Tutti noi a casa abbiamo un modem mediante il quale riusciamo ad accedere ad internet e rimanere in costante contatto con il mondo. Che sia infatti per semplice girovagare sul web, che sia per guardare un film o per mandare una mail l’avere a disposizione un’efficiente connessione internet sta alla base di qualsiasi nucleo familiare. 

È oggettivamente strano e atipico da pensare ma se dovessimo stilare una lista delle cose che all’interno della nostra abitazione non possono mancare ai primissimi posti metteremo sicuramente internet e i vantaggi che esso offre. 

Ovviamente però la qualità della nostra connessione internet deve necessariamente di alta qualità. Di offerte, che sia sul web, in tv o sui giornali ce ne sono centinaia: i prezzi ormai sono stracciati e sono lontanissimi i tempi nei quasi si parlava delle classiche connessioni a 56k. Ormai la velocità di connessione è elevatissima (la fibra la fa da padrone) ma spesso e malvolentieri la connessione stessa risulta essere inferiore alle aspettative: può sembrare disturbata o quant’altro ma di fatto la velocità non rispecchia le aspettative. Cosa potere fare dunque per ottimizzare tali prestazioni? Cambiare router? Modificare parametri? Connettere solo pochi apparecchi per volta? 

Tutte soluzioni potenzialmente valide ma prima di prendere decisioni drastiche un consiglio che vogliamo darvi è quello di collegare il vostro modem a cascata. Cosa significa? 

La connessione a cascata 

Per ottimizzare la vostra connessione, dunque, suggeriamo la connessione a cascata del modem. Nello specifico significa collegare il modem che vi è stato dato in dotazione dalla società con la quale avete stipulato il contratto con un altro router nel tentativo di filtrare e rendere molto più forte il segnale stesso. Nel dettaglio ecco le operazioni da dover eseguire per poter effettuare una connessione standard a cascata dei due modem: 

  • Connettere alla presa di connettere il modem dato in dotazione e stabilizzare la connessione con internet con l’inserimento del cavo telefonico; 
  • Attendere la stabilizzazione della connessione internet e attaccare alla presa di corrente il modem-router da noi scelto; 
  • Acceso il secondo router collegare lo stesso mediante cavo ethernet; 
  • Non inserire alcun cavo telefonico all’interno del secondo router in quanto prende il segnale dal primo; 
  • Collegare il router al pc. 

Connessione LAN-LAN e connessione LAN-WAN 

Per collegare i router a cascata esistono due metodologie: la prima è quella del metodo LAN-LAN mentre la seconda è quella del metodo LAN-WAN. Nel primo caso viene creata una rete che di fatto diviene un’estensione di quella che viene generalmente gestita dal primo router. È sicuramente la configurazione più semplice e utilizza lo stesso segmento IP della rete locale. 
Il secondo metodo, quello LAN-WAN invece, prevede che il vecchio modem abbia un solo client connesso, ovvero il router nuovo ed è la configurazione scelta da chi possiede un modem oggettivamente datato. In questo caso i segmenti IP ovviamente saranno differenti. 

Andiamo a vedere nello specifico come procedere con la configurazione dei due tracciati: 

METODO LAN-LAN: prima azione da compiere è la disconnessione di tutti i dispositivi connessi al modem vecchio e riavviare lo stesso. A questo punto dal browser bisogna accedere all’indirizzo del router e modificare l’indirizzo IP modificando il quarto byte.  
Adesso è necessario accertarsi che sia il gateway che il DNS abbiano il medesimo indirizzo IP, ovvero quello del modem del nostro operatore telefonico disabilitando sul nuovo router NAT, DHCP e Firewall.

METODO LAN-WAN: i primi passi nell’installazione dei router secondo questo metodo, almeno inizialmente, sono identici a quelli precedenti. La prima differenza però risiede nella modifica del terzo byte del nostro indirizzo IP e non nel quarto. Qui i DHCP, Firewall e NAT vanno lasciati assolutamente attivi mentre la Subnet Mask deve essere impostata su 255.255.255.0.
A questo punto il nostro vecchio modem avrà solo un client connesso (il nuovo router) che a sua volta fungerà da punto di riferimento per tutti i dispositivi che andremo a connettere. Ogni tanto si potrebbe creare il problema delle aperture delle porte sul router ma basta accedere all’interno del router stesso e aprire le porte manualmente.

I più condivisi

Vodafone station: istruzioni per l’uso

La Vodafone Station è il portale di accesso al proprio account di linea Fibra e ADSL con Vodafone; per ottenerla, è sufficiente contattare l’assistenza Vodafone sul sito Vodafone.it o chiamare il numero di servizio Vodafone gratuito 190. Dal sito è disponibile un software gratuito che aiuta nella configurazione del modem. 

Leggi tutto...

Il Sistema dei Nomi di Dominio (DNS): funzionamento e descrizione

Definiamo Sistema dei Nomi di Dominio (in inglese Domain Name System, DNS) come il sistema utilizzato per risolvere i nomi degli host in indirizzi IP. Gli host sono quei nodi della rete che “ospitano” gli altri nodi connessi (come ad esempio i telefoni e i computer), mentre gli indirizzi IP sono le “carte d’identità” di tutti questi nodi. Il DNS fu creato nel 1983 da Mockapetri, Partridge e Postel, come descritto nello standard Rfc 882, poi reso obsoleto dai più aggiornati Rfc1034 e Rfc1035.

Leggi tutto...

Tethering wifi con iPhone: connessione internet in casi di emergenza

Avete mai provato ad immaginare una vostra classica giornata senza l’accesso ad Internet? Avete mai provato ad immaginarvi ventiquattro ora senza connessione nel vostro smartphone? Niente notifiche, niente Facebook. Nessuna possibilità di aprire la vostra mail, di caricare foto su Instagram o di leggere le ultime notizie di cronaca: niente di tutto ciò. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco le offerte di Vodafone per la Fibra

Vodafone è uno dei maggiori gestori telefonici per il mobile; tuttavia negli ultimi anni ha investito molto anche sulla banda ultra larga, impegnandosi in un obiettivo molto sfidante: consentire all’85% della popolazione italiana l’accesso ad internet con la fibra ottica, con velocità pari e superiore a100 Mbps (il tutto entro il 2020).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Solo internet: scopri tutte le offerte per la navigazione senza linea telefonica

Per chi sceglie di non avere un telefono fisso in casa ma ha necessità di usufruire solo della connessione dati, quindi di internet, esiste la possibilità di richiedere un abbonamento di questo tipo anche ai maggiori operatori telefonici che a listino propongono offerte dedicate.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le offerte di Vodafone per il wifi: le nostre opinioni

La Vodafone, fondata nel 1984, è una delle più grandi multinazionali nel campo della telefonia fissa e mobile. Negli ultimi decenni le telecomunicazioni hanno compiuto passi da gigante ricercando tecnologie sempre più all’avanguardia. Sin dalla fine degli anni 90 con l’avvento del wi-fi, una tecnologia che permette ai dispositivi di collegarsi tra loro attraverso una rete locale, le compagnie telefoniche hanno messo a disposizione degli utenti dei mezzi per la navigazione.

Leggi tutto...