbero interessarti

Copertura ADSL Vodafone: ecco come verificarla senza errori

Non è facile decidere l’operatore a cui affidarsi per la rete internet di casa, infatti la qualità dei servizi offerti dall’operatore può dipendere da vari fattori come ad esempio la copertura geografica; l’accesso diretto alla rete da parte dello stesso operatore, o meno; ecc.