Sentiamo parlare di fibra ottica ormai da un paio d’anni ma difficilmente siamo in grado di capire di cosa si tratta e del perché essa sia in grado di rendere la nostra linea più veloce.
Vi sembrerà strano ma la fibra ottica venne teorizzata da Archimede e la sua prima applicazione risale alla seconda metà del Novecento con la realizzazione del gastroscopio ottico.
I principi della riflessione ottica, infatti, vennero teorizzati da Archimede nel III secolo a.C. ma furono messi in pratica dalla comunità scientifica nel XX secolo, quando si iniziarono a sviluppare tecnologie per l’attenuazione del rumore, ovvero i segnali indesiderati che si sovrappongo al segnale utile e rendono più complesso il raggiungimento dell’obiettivo, a volte degradandone perfino il contenuto informativo.

Con il termine fibra ottica, s’intende la tecnologia ed il mezzo per la trasmissione di informazioni attraverso impulsi di luce lungo un sottilissimo cavo: il suo diametro è infatti di 125 nanometri, più piccolo di un capello umano.
Al suo interno viene fatto “scorrere” l’impulso luminoso che trasferisce le informazioni tra i due capi del filo ed il vantaggio risiede nella sua capacità di trasportare una quantità di informazioni nettamente superiore ai normali cavi in rame, inoltre essa risulta immune ai disturbi elettromagnetici e alle condizioni meteo più gravi.
Il primo filamento di fibra venne realizzato nel 1970 e possedeva un parametro di rumore di soli 17 dB, ma come è stato possibile?

Il processo che ha permesso tutto ciò è stato il “drogaggio” (dal gergo tecnico) del silicio con il titanio.
Da allora, ovviamente, gli studi non si sono più fermati e fino ad oggi ne sentiamo parlare dalle compagnie che ci offrono la linea con fibra e notando nelle nostre città l’inserimento dei cavi in varie zone.
Senza entrare nelle attuali caratteristiche che la fibra ottica possiede, prettamente fisiche e chimiche, sappiate che sono queste a renderla il mezzo di trasporto ideale nel campo delle telecomunicazioni: le informazioni che vengono trasmesse ad un cavo di fibra ottica vengono affidate ad un singolo fascio luminoso privo di interferenze con il mondo esterno.
Una connessione basata sulla fibra non conosce degradazione del segnale sulle lunghe distanze ed è in grado di sfruttare un intervallo di lunghezze d’onda e di frequenza delle radiazioni elettromagnetiche molto più ampio, permettendo di raggiungere la velocità che tutti desideriamo e che tanto cerchiamo nelle nuove compagnie prima di stipulare qualsiasi contratto.

Gli obbiettivi del Governo Italiano e dell’Agenda digitale Europea, per quanto riguarda la Strategia per la banda ultralarga, sono di coprire entro il 2020, l’85% del territorio Italiano e di raggiungere la popolazione con servizi che abbiano una velocità di trasmissione dati pari e superiori a 100Mbps e di garantire alla totalità degli italiani di poter accedere ad Internet almeno alla velocità di 30Mbps.

Il finanziamento per Strategia per labanda ultralarga viene da:

  • € 5 Miliardi sono fondi pubblici nazionali
  • € 3,5 miliardi dal Fondo sviluppo e coesione.
  • € 1,8 miliardi vengono da programmi operativi Regionali e Nazionali
  • € 230 milioni vengono dal Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività.

La copertura della Fibra ottica ad oggi in Italia secondo gli ultimi dati è la seguente:

  • Il 35.4% della popolazione raggiunta a 30 Mbps
  • L’11% della popolazione raggiunta a 100 Mbps

Le previsioni per il 2018

Le previsioni della copertura della Fibra ottica per il 2018, dato aggregato secondo quanto dichiarato dovrebbero essere le seguenti:

  • Il 71.5% della popolazione raggiunta a 30 Mbps
  • Il 23.1% della popolazione raggiunta a 100 Mbps

Previsioni per il 2020

Le previsioni della copertura della Fibra ottica per il 2020, dato aggregato secondo quanto dichiarato dovrebbero essere le seguenti:

  • Il 100% della popolazione raggiunta a 30 Mbps
  • Il 35.4% della popolazione raggiunta a 100 Mbps

Grandi investimenti da parte delle maggiori società di telecomunicazione

Le maggiori società di telecomunicazione hanno aumentato gli investimenti per assicurarsi entro il 2020 la copertura con fibra ottica della maggior parte del territorio italiano.

