Non è facile decidere l’operatore a cui affidarsi per la rete internet di casa, infatti la qualità dei servizi offerti dall’operatore può dipendere da vari fattori come ad esempio la copertura geografica; l’accesso diretto alla rete da parte dello stesso operatore, o meno; ecc.

Quindi, per decidere quale sia l’abbonamento ADSL migliore è importante considerare soprattutto l’area geografica in cui si deve allacciare la connessione ad Internet perché è necessario valutare se la zona viene effettivamente raggiunta dai servizi dell’operatore che avete scelto ma anche la bontà del collegamento in questione.

Può sembrarvi una procedura noiosa e complicata ma si tratta di una cosa molto veloce perché, oggi, gli operatori forniscono un servizio online per la verifica della copertura. Per accedervi non serve installare nessun programma sul computer ma basterà semplicemente collegarsi con il sito dell’operatore prescelto per la sottoscrizione dell’abbonamento e fare una verifica online della mappa di copertura ADSL nel territorio. Basterà inserire il proprio numero telefonico, o eventualmente la via ed il comune di interesse, e dopo qualche secondo di attesa, questo servizio online, vi darà la conferma della disponibilità del servizio sulla rete.

Sul sito internet dell’operatore che si è scelto per attivare la linea oltre alla copertura di rete, si può verificare anche il tipo di servizio disponibile, per esempio se c’è una linea 640 k, a 7 Mega, l’ADSL 20 Mega o la fibra ottica per raggiungere velocità superiori.

Inoltre, se dopo aver installato la linea ADSL volete verificare la vostra velocità di navigazione si può effettuare un test tramite un software che considera la velocità di connessione reale rispetto a quella che è dichiarata nel contratto che avete stipulato con il provider.

La situazione della fibra ottica in Italia

Per agevolare la verifica della copertura ADSL, quindi, sui siti delle diverse compagnie telefoniche potrete trovare la sezione dedicata alla verifica della copertura. La stessa cosa vale per la fibra ottica. A questo proposito è bene precisare che il nostro paese, attualmente, sta ancora vivendo un divario molto importante nella distribuzione di tecnologie digitali anche se, alcune città come Milano e Bologna, fanno sperare nel raggiungimento degli standard dettati dall’ADG, l’Agenda Digitale Europea, entro il 2020.

Vodafone: il punto di riferimento per il mercato ADSL

Vodafone Italia, dal 2010, è il primo operatore italiano grazie alle sue offerte che sono strutturate a seconda delle esigenze dei clienti. La compagnia, offre delle opportunità interessanti per i servizi Internet. Prima di decidere di essere un cliente di questa azienda, però, è importante verificare la copertura ADSL Vodafone, cioè capire se la propria zona è coperta o meno dalla linea.

Per verificare la copertura Vodafone potete utilizzare il servizio clienti telefonico o ricorrere al servizio online offerto dal sito della compagnia per il quale basteranno pochi passi, guidati, per scoprire se è presente, o meno, la copertura. In questo caso, successivamente, viene presentato il dettaglio delle offerte fra cui scegliere il tipo di linea, ISDN o tradizionale, e accertarsi di ciò che vi verrà fornito gratuitamente ed anche quello per cui sarà applicata una tariffa Vodafone.

Dopo questa fase, vi verranno richieste tutte le informazioni che riguardano l’utente che avvia la richiesta per la linea ADSL come ad esempio se si è già intestatari di una linea telefonica e con quale operatore, questa, è attiva. Successivamente si può scegliere l’opzione per la spedizione cartacea oppure digitale delle bollette telefoniche e, se interessati, si può aggiungere al pacchetto prescelto anche una chiavetta Wi-Fi per la navigazione fuori casa.

Dopo questa prima parte, potrete procedere con l’inserimento dei dati anagrafici e di quelli inerenti agli strumenti per il pagamento.

In ogni caso, comunque, si può fare riferimento agli operatori dell’assistenza Vodafone, capaci di risolvere i dubbi sul procedimento, qualora ne aveste.

I più condivisi

Videocitofono wi-fi e video campanello wi-fi: guida alla scelta

Il videocitofono è un valido strumento, utile e comodo per vedere chi ha suonato alla nostra casa e non avere brutte sorprese dietro la porta; chi vive in una casa indipendente ne può trarre tutti i vantaggi, mentre chi vive in un contesto condominiale può montare il videocitofono nel caso in cui è stato unanimemente deliberato in un’assemblea condominiale. Tuttavia nulla vieta di montare anche in un contesto condominale – previa autorizzazione - un videocitofono wi-fi che occupa poco spazio ed è esteticamente discreto. Oltre ai videocitofoni wi-fi esistono anche i campanelli wi-fi, ma vediamo in cosa consistono, come funzionano e come sceglierli. 

Leggi tutto...

Cavo di rete dritto o incrociato: differenze e come scegliere il cavo di rete

I cavi di rete o Ethernet per la connessione internet sembrano tutti identici, in realtà – a parte il connettore RJ45 comune a tutti che permette di collegare un dispositivo come stampante, scanner, NAS a un router, uno switch o un PC – i cavi di rete sono diversi tra loro e con funzioni diverse. Continua a leggere per saperne di più e riuscire a districarti letteralmente nel mondo dei cavi di rete. 

Leggi tutto...

Cronotermostati wi-fi: i migliori sul mercato (2019)

Il termostato o cronotermostato è un apparecchio che si installa per programmare l’accensione della propria caldaia e per regolarne i settaggi. Se i termostati non sono dati in dotazione dalla casa produttrice della caldaia perché il modello non lo prevede, è sempre possibile acquistarne uno compatibile e in commercio si trovano dei termostati o cronotermostati wi-fi molto pratici, facili da installare e utilizzare, compatibili con la maggior parte dei modelli in circolazione e gestibili persino tramite app del proprio smartphone che funziona da telecomando per regolare il cronotermostato. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le offerte per la fibra di Fastweb: qui c’è tutto quello che devi sapere

Prima di esporvi le varie offerte di Fastweb, vediamo di capire cosa è davvero la fibra ottica e cosa cambia rispetto (per esempio) alla “semplice” linea ADSL. Materialmente la fibra ottica si presenta come un cavo composto da sottilissimi filamenti di fibra di vetro che sono trasparenti e fini come un capello (in verità possono essere anche di polimeri plastici avvolti da una guaina di gomma). 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Sistema dei Nomi di Dominio (DNS): funzionamento e descrizione

Definiamo Sistema dei Nomi di Dominio (in inglese Domain Name System, DNS) come il sistema utilizzato per risolvere i nomi degli host in indirizzi IP. Gli host sono quei nodi della rete che “ospitano” gli altri nodi connessi (come ad esempio i telefoni e i computer), mentre gli indirizzi IP sono le “carte d’identità” di tutti questi nodi. Il DNS fu creato nel 1983 da Mockapetri, Partridge e Postel, come descritto nello standard Rfc 882, poi reso obsoleto dai più aggiornati Rfc1034 e Rfc1035.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Wi-Fi di Fastweb: perché sceglierlo?

Ormai sia da casa che dall’ufficio c’è la tendenza a connettersi con tecnologie wireless (senza fili). Il Wi-Fi, fa parte di queste tecnologie, e permette di connettere a internet, senza l’ausilio di fili, uno o più dispositivi che sia uno smartphone, un PC o un tablet. Anche se la connessione ethernet ha meno interferenze, risulta più scomoda perché molto più ingombrante, in quanto in una rete cablata ad ogni cavo corrisponde un dispositivo. Inoltre, in ethernet sarebbe particolarmente scomodo connettere gli smartphone.

Leggi tutto...