I protocolli POP3s, IMAPs e SMTPs sono le evoluzioni dei protocolli standard POP3 e IMAP e hanno la caratteristica aggiunta della crittografia per rendere sicuro lo scambio di comunicazioni via e-mail. Il metodo di crittografia utilizzato è lo StartTLS, ma per alcuni programmi di gestione della posta elettronica come MS Outlook, il sistema StartTLS non è disponibile per cui il metodo crittografico da utilizzare è solo il TLS. 

Il protocollo SMTP – Simple Mail Transfer Protocol – in particolare si occupa di recapitare i messaggi nelle mailbox dei destinatari o inoltrarli al server che provvederà a farlo. Ogni account mail ha i propri parametri di impostazione dei protocolli e in questa guida vediamo come configurare l’SMTP di TIM.

I parametri di configurazione del protocollo SMTP

Ogni server di posta in uscita ha dei limiti di spazio e dimensioni della mail che si invia, soprattutto il limite è vincolato agli allegati e alle dimensioni dei file. Quando si superano le soglie di dimensione, le e-mail vengono bloccate o non partono.

Per quanto riguarda il server SMTP di TIM, funzione su indirizzi IP condivisi e che pertanto non garantiscono un’erogazione adeguata, soprattutto per l’invio di e-mail di massa o le newsletter.

In ogni caso la configurazione dell’SMTP per il Server di TIM sul proprio client – o programma di gestione – della posta elettronica è semplice. I passaggi sono i seguenti:

  1. Aprire il programma di gestione/client (per esempio Outlook o Thunderbird).
  2. Alla voce descrizione inserire il nome per identificare il server, per esempio “Server TIM”;
  3. Nel campo “nome server” inserire: box.posta.tim;
  4. Nel campo “Porta SMTP TIM” inserire il numero 25 (il 465 è predefinito);
  5. Nel campo “nome utente” inserire l’indirizzo e-mail TIM.

Per aumentare la sicurezza dell’account è possibile impostare un sistema di autenticazione con password. Completata la compilazione dei campi richiesti, si preme sul tasto OK e la configurazione è terminata e sarà subito disponibile l’uso del client per gestire e scaricare le e-mail su PC.

Tutto ciò funziona se si possiede una e-mail TIM configurata con i suoi parametri.

Configurazione dei parametri mail 

tim fibra ottica

Gli utenti TIM possono aprire una casella di posta elettronica con l’estensione @tim.it oppure @alice.it, per ciascuna di queste mail, però la configurazione è leggermente diversa.

Configurazione per @alice.it

  1. Nome utente : inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @alice.it (esempio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.);
  2. Server di posta in arrivo POP3: in.alice.it;
  3. Server di posta in arrivo IMAP: in.alice.it;
  4. Numero porta POP3: 110;
  5. Numero porta IMAP: 143;
  6. Server di posta in uscita SMTP: out.alice.it;
  7. Numero porta SMTP: 587;
  8. Autenticazione posta in uscita (SMTP): necessaria.

Configurazione per @tim.it

  1. Nome utente  : inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @tim.it (esempio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.);
  2. Server di posta in arrivo POP3: pop.tim.it;
  3. Server di posta in arrivo IMAP: imap.tim.it;
  4. Numero porta POP3/POP3s: 110;
  5. Numero porta IMAP/IMAPs: 143;
  6. Server di posta in uscita SMTP: smtp.tim.it;
  7. Numero porta SMTP/SMTPs: 587;
  8. Autenticazione posta in uscita SMTP/SMTPs: necessaria.

La mail @tim.it può essere configurata con protocolli sicuri utilizzando le versioni più evolute per l’invio e la ricezione dei messaggi di posta e che prevedono l’uso della crittografia. In questo caso, per potenziare la sicurezza alla voce “Metodo di Crittografia” al posto del campo vuoto si inserisce o seleziona la sigla StartTLS oppure solo TLS per i programmi di posta/client che non prevedono il metodo StartTLS. Per gli utenti che i cui sistemi non contemplano né il metodo StratTLS né il TLS (come ad esempio i sistemi operativi iOS) possono utilizzare per la posta in arrivo come sistema di crittografia lo standard SSL utilizzando gli stessi nomi del server TIM ma su porte diverse e nello specifico rispettivamente ai protocolli IMAP e POP:

POP3s: porta 993 (Metodo di Crittografia: SSL);

IMAPs: porta 995 (Metodo di Crittografia: SSL).

Eventuali specifiche o informazioni sono reperibili anche sul sito TIM con la guida alla configurazione dell’account di posta e del client.

