Partiamo con il dire che queste due sigle sono degli acronimi riferiti alle due modalità più conosciute e diffuse di connessione alla rete, in fibra ottica (vedi Fibra ILC). Ci sono diverse differenze tra FTTC e FTTH, queste due tecnologie, infatti, non solo si differenziano a livello di infrastruttura di realizzazione, ma anche per altri fattori, come la velocità massima di navigazione che grazie all’FTTH ha raggiunto il picco.

Menu di navigazione dell'articolo

La fibra ottica è tra le più importanti innovazioni degli ultimi dieci anni, e il suo avvento è stato fondamentale con lo sviluppo di nuove piattaforme, soprattutto video, come ad esempio Netflix. Quello che vogliamo dire è che senza il supporto di una connessione veloce e potente, piattaforma che trasmettono Film in streaming o simili, avrebbero fatto molta fatica a prendere piede. Ma continuiamo il nostro articolo sulle differenze tra FTTH e FTTC.

Fibra ottica: cos’è?

Prima di illustrarvi le differenze tra FTTH e FTTC è necessario fare un approfondimento sul significato e il funzionamento della fibra ottica. Cosa è cambiato dai tempi della vecchia ADSL? Per spiegarvelo in termini semplici possiamo paragonare l’ADSL ad una macchina degli inizi del 1900 e la fibra ottica ad un’auto di ultima generazione. Infatti, sebbene l’ADSL rappresenti tutt’ora una vera e propria innovazione nel mondo di internet e della tecnologia, rispecchi l’ideale antiquato e lento della connessione Internet, mentre la fibra ottica si rispecchia in quello che è un prototipo migliorato più veloce e sicuro.

La fibra di cui tutti parlano è realizzata grazie a dei finissimi filamenti di vetro che annullano, durante il passaggio delle informazioni, il rischio di interferenze elettriche o di tipo meteorologico.

Ora che sappiamo cos’è la fibra, non ci resta che capire quali sono le differenze tra FTTH e FTTC.

Le caratteristiche e le differenza tra FTTH e FTTC

Vediamo quindi quali sono le differenze tra FTTH e FTTC :

  • FTTC è una sigla che sta per Fiber to the cabinet che letteralmente vuol dire “fibra fino all’armadio”, ovviamente non si riferisce all’armadio di casa nostra ma a quell’armadietto grigio che si trova in strada, sicuramente non lontano da casa nostra. Questo vuol dire che la fibra ottica arriva al più vicino punto di smistamento della rete e poi si dirige verso casa nostra tramite dei cavi in rame. L’FTTC è praticamente un ibrido tra la vecchia tecnologia con fili di rame e la nuova con fibre in vetro. Le prestazioni sono sicuramente migliori dell’ADSL ma leggermente peggiori dell’FTTH che vedremo di seguito come funziona.
  • FTTH è ovviamente un altro acronimo che vuol dire Fiber to the home, al momento è l’opzione più veloce che possiamo scegliere, inquanto i cavi in fibra di vetro arrivano fino al modem che è in casa vostra. Questa tipologia di fibra rappresenta l’ultima generazione e il metodo più veloce e sicuro di trasportare dati, raggiungendo la velocità di 1 Gigabit al secondo, davvero sorprendente!

Ota che vete compreso le differenze tra FTTH e FTTC sapete che si tratta della soluzione ideale per scaricare e caricare su internet file molto pesanti come film e file video, vi consentirà di svolgere queste operazioni nel minor tempo immaginabile, una vera e propria rivoluzione.

Come faccio a capire quale verrà installata in casa mia?

Differenze tra FTTC e FTTH

Ora arriviamo ad uno dei dubbi più diffusi, molto spesso i gestori telefonici ci chiamano per proporci offerte con la nuova fibra ottica, ma quale intendono?

Il primo consiglio che possiamo darvi è quello di chiedere esplicitamente di cosa si tratta visto che abbiamo parlato delle differenze tra FTTH e FTTC , ma ci sono anche dei metodi per capirlo facilmente da soli. Già dal 2018 infatti, è stato elaborato un metodo molto semplice che associa un bollino colorato al tipo di fibra:

  • Bollino verde: indica la soluzione FTTH, ovvero la fibra in vetro che arriva direttamente in casa vostra.
  • Bollino arancione: rappresenta la soluzione mista, la fibra in vetro arriva fino alla cabina più vicina ma il segnale viene portato in casa vostra tramite i cavi in rame.
  • Bollino rosso: in questo caso l’intero percorso è attraversato dai fili in rame della vecchia tecnologia ADSL

FAQ

Qual è la differenza tra FTTC (Fiber to the Cabinet) e FTTH (Fiber to the Home)?