  • Vodafone, con la sua rete fibra,copre più di 300 città a velocità di connessione fino a 50 e 100 Mbps.
  • Tim è presente in 700 città tra le quali Milano e Torino dove la connessione arriva fino a 300 Mbps.
  • Tiscali raggiunge 162 comuni con copertura totale della Sardegna.
  • Segue Fastweb presente in 87 comuni ma che ha investito per arrivare con la rete fibra ad una copertura di 500 comuni entro il 2020.

Verificare la propria copertura

Ma come possiamo fare per vedere se la nostra zona di residenza è fornita di rete fibra ottica e ci sia la copertura?

Come detto sopra, le più importanti società del settore, si sono impegnate ad affrontare grosse somme di investimenti per garantire al più presto la copertura della fibra ottica in tutte le case degli italiani. Quindi se avete interesse a stipulare un contratto con una di esse, per attivare la vostra connessione internet con fibra ottica a banda ultralarga, basta entrare nei loro Siti web e verificare se nella vostra zona o città ci sia la copertura.

Verifica con Tim

Immagine per l'articolo "La copertura per la Fibra ottica in Italia: scopri la verità"

Dal sito web di Tim puoi verificare se la tua zona ha la copertura con la fibra ottica e a che velocità, se a 30 Mbps o se la connessione a banda ultraveloce a 100 Mbps o superiore.

Verifica la fibra ottica con Vodafone

Immagine eseplificativa per la fibra ottica

Dal sito web di Vodafone puoi monitorare la situazione della tua zona. Se sei interessato all'offerta e alla configurazione del wifi Vodafone dai uno sguardo al nostro approfondimento.

Fastweb

Logo Fastweb

Anche Fastweb mette a disposizione, dal suo sito web, una pagina in cui troverai delle informazioni dedicate alla tua copertura.

Tiscali

logo tiscali

Ecco la pagina in cui puoi verificare se la tua zona ha la copertura con la fibra ottica.

Come scegliere la compagnia telefonica

Scegliere la compagnia telefonica sembra facile, ma non lo è. Bisogna innanzitutto informarsi sulla qualità del servizio internet che offre, il quale può variare in base alla copertura geografica della rete o dal fatto se l’accesso alla rete da parte dell’operatore è diretto o indiretto; infatti, in caso di troppo traffico e congestione della rete, la velocità massima di connessione può subire dei rallentamenti.

Pertanto, per scegliere la compagnia telefonica per la fornitura della fibra ottica, si deve verificare se la vostra zona o comune abbia la copertura, che servizi offre e a quale velocità.

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Leggi tutto...

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Leggi tutto...

Configurazione del modem Fastweb: ecco come fare

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Leggi tutto...

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. Anche se la procedura sembra complicata in realtà, seguendo con attenzioni alcuni passi, sarà davvero facile.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Google Home Mini: cos'è e come funziona davvero?

google-home-mini.jpg/

Google Home è uno smart speaker, vale a dire un dispositivo intelligente che permette di ascoltare musica, ma soprattutto controllare gli altri dispositivi domotici della casa attraverso i comandi vocali; si può definire un maggiordomo elettronico o un’assistente molto efficace grazie a numerose funzionalità. In Italia, vi sono in commercio due tipologie di smart speaker Google: Google Home e Google Home Mini, le cui differenze sono nelle dimensioni, nel prezzo, mentre le funzionalità restano sostanzialmente invariate tra i due, ecco dunque come funziona Google Home mini, il gemello compatto di Google Home.

Leggi tutto...

Apple TV e internet: come connettere i due mondi tra loro?

apple-tv.jpg/

Apple TV è un dispositivo presente nel catalogo Apple da diversi anni, ma ancora poco diffuso; non si tratta di un televisore, ma di un box, una scatoletta che si collega al proprio televisore tramite la porta HDMI e che permette di accedere ai contenuti online di Apple (iTunes Store, Web radio, Netflix, Youtube). Esistono due versioni sul mercato: Apple TV di 3° generazione (più economica e limitata nelle funzionalità) ed Apple TV 4° generazione (più costosa, ma dall’ampio accesso e con telecomando touch incluso). In questa guida forniremo le indicazioni su come connettere l’Apple TV a Internet tramite i vari dispositivi.

Leggi tutto...

Sky online: tutto quello che devi sapere su come usarlo

sky.jpg/

Sky Italia è una Pay TV di proprietà di Murdoch usufruibile via internet e che offre una grande quantità di contenuti a pagamento, ma dai costi accessibili. La piattaforma per i video-on demand di Sky online è NOW TV e il servizio si suddivide in un’ampia offerta proposta sotto forma di “pacchetti”: cinema, TV, Sport, musica, spettacolo.

Leggi tutto...