Dopo aver parlato di Hotmail, oggi tocca ad un altro approfondimento. I protocolli POP3s, IMAPs e SMTPs sono le evoluzioni dei protocolli standard POP3 e IMAP e hanno la caratteristica aggiunta della crittografia per rendere sicuro lo scambio di comunicazioni via e-mail. Il metodo di crittografia utilizzato è lo StartTLS, ma per alcuni programmi di gestione della posta elettronica come MS Outlook, il sistema StartTLS non è disponibile per cui il metodo crittografico da utilizzare è solo il TLS. 

Il protocollo SMTP – Simple Mail Transfer Protocol – in particolare si occupa di recapitare i messaggi nelle mailbox dei destinatari o inoltrarli al server che provvederà a farlo. Ogni account mail ha i propri parametri di impostazione dei protocolli e in questa guida vediamo come configurare l’SMTP di TIM.

I parametri di configurazione del protocollo SMTP

Ogni server di posta in uscita ha dei limiti di spazio e dimensioni della mail che si invia, soprattutto il limite è vincolato agli allegati e alle dimensioni dei file. Quando si superano le soglie di dimensione, le e-mail vengono bloccate o non partono.

Per quanto riguarda il server SMTP di TIM, funzione su indirizzi IP condivisi e che pertanto non garantiscono un’erogazione adeguata, soprattutto per l’invio di e-mail di massa o le newsletter.

In ogni caso la configurazione dell’SMTP per il Server di TIM sul proprio client – o programma di gestione – della posta elettronica è semplice. I passaggi sono i seguenti:

  1. Aprire il programma di gestione/client (per esempio Outlook o Thunderbird).
  2. Alla voce descrizione inserire il nome per identificare il server, per esempio “Server TIM”;
  3. Nel campo “nome server” inserire: box.posta.tim;
  4. Nel campo “Porta SMTP TIM” inserire il numero 25 (il 465 è predefinito);
  5. Nel campo “nome utente” inserire l’indirizzo e-mail TIM.

Per aumentare la sicurezza dell’account è possibile impostare un sistema di autenticazione con password. Completata la compilazione dei campi richiesti, si preme sul tasto OK e la configurazione è terminata e sarà subito disponibile l’uso del client per gestire e scaricare le e-mail su PC.

Tutto ciò funziona se si possiede una e-mail TIM configurata con i suoi parametri.

Configurazione dei parametri mail 

tim fibra ottica

Gli utenti TIM possono aprire una casella di posta elettronica con l’estensione @tim.it oppure @alice.it, per ciascuna di queste mail, però la configurazione è leggermente diversa.

Configurazione per @alice.it

  1. Nome utente : inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @alice.it (esempio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.);
  2. Server di posta in arrivo POP3: in.alice.it;
  3. Server di posta in arrivo IMAP: in.alice.it;
  4. Numero porta POP3: 110;
  5. Numero porta IMAP: 143;
  6. Server di posta in uscita SMTP: out.alice.it;
  7. Numero porta SMTP: 587;
  8. Autenticazione posta in uscita (SMTP): necessaria.

Configurazione per @tim.it

  1. Nome utente  : inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @tim.it (esempio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.);
  2. Server di posta in arrivo POP3: pop.tim.it;
  3. Server di posta in arrivo IMAP: imap.tim.it;
  4. Numero porta POP3/POP3s: 110;
  5. Numero porta IMAP/IMAPs: 143;
  6. Server di posta in uscita SMTP: smtp.tim.it;
  7. Numero porta SMTP/SMTPs: 587;
  8. Autenticazione posta in uscita SMTP/SMTPs: necessaria.

La mail @tim.it può essere configurata con protocolli sicuri utilizzando le versioni più evolute per l’invio e la ricezione dei messaggi di posta e che prevedono l’uso della crittografia. In questo caso, per potenziare la sicurezza alla voce “Metodo di Crittografia” al posto del campo vuoto si inserisce o seleziona la sigla StartTLS oppure solo TLS per i programmi di posta/client che non prevedono il metodo StartTLS. Per gli utenti che i cui sistemi non contemplano né il metodo StratTLS né il TLS (come ad esempio i sistemi operativi iOS) possono utilizzare per la posta in arrivo come sistema di crittografia lo standard SSL utilizzando gli stessi nomi del server TIM ma su porte diverse e nello specifico rispettivamente ai protocolli IMAP e POP:

POP3s: porta 993 (Metodo di Crittografia: SSL);

IMAPs: porta 995 (Metodo di Crittografia: SSL).