Cosa fare in caso di problemi di accesso e di sicurezza

Dopo aver visto come configurare la posta TIM, cerchiamo ora di capire cosa fare nel caso in cui, malauguratamente, dovessimo avere qualche problema di accesso alla posta o anche di sicurezza dei dati. Ad esempio, se ci sono problemi a configurare il client di posta sul nostro dispositivo, possiamo sempre rivolgerci all’assistenza tecnica della TIM, contattando direttamente la compagnia telefonica tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite fax al numero 06 91254153. In entrambi i casi sarà bene descrivere in modo accurato il problema che riscontriamo nel fare il login o nel configurare la nostra posta, inserendo anche un numero di telefono al quale essere eventualmente ricontattati dall’assistenza tecnica. Sempre meglio, poi, indicare anche a chi è intestato l’indirizzo di posta elettronica su cui ci sono problemi e prepararci a confermare l’identità dell’intestatario. Entrando, invece, nel tema più complesso della sicurezza digitale, in questo ambito purtroppo il problema più grande è rappresentato dal fenomeno del phishing, vale a dire la frode attuata da malfattori e criminali che vogliono prendere possesso dei nostri dati, anagrafica e password compresi, per chiedere qualcosa in cambio o venderli a qualcun altro. Si tratta, quindi, di frodi elettroniche e digitali a tutti gli effetti, crimini universalmente riconosciuti dalla legge e puniti. Come avviene il phishing? Spesso una modalità molto diffusa consiste nel ricevere una mail che sembra provenire dalla nostra banca o dalla nostra compagnia telefonica. In queste mail, inoltre, c’è sempre un link su cui cliccare che è quello tramite il quale verrebbero praticamente i nostri dati. Altre volte, invece, si chiede di seguire un link e di inserire o confermare i nostri dati sensibili, magari fingendo di averne bisogno per un aggiornamento della sicurezza o un miglioramento dei servizi offerti. Tuttavia, seguendo il link saremo indirizzati su una pagina creata ad hoc per rubare i nostri dati, con loghi e firme false create appositamente per la frode. Ricordiamo sempre, allora, che una banca o una compagnia telefonica o chiunque altro non ci contatterà mai - a meno di saperlo già preventivamente - tramite mail o al telefono per chiedere la conferma di dati sensibili che ci riguardano. Chiediamo sempre, nel caso, di poter fare riferimento a qualcuno che lavori in una filiale o di ricevere qualcosa via posta eventualmente da sottoscrivere di persona. Un occhio attento e vigile, tuttavia, saprà riconoscere alcune difformità anche a livello estetico in queste pagine: quasi mai, infatti i loghi sono perfettamente rispondenti a quelli reali e spesso anche l’estetica della mail è diversa e molto più semplice e basica di mail realmente inviate da banche o compagnie.

Potrebbe interessarti

Copertura Linkem: come verificarla?

Spesso, fra le offerte Internet senza il telefono fisso si possono trovare alcune alternative molto interessanti a prezzi accessibili. A esempio il WiMax di Linkem è un’opzione che può risultare molto valida.

Leggi tutto...

Come configurare la Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Leggi tutto...

Configurazione di un modem Tiscali

Se avete sottoscritto un contatto con il provider Tiscali dovrete sicuramente configurare il vostro nuovo modem per riuscire a navigare con la connessione di rete internet. Solitamente i dispositivi che vengono forniti alla sottoscrizione del contratto sono già pre-configurati per non creare problemi già dal primo utilizzo e avviarli in modo semplice e veloce appena vengono collegati.

Leggi tutto...

Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Immagine usata nell'articolo Modem Fastweb: ecco come fare per procedere nella sua configurazione

Se avete sottoscritto da poco tempo un abbonamento alla rete Fastweb sicuramente vi troverete davanti alla necessità di dover configurare il modem fornito da loro, per avviare la navigazione online.

Leggi tutto...

Come configurare un modem Infostrada

Se avete deciso di sottoscrivere un abbonamento con Infostrada per la navigazione in Internet dovrete configurare il vostro nuovo modem. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Smart working, tutto quello che c'è da sapere

Come navigare a 4G illimitati

L'emergenza covid19 ha portato tanti cambiamenti e disastri nel nostro paese, migliaia e migliaia di morti, disoccupati e attività chiuse. Come ben potrete immaginare è stato necessario adattarsi al fine di riuscire a contenere il problema, prima che la situazione sfuggisse di controllo.

Leggi tutto...

Come funziona il buono regalo su Amazon

Amazon è notoriamente il più vasto e noto portale di e-commerce dove è facile fare acquisti online e anche risparmiare, soprattutto se si utilizzano i buoni regalo Amazon, ma cosa sono e come funzionano? La prima cosa da precisare è che i buoni Amazon possono essere “riscattati” personalmente oppure regalati ad altri o ottenerli per sé stessi, così come è possibile riceverli da altri utenti e riscattarli associando il buono al proprio account. Ma procediamo per gradi per capire come sfruttare al meglio i buoni regalo su Amazon

Leggi tutto...

Amazon: come funziona con i resi e con i rimborsi?

Se avete un acquisto su Amazon ma dopo aver ricevuto l’articolo, purtroppo, vi siete accorti che quello che avete ricevuto non è ciò che vi aspettavate, non c’è nessun problema, in quanto, potrete avvalervi del servizio Amazon resi che vi dà la possibilità di restituire al venditore l’articolo non conforme alle aspettative e ottenerne la sostituzione oppure addirittura il rimborso.

Leggi tutto...