Mentre prima il wireless era usato solo da pochi fortunati, oggi si può dire che questo tipo di connessione è utilizzato quotidianamente da tutti, infatti, si tratta del modo più facile per avere accesso alla rete Internet senza ritrovarsi per casa un groviglio di cavi. Ciò ha portato anche alla diffusione di un numero sempre maggiore di elettrodomestici che utilizzano questa connessione, purtroppo però, non si riesce sempre a connetterli a tutte le zone del nostro appartamento. Se il WiFi di casa vostra ha un segnale molto debole, non necessariamente bisognerà sostenere dei costi per contattare un tecnico oppure, addirittura, comprare un nuovo router; infatti esistono delle soluzioni pratiche che possono aiutare a migliorare la qualità della vostra connessione.

Vediamo quindi come potenziare il Wifi di casa con qualche piccolo consiglio.

Scopriamo quali sono i trucchi del mestiere per potenziare il nostro segnale

Alle volte, non si devono obbligatoriamente fare dei cambiamenti radicali o sostenere spese ingenti per migliore la connessione, infatti, basterebbe adottare alcune accortezze molto semplici per guadagnare il più possibile dai dispositivi che già si possiedono in casa. Ovviamente non tutti disponiamo di una laurea in tecnica informatica, quindi ecco a voi alcuni fra questi “trucchi” che aiutano a risolvere i problemi della connessione casalinga e che potrebbero esservi di grande aiuto.

Come prima cosa bisogna sapere che le onde si espandono radialmente verso tutte le direzioni, quindi, il router deve assolutamente essere sistemato nella zona più centrale di casa vostra per far sì che la distanza da percorrere, per raggiungere qualsiasi angolo dell’appartamento, sia minima. A questo proposito si deve, altresì, tenere conto di possibili interferenze che causano una riduzione del segnale come ad esempio dei muri.

Al contrario di ciò che si crede, non si può aumentare il segnale in uscita dal modem che, invece, si può rendere maggiormente efficiente. Infatti, alcuni tipi di metallo si possono usare per focalizzare il vostro segnale soltanto nelle aree in cui c’è realmente la necessità.

È risaputo che la maggior parte dei modem WiFi trasmettono entro i limiti dello standard 802.11, sulla una lunghezza d’onda pari a 2,4 GHz. Ma non si tratta della sola tecnologia che sfrutta questa frequenza, infatti anche il Bluetooth, i forni a microonde ed i telefoni cordless hanno gli stessi parametri e ciò contribuisce a diminuire la qualità del segnale. Per evitare questo problema, esistono oggi dei router di ultima generazione in grado di trasmettere su una frequenza di 5 GHz.

Un’altra soluzione che si può adottare nel caso in cui il vostro segnale viaggi sulla banda di 2,4 GHz è quella di utilizzare uno fra i tredici canali in cui la banda è suddivisa scegliendo tra quelli che comunemente sono riconosciuti come più protetti dalle interferenze cioè: 1, 5, 9 e 13. Molto utile sarebbe organizzarsi con i vicini sul canale usato da ognuno per non disturbarsi a vicenda.

Se con tutte queste soluzioni non avete trovato nessun beneficio sulla vostra connessione, allora, probabilmente dovrete fornirvi di un ripetitore di segnale che vi consentirà, se sistemato correttamente, di raddoppiare la vostra copertura.  

Per potenziare il segnale, come ultimo consiglio, vi suggeriamo di tenere sempre aggiornato il firmware del vostro modem Wifi preoccupandovi di effettuare prima un backup delle vostre impostazioni al fine di evitare una noiosa riconfigurazione.

Usiamo l’ultimo protocollo Wi-Fi e facciamo attenzione ai furti

Uno dei metodi migliori per far viaggiare ripetutamente e al massimo della velocità il vostro Wi-Fi di casa è quello di usare un buon router e dei dispositivi che siano sempre compatibili con gli ultimissimi standard che vengono continuamente riconosciuti dal Consorzio Wi-Fi. Gli standard di cui sopra sono l’IEEE 802.11°, lo IEEE 802.11b e, infine, lo IEEE 802.11g che abbreviati sono comunemente conosciuti come A, B e G ma che, ormai, sono parecchio datati e quindi, non riescono più ad essere garanti di una velocità di connessione sufficiente per le attuali necessità di ognuno. Nel caso in cui vi troviate nella condizione di dover acquistare un nuovo router Wi-Fi, quindi, accertatevi preventivamente che esso sia compatibile, per lo meno con gli standard dettati dal protocollo IEEE 802.11n o, sarebbe meglio ancora che il nuovo dispositivo fosse corrispondente con le specifiche delle direttive stabilite dal protocollo IEEE 802.11ac. In questo modo, aspettando che lo standard WiGig non sia più un’utopia ma diventi finalmente una realtà, potrete navigare ad una velocità superiore, per lo meno, ad 1 gigabit al secondo che, comunque, è un ottimo risultato!