Eventuali specifiche o informazioni sono reperibili anche sul sito TIM con la guida alla configurazione dell’account di posta e del client.

Cosa fare in caso di problemi di accesso e di sicurezza

Dopo aver visto come configurare la posta TIM, cerchiamo ora di capire cosa fare nel caso in cui, malauguratamente, dovessimo avere qualche problema di accesso alla posta o anche di sicurezza dei dati. Ad esempio, se ci sono problemi a configurare il client di posta sul nostro dispositivo, possiamo sempre rivolgerci all’assistenza tecnica della TIM, contattando direttamente la compagnia telefonica tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite fax al numero 06 91254153. In entrambi i casi sarà bene descrivere in modo accurato il problema che riscontriamo nel fare il login o nel configurare la nostra posta, inserendo anche un numero di telefono al quale essere eventualmente ricontattati dall’assistenza tecnica. Sempre meglio, poi, indicare anche a chi è intestato l’indirizzo di posta elettronica su cui ci sono problemi e prepararci a confermare l’identità dell’intestatario. Entrando, invece, nel tema più complesso della sicurezza digitale, in questo ambito purtroppo il problema più grande è rappresentato dal fenomeno del phishing, vale a dire la frode attuata da malfattori e criminali che vogliono prendere possesso dei nostri dati, anagrafica e password compresi, per chiedere qualcosa in cambio o venderli a qualcun altro. Si tratta, quindi, di frodi elettroniche e digitali a tutti gli effetti, crimini universalmente riconosciuti dalla legge e puniti. Come avviene il phishing? Spesso una modalità molto diffusa consiste nel ricevere una mail che sembra provenire dalla nostra banca o dalla nostra compagnia telefonica. In queste mail, inoltre, c’è sempre un link su cui cliccare che è quello tramite il quale verrebbero praticamente i nostri dati. Altre volte, invece, si chiede di seguire un link e di inserire o confermare i nostri dati sensibili, magari fingendo di averne bisogno per un aggiornamento della sicurezza o un miglioramento dei servizi offerti. Tuttavia, seguendo il link saremo indirizzati su una pagina creata ad hoc per rubare i nostri dati, con loghi e firme false create appositamente per la frode. Ricordiamo sempre, allora, che una banca o una compagnia telefonica o chiunque altro non ci contatterà mai - a meno di saperlo già preventivamente - tramite mail o al telefono per chiedere la conferma di dati sensibili che ci riguardano. Chiediamo sempre, nel caso, di poter fare riferimento a qualcuno che lavori in una filiale o di ricevere qualcosa via posta eventualmente da sottoscrivere di persona. Un occhio attento e vigile, tuttavia, saprà riconoscere alcune difformità anche a livello estetico in queste pagine: quasi mai, infatti i loghi sono perfettamente rispondenti a quelli reali e spesso anche l’estetica della mail è diversa e molto più semplice e basica di mail realmente inviate da banche o compagnie.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Modelli di Kindle: ti presentiamo le loro caratteristiche

Negli ultimi anni la tecnologia è arrivata anche a sostituire i libri cartacei. Infatti, per alcune persone  è molto più semplice portare con sé in una borsa o zainetto un dispositivo elettronico piuttosto che un libro, magari anche ingombrante e pesante, da leggere su un mezzo pubblico. In questo modo, è iniziata una certa diffusione dei cosiddetti Kindle. Questi, in pratica, sono dei dispositivi tecnologici particolari, che permettono di leggere libri in formato elettronico e comunemente noti come E-book.

Smart working per i privati: tutto quello che c'è da sapere per organizzarsi

smart working

Negli ultimi mesi è stato necessario adattarsi al fine di riuscire a contenere il problema, prima che la situazione sfuggisse di controllo.