La principale differenza tra FTTC e FTTH riguarda la parte finale della connessione in fibra ottica verso l'utente finale:

  • FTTC (Fiber to the Cabinet): In un'infrastruttura FTTC, la fibra ottica raggiunge il cabinet (armadio) situato in prossimità della zona residenziale o commerciale. Da lì, il segnale viene convertito in segnale elettrico e viaggia attraverso i cavi in rame esistenti (spesso il doppino telefonico) per raggiungere La Casa o l'ufficio dell'utente. Questa tecnologia consente velocità di connessione più elevate rispetto all'ADSL tradizionale ma è limitata dalla capacità dei cavi in rame.
  • FTTH (Fiber to the Home): Con FTTH, la fibra ottica arriva direttamente fino alla residenza o all'ufficio dell'utente finale. Non ci sono conversioni in segnale elettrico né utilizzo di cavi in rame. Questo significa che FTTH offre prestazioni superiori in termini di velocità di connessione e latenza. Le velocità possono variare notevolmente, ma in genere FTTH offre connessioni molto più veloci rispetto a FTTC.

In sintesi, mentre FTTC utilizza la fibra ottica solo fino al cabinet e poi si basa su cavi in rame per la "last mile" (ultimo miglio), FTTH estende la fibra direttamente fino alla residenza o all'ufficio, garantendo una connessione più veloce e stabile.

Quali sono i vantaggi di FTTH rispetto a FTTC?

FTTH offre vari vantaggi rispetto a FTTC:

  • Velocità superiori: FTTH offre generalmente velocità di connessione molto più elevate rispetto a FTTC. Questo significa che puoi scaricare e caricare dati più rapidamente, guardare video in streaming in alta definizione senza buffering e godere di esperienze di gioco online più fluide.
  • Latency ridotta: La latenza, o ritardo di trasmissione dei dati, è significativamente inferiore in una connessione FTTH rispetto a FTTC. Questo è cruciale per applicazioni sensibili alla latenza come il gaming online in tempo reale e le videochiamate.
  • Affidabilità: FTTH tende ad essere più affidabile di FTTC perché elimina la dipendenza dai cavi in rame, che possono essere soggetti a deterioramento nel tempo a causa delle condizioni atmosferiche e dell'usura.
  • Simmetria della velocità: Molte connessioni FTTH offrono velocità di upload e download paragonabili, il che è importante per le attività che richiedono l'invio di grandi quantità di dati, come il telelavoro o la condivisione di file.
  • Preparazione per il futuro: FTTH è considerata una tecnologia "future-proof" perché ha la capacità di supportare velocità sempre più elevate con relativi upgrade dell'infrastruttura, mentre FTTC potrebbe richiedere ulteriori investimenti per migliorare le prestazioni.

Quali sono le limitazioni di FTTH rispetto a FTTC?

Sebbene FTTH offra molti vantaggi, ci sono alcune limitazioni da considerare:

  • Costo di installazione: La posa della fibra ottica direttamente fino alla casa o all'ufficio può essere costosa, sia per i provider di servizi che per gli utenti. Questo può rendere FTTH meno accessibile in alcune aree geografiche.
  • Tempi di implementazione: L'implementazione di una rete FTTH richiede tempo, scavi e lavori di installazione, il che può causare disagi temporanei per le comunità.
  • Copertura geografico limitato: FTTH potrebbe non essere disponibile ovunque, a differenza di FTTC, che può essere più ampiamente distribuito nelle aree urbane e rurali.
  • Necessità di apparecchiature specifiche: Per utilizzare FTTH, potresti dover acquistare e installare apparecchiature specifiche come ONT (Optical Network Terminal) o modem compatibili.

In definitiva, la differenza tra FTTC e FTTH e la relativa scelta dipende dalle tue esigenze, dalla disponibilità nella tua zona e dal tuo budget. Mentre FTTH offre prestazioni superiori, FTTC potrebbe essere più accessibile in alcune situazioni.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.