Una rete potente e veloce come quella che avrete così ottenuto farà sicuramente gola ai vostri vicini ed una bassa o scarsa velocità di connessione Wi-Fi può anche essere dovuta ad un paio di vicini furbi che hanno deciso di approfittare della vostra buona fede e si sono collegati alla vostra linea di casa senza alcun preavviso perché voi non avete impostato una password per l’accesso. Quindi, per evitare che questo accada è sempre utile, nonché necessario, dedicarsi all’utilizzo di un determinato protocollo di sicurezza ed impostare una complicata password per l’accesso alla rete: questo, non solo consentirà di migliorare la velocità della connessione di rete Wi-Fi, ma potrà anche garantirvi una migliore sicurezza per i vostri dispositivi che si trovano connessi alla rete casalinga.

Per gli amanti del fai da te: antenne e lattine

Se volete fare un esperimento realizzando una particolare soluzione fai da te, basterà acquistare una lattina di birra, che svuoterete e pulirete con cura. Successivamente dovrete srotolarla del tutto, tagliandola nel centro. Ricordatevi di togliere il fondo e di mantenere, invece, la linguetta al lato opposto, in modo da riuscire a fissare la lattina all’antenna del router: otterrete così una specie di piccolo radar in alluminio, in grado di trasmettere con maggiore forza verso la direzione in cui è puntato.

I più condivisi

Videocitofono wi-fi e video campanello wi-fi: guida alla scelta

Il videocitofono è un valido strumento, utile e comodo per vedere chi ha suonato alla nostra casa e non avere brutte sorprese dietro la porta; chi vive in una casa indipendente ne può trarre tutti i vantaggi, mentre chi vive in un contesto condominiale può montare il videocitofono nel caso in cui è stato unanimemente deliberato in un’assemblea condominiale. Tuttavia nulla vieta di montare anche in un contesto condominale – previa autorizzazione - un videocitofono wi-fi che occupa poco spazio ed è esteticamente discreto. Oltre ai videocitofoni wi-fi esistono anche i campanelli wi-fi, ma vediamo in cosa consistono, come funzionano e come sceglierli. 

Leggi tutto...

Cavo di rete dritto o incrociato: differenze e come scegliere il cavo di rete

I cavi di rete o Ethernet per la connessione internet sembrano tutti identici, in realtà – a parte il connettore RJ45 comune a tutti che permette di collegare un dispositivo come stampante, scanner, NAS a un router, uno switch o un PC – i cavi di rete sono diversi tra loro e con funzioni diverse. Continua a leggere per saperne di più e riuscire a districarti letteralmente nel mondo dei cavi di rete. 

Leggi tutto...

Cronotermostati wi-fi: i migliori sul mercato (2019)

Il termostato o cronotermostato è un apparecchio che si installa per programmare l’accensione della propria caldaia e per regolarne i settaggi. Se i termostati non sono dati in dotazione dalla casa produttrice della caldaia perché il modello non lo prevede, è sempre possibile acquistarne uno compatibile e in commercio si trovano dei termostati o cronotermostati wi-fi molto pratici, facili da installare e utilizzare, compatibili con la maggior parte dei modelli in circolazione e gestibili persino tramite app del proprio smartphone che funziona da telecomando per regolare il cronotermostato. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le Offerte Tim per la Fibra: diamo uno sguardo

Tim Telecom è il gestore di telecomunicazioni più importante in Italia, proprietario di più di sette milioni di linee ADSL e fibra ottica per la rete fissa. Primo operatore per il mobile, con il 56,9% del mercato. Le offerte Tim fibra hanno avuto e continuano ad averlo un grande successo. Attualmente Tim Telecom ha scelto come marchio aziendale TIM.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Tooway: tutte le offerte

Purtroppo, in Italia, esistono ancora moltissimi luoghi ed aree dove la linea ADSL, o peggio ancora la fibra, non arriva o non funziona bene come dovrebbe. Questo è un grande problema che pone numerose difficoltà e limitazioni alla vita e alla professione dei cittadini che si trovano nelle condizioni di essere “digital divisi” e sono costretti a rimediare rivolgendosi ad aziende che propongono si connessioni ADSL vantaggiose ma anche estremamente costose rispetto a quelle tradizionali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Wi-Fi di Fastweb: perché sceglierlo?

Ormai sia da casa che dall’ufficio c’è la tendenza a connettersi con tecnologie wireless (senza fili). Il Wi-Fi, fa parte di queste tecnologie, e permette di connettere a internet, senza l’ausilio di fili, uno o più dispositivi che sia uno smartphone, un PC o un tablet. Anche se la connessione ethernet ha meno interferenze, risulta più scomoda perché molto più ingombrante, in quanto in una rete cablata ad ogni cavo corrisponde un dispositivo. Inoltre, in ethernet sarebbe particolarmente scomodo connettere gli smartphone.

Leggi tutto...