La tecnologia di internet ormai è utilizzata da moltissime persone, adulti e ragazzi, e per i più diversi usi: dal lavoro allo studio o al divertimento. Tuttavia, pochissime persone sanno che dietro tale tecnologia apparentemente semplice si trovano invece procedure e meccanismi complessi, che hanno richiesto anni di studio e di lavoro per essere inventati ed utilizzati in maniera ottimale con i dispositivi attuali.

Ad esempio, oggi è possibile digitare in maniera semplice sul proprio computer , tablet o smartphone l'indirizzo di una pagina web che si intende visitare, quella del proprio giornale online preferito o magari quella di un'azienda di scarpe per fare degli acquisti online. Tuttavia, dietro questa apparentemente semplice digitazione, si trova la tecnologia cosiddetta DNS. Andiamo a scoprire cos'è, come funziona e a trovare quello che si riferisce all'azienda Tiscali e quindi il DNS di Tiscali, nel caso dovesse servire per un'eventuale configurazione richiesta.

Cos'è e come funziona il DNS

Acronimo dell'inglese Domain Name System, esso rappresenta un metodo tecnologico che facilita la ricerca e l'individuazione di una pagina web da parte di un computer. In pratica, nell'universo della rete a ciascuna pagina web di un sito corrisponde un indirizzo IP, cioè una stringa numerica composta da diverse cifre e punti. Per semplificare, tale indirizzo e quindi tale cifra rappresenta una sorta di porta, che ci consente di individuare la casa che si vuole visitare (la pagina web in questo caso).

Per poter visitare un qualsiasi sito internet ci si dovrebbe ricordare ciascun indirizzo IP (quindi una stringa di cifre) che corrisponde alla pagina web desiderata, ma, come si comprende facilmente, tutto questo sarebbe praticamente impossibile da fare. In nostro aiuto quindi arriva il sistema dei DNS, che permette di visualizzare il sito web desiderato senza digitare l'indirizzo IP, ma soltanto l'indirizzo del sito. Ad esempio, per quanto riguarda un giornale online, "www.repubblica.it".

Ed il DNS è proprio questo: una sorta di archivio digitale ed universale o, per meglio dire, un database distribuito e gerarchico, che permette di associare ad un dominio (una pagina web) uno specifico indirizzo IP. In questo modo, chiunque può, digitando il nome del dominio, instradare la propria richiesta al DNS e questo ci condurrà verso l'indirizzo IP collegato a quel dominio e quindi al sito richiesto.

Abbiamo definito tale database distribuito e gerarchico in quanto queste sono le caratteristiche principali del sistema. Infatti, quest'ultimo è suddiviso in aree perchè, nel caso ci fossero dei problemi in un'area, l'intero sistema potrebbe continuare a funzionare e non si bloccherebbe totalmente. La gerarchia si nota invece nell'indirizzo di una pagina web, utilizzando l'esempio del giornale online precedente e partendo da destra verso sinistra.

Il primo valore ".it" rappresenta un cosiddetto top level domain e ne esistono di due tipi: generici (.Com, .Net, .Org) e nomi delle nazioni (.it, .us, .fr, per Italia, Stati Uniti e Francia ad esempio). In seguito, dopo il punto, abbiamo un sottodominio: "repubblica", che rappresenta l'azienda o l'organizzazione. Infine, dopo un altro punto, abbiamo il celebre "www", che rappresenta il tipo di servizio offerto ed in questo caso si riferisce al web.

Essendo un sistema ad albero, nel DNS sono importanti i punti, in quanto essi rappresentano le diverse diramazioni che permettono man mano di restringere l'area di ricerca della pagina web e quindi indirizzarne meglio l'individuazione. Come se passassimo, metaforicamente, dalla ricerca di una nazione a quella della provincia e poi ancora alla città e all'indirizzo ed infine al numero civico di una casa.

Nel caso in cui si volessero conoscere i diversi parametri per una connessione al sistema internet della società Tiscali ed in particolare al sistema Adsl o Dialup per inserirli in caso di richiesta, si possono facilmente rintracciare sulla pagina web di assistenza della stessa azienda, per ambedue le tecnologie.

Qualora una configurazione, invece, voglia che gli indirizzi DNS siano specificati in maniera particolare, allora è possibile inserire come DNS cosiddetto primario l'indirizzo 213.205.32.70, mentre come DNS cosiddetto secondario 213.205.36.70. La configurazione dovrebbe così essere stata effettuata correttamente.  

I più condivisi

Vodafone station: istruzioni per l’uso

La Vodafone Station è il portale di accesso al proprio account di linea Fibra e ADSL con Vodafone; per ottenerla, è sufficiente contattare l’assistenza Vodafone sul sito Vodafone.it o chiamare il numero di servizio Vodafone gratuito 190. Dal sito è disponibile un software gratuito che aiuta nella configurazione del modem. 

Leggi tutto...

Il Sistema dei Nomi di Dominio (DNS): funzionamento e descrizione

Definiamo Sistema dei Nomi di Dominio (in inglese Domain Name System, DNS) come il sistema utilizzato per risolvere i nomi degli host in indirizzi IP. Gli host sono quei nodi della rete che “ospitano” gli altri nodi connessi (come ad esempio i telefoni e i computer), mentre gli indirizzi IP sono le “carte d’identità” di tutti questi nodi. Il DNS fu creato nel 1983 da Mockapetri, Partridge e Postel, come descritto nello standard Rfc 882, poi reso obsoleto dai più aggiornati Rfc1034 e Rfc1035.

Leggi tutto...

Tethering wifi con iPhone: connessione internet in casi di emergenza

Avete mai provato ad immaginare una vostra classica giornata senza l’accesso ad Internet? Avete mai provato ad immaginarvi ventiquattro ora senza connessione nel vostro smartphone? Niente notifiche, niente Facebook. Nessuna possibilità di aprire la vostra mail, di caricare foto su Instagram o di leggere le ultime notizie di cronaca: niente di tutto ciò. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco le offerte di Vodafone per la Fibra

Vodafone è uno dei maggiori gestori telefonici per il mobile; tuttavia negli ultimi anni ha investito molto anche sulla banda ultra larga, impegnandosi in un obiettivo molto sfidante: consentire all’85% della popolazione italiana l’accesso ad internet con la fibra ottica, con velocità pari e superiore a100 Mbps (il tutto entro il 2020).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Solo internet: scopri tutte le offerte per la navigazione senza linea telefonica

Per chi sceglie di non avere un telefono fisso in casa ma ha necessità di usufruire solo della connessione dati, quindi di internet, esiste la possibilità di richiedere un abbonamento di questo tipo anche ai maggiori operatori telefonici che a listino propongono offerte dedicate.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le offerte di Vodafone per il wifi: le nostre opinioni

La Vodafone, fondata nel 1984, è una delle più grandi multinazionali nel campo della telefonia fissa e mobile. Negli ultimi decenni le telecomunicazioni hanno compiuto passi da gigante ricercando tecnologie sempre più all’avanguardia. Sin dalla fine degli anni 90 con l’avvento del wi-fi, una tecnologia che permette ai dispositivi di collegarsi tra loro attraverso una rete locale, le compagnie telefoniche hanno messo a disposizione degli utenti dei mezzi per la navigazione.

Leggi tutto...