PC Samsung: novità e ultimi modelli sul mercato dei computer

PC

L’azienda Samsung è tornata nel 2020 sul mercato, per quanto riguarda i PC Samsung, con tre nuovi modelli di portatile che saranno disponibili a brevissimo in Italia:

Tethering su iPhone: wifi e connessione internet in casi di emergenza

girl 1192032 640

Avete mai provato ad immaginare una vostra classica giornata senza l’accesso ad Internet? Avete mai provato ad immaginarvi ventiquattro ora senza connessione nel vostro smartphone? Niente notifiche, niente Facebook. Nessuna possibilità di aprire la vostra mail, di caricare foto su Instagram o di leggere le ultime notizie di cronaca: niente di tutto ciò. 

Vodafone Station Revolution: ecco quali sono gli step per configurarla

vodafone station revolution

Se avete appena sottoscritto un’offerta Vodafone per l’ADSL di casa dovrete configurare, sicuramente, un nuovo modem. Per effettuare questa procedura è necessario impostare, tramite il pannello di controllo, determinati parametri propri della compagnia telefonica.

Virgilio Mail: Ecco come risolvere eventuali problemi senza intoppi

Immagine usata nell'articolo Come risolvere i problemi di accesso a Virgilio mail

Virgilio Mail è il servizio di posta elettronica gestita dal gruppo ItaliaOnline (a cui appartiene anche Pagine Bianche) e di proprietà dell’imprenditore egiziano Naguib Sawiris. Nonostante i servizi di posta elettronica siano oggi sempre molto efficienti, non sono esclusi problemi di connessione di accesso al login. Qualora vi imbatteste in problemi inerenti al Virgilio mail login, leggendo questa guida dovreste essere in grado di risolverli da soli. Esaminiamo i principali problemi di accesso all’account Virgilio.

I più condivisi

Dizionario Latino online, uno strumento davvero utile

dizionario-latino-online.png/

Può capitare qualche volta di dover tradurre una porzione di versione di Latino oppure una semplice frase, ma non avere la preparazione scolastica di base adeguata oppure il tempo necessario per fare tutto questo. In tal caso, ancora una volta, internet e la sua tecnologia possono dare un aiuto importante, grazie all’uso di un dizionario di Latino online. Infatti, come vedremo, di questo genere di vocabolari ne esistono di varie tipologie e la maggior parte di semplicissimo utilizzo.

Convertitore mp3 online, ecco di cosa si tratta

convertitore-mp3-online.png/

Alcune persone amano sentire della musica in alcuni momenti della giornata, soprattutto quando ci si trova sui mezzi pubblici o ci si rilassa durante una passeggiata, attraverso vari dispositivi elettronici. E per potervi inserire dei brani musicali, magari scaricati dal web, si necessita di un convertitore mp3 online, che consenta di convertirli appunto in una modalità facilmente leggibile da qualsiasi sistema elettronico e così poterli ascoltare ovunque ci si trovi e quando si desidera.

Speed Test ADSL Alice: ecco come fare

Se ci sono problemi tecnici sulla linea ADSL Telecom (Tim) o si desidera sottoscrivere un piano ADSL Alice ma non si è sicuri che la propria zona di residenza sia coperta dal servizio, è possibile effettuare un test di misurazione della velocità di rete, ovvero uno speed test ADSL Alice. Il test si può fare in completa autonomia e tramite alcuni diversi strumenti anche online senza la necessità di scaricare alcun software specifico o installare programmi aggiuntivi. Prima di avviare la misurazione occorre accertarsi che sul PC non siano in funzione software, cosiddetti P2P, ovvero gli uTorrent oppure eMule, che tendono a rallentare molto l’esperienza di navigazione, così come è bene assicurarsi che non vi siano altri dispositivi collegati che stiano in fase di download o upload perché questo potrebbe ovviamente falsificare i risultati.

Speed test ADSL Telecom: misura la velocità della tua connessione

Capita a volte che per cause diverse si possano verificare dei rallentamenti nella connessione di rete. Vi sono degli strumenti digitali e online che permettono di misurare lo stato e la velocità di connessione. In particolar modo se possiedi una connessione ADSL o fibra di (ex)-Telecom – oggi TIM - si può effettuare uno speed test dell’ADSL Telecom. I misuratori di velocità online sono facili da utilizzare e in pochi secondi e gratuitamente forniscono un dato certo e affidabile sulla velocità di connessione in download e upload che si tratti della linea domestica o dell’ufficio. Capire la performance della propria rete di navigazione internet può semplicemente servire per soddisfare una curiosità oppure essere un valido strumento per valutare l’opportunità di cambiare gestore di rete o internet provider.