Tutti noi a casa abbiamo un modem mediante il quale riusciamo ad accedere ad internet e rimanere in costante contatto con il mondo. Che sia infatti per semplice girovagare sul web, che sia per guardare un film o per mandare una mail l’avere a disposizione un’efficiente connessione internet sta alla base di qualsiasi nucleo familiare. 

È oggettivamente strano e atipico da pensare ma se dovessimo stilare una lista delle cose che all’interno della nostra abitazione non possono mancare ai primissimi posti metteremo sicuramente internet e i vantaggi che esso offre. 

Ovviamente però la qualità della nostra connessione internet deve necessariamente di alta qualità. Di offerte, che sia sul web, in tv o sui giornali ce ne sono centinaia: i prezzi ormai sono stracciati e sono lontanissimi i tempi nei quasi si parlava delle classiche connessioni a 56k. Ormai la velocità di connessione è elevatissima (la fibra la fa da padrone) ma spesso e malvolentieri la connessione stessa risulta essere inferiore alle aspettative: può sembrare disturbata o quant’altro ma di fatto la velocità non rispecchia le aspettative. Cosa potere fare dunque per ottimizzare tali prestazioni? Cambiare router? Modificare parametri? Connettere solo pochi apparecchi per volta? 

Tutte soluzioni potenzialmente valide ma prima di prendere decisioni drastiche un consiglio che vogliamo darvi è quello di collegare il vostro modem a cascata. Cosa significa? 

La connessione a cascata 

Per ottimizzare la vostra connessione, dunque, suggeriamo la connessione a cascata del modem. Nello specifico significa collegare il modem che vi è stato dato in dotazione dalla società con la quale avete stipulato il contratto con un altro router nel tentativo di filtrare e rendere molto più forte il segnale stesso. Nel dettaglio ecco le operazioni da dover eseguire per poter effettuare una connessione standard a cascata dei due modem: 

  • Connettere alla presa di connettere il modem dato in dotazione e stabilizzare la connessione con internet con l’inserimento del cavo telefonico; 
  • Attendere la stabilizzazione della connessione internet e attaccare alla presa di corrente il modem-router da noi scelto; 
  • Acceso il secondo router collegare lo stesso mediante cavo ethernet; 
  • Non inserire alcun cavo telefonico all’interno del secondo router in quanto prende il segnale dal primo; 
  • Collegare il router al pc. 

Connessione LAN-LAN e connessione LAN-WAN 

Per collegare i router a cascata esistono due metodologie: la prima è quella del metodo LAN-LAN mentre la seconda è quella del metodo LAN-WAN. Nel primo caso viene creata una rete che di fatto diviene un’estensione di quella che viene generalmente gestita dal primo router. È sicuramente la configurazione più semplice e utilizza lo stesso segmento IP della rete locale. 
Il secondo metodo, quello LAN-WAN invece, prevede che il vecchio modem abbia un solo client connesso, ovvero il router nuovo ed è la configurazione scelta da chi possiede un modem oggettivamente datato. In questo caso i segmenti IP ovviamente saranno differenti. 

Andiamo a vedere nello specifico come procedere con la configurazione dei due tracciati: 

METODO LAN-LAN: prima azione da compiere è la disconnessione di tutti i dispositivi connessi al modem vecchio e riavviare lo stesso. A questo punto dal browser bisogna accedere all’indirizzo del router e modificare l’indirizzo IP modificando il quarto byte.  
Adesso è necessario accertarsi che sia il gateway che il DNS abbiano il medesimo indirizzo IP, ovvero quello del modem del nostro operatore telefonico disabilitando sul nuovo router NAT, DHCP e Firewall.

METODO LAN-WAN: i primi passi nell’installazione dei router secondo questo metodo, almeno inizialmente, sono identici a quelli precedenti. La prima differenza però risiede nella modifica del terzo byte del nostro indirizzo IP e non nel quarto. Qui i DHCP, Firewall e NAT vanno lasciati assolutamente attivi mentre la Subnet Mask deve essere impostata su 255.255.255.0.
A questo punto il nostro vecchio modem avrà solo un client connesso (il nuovo router) che a sua volta fungerà da punto di riferimento per tutti i dispositivi che andremo a connettere. Ogni tanto si potrebbe creare il problema delle aperture delle porte sul router ma basta accedere all’interno del router stesso e aprire le porte manualmente.

I più condivisi

Copertura Iliad: come verificarla?

Smartphone e Tablet ormai occupano il più grande spazio del nostro vivere quotidiano. Senza di essi risultiamo essere passi e quasi inesistenti: tramite loro studiamo, lavoriamo, fissiamo appuntamenti, facciamo delle ricerche, commercializziamo e via discorrendo.

Leggi tutto...

APN Wind, ecco come configurarli

Sono ormai passati parecchi anni quando si provava stupore, per via dell’allora nuovi mezzi di comunicazione, quando si riusciva a scambiare file multimediali tra un dispositivo e l’altro. Erano i primi anni degli anni duemila quando ci si emoziona ricevendo un MMS (Multimedia Message Service) che permetteva l’inoltro di fotografie che a dire il vero avevano qualità quantomeno discutibili.

Leggi tutto...

APN Vodafone, cosa sono e come impostarli

Ormai non prendiamo in giro non c’è più vita senza internet. La nostra vita, sistematicamente, ruota intorno a quella che è la navigazione sul web che ci permette, indipendentemente da tutto, di giostrare la nostra vita: mediante internet, infatti, noi facciamo tutto. Per esempio ne usufruiamo per lavorare, per studiare (ormai tantissime università permettono di perseguire la laurea mediante studi e lezioni che si svolgono solo ed esclusivamente via etere), per metterci in contatto con gli altri e via discorrendo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecco le offerte di Vodafone per la Fibra

Vodafone è uno dei maggiori gestori telefonici per il mobile; tuttavia negli ultimi anni ha investito molto anche sulla banda ultra larga, impegnandosi in un obiettivo molto sfidante: consentire all’85% della popolazione italiana l’accesso ad internet con la fibra ottica, con velocità pari e superiore a100 Mbps (il tutto entro il 2020).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come aumentare la velocità dell’ADSL: qualche trucco

Aumentare la velocità dell’adsl e renderla al contempo stabile e più affidabile, si può! In realtà, però, è impossibile riuscire a raggiungere una maggiore velocità di trasferimento dei dati rispetto a quella che ci viene fornita dal gestore a cui ci siamo abbonati e, comunque, quasi tutti gli utenti non riescono a sfruttare al meglio le potenzialità che offre la propria rete domestica.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Wifi Tre: ecco tutte le offerte

Al giorno d’oggi è sempre maggiore la necessità di disporre di una linea internet dovunque ci si trovi. Questo spiega come mai quasi ogni famiglia possiede sia un abbonamento per la rete di casa che una tariffa per ogni telefono cellulare dei componenti del nucleo familiare. L'ideale, ovviamente, sarebbe quello di riuscire a risparmiare qualcosa sui costi attraverso la sottoscrizione di alcune promozioni che comprendono la connessione internet di tipo wiFi per casa in abbinamento al numero di schede per la telefonia mobile di cui si ha bisogno.

Leggi tutto...