Al giorno d’oggi, in commercio vi sono tantissimi videogiochi con cui ragazzi e adulti possono divertirsi col computer o con una specifica console e trascorrere così piacevoli ore. Nel corso del tempo, si è assistito ad un perfezionamento dei videogames, così da rendere l’esperienza di gioco coinvolgente e sempre più realistica. Tuttavia, bisogna avere gli strumenti giusti a disposizione, come computer e relativi accessori, che possano permettere un divertimento elevato.

Tra i fattori che garantiscono un’altissima qualità e fluidità delle immagini e quindi un considerevole coinvolgimento in un videogioco per tutti gli appassionati, vi sono i cosiddetti FPS. Cerchiamo di capire meglio cosa siano, perché siano importanti e soprattutto di scoprire, per coloro che ne siano interessati o ne abbiano necessità, come aumentare gli FPS con Windows. In questo modo, come vedremo, si potrà incrementare e migliorare l’esperienza di gioco in un videogame.

Cosa sono gli FPS e perché sono importanti

Per FPS si intendono i “Frames Per Second” (Frame al secondo, in italiano) e rappresentano quanti frames (cioè fotogrammi) un computer è in grado di elaborare in un secondo e tale dato può essere influenzato da vari fattori: dall’hardware del dispositivo utilizzato fino alla CPU e alla RAM dello stesso. La quantità di FPS può variare dai 30 o 60 (frame rate ideale per i videogiochi) fino addirittura a 240, in base al tipo di gioco che si sta svolgendo o del computer a disposizione.

Gli FPS risultano importanti infatti per i videogames, in quanto consentono di giocare appunto in modo fluido, con azioni che non presentano rallentamenti grafici improvvisi oppure scatti. Teoricamente, anche se non sempre è così, maggiore è il livello di FPS e migliore risulterà l’esperienza e la fluidità di gioco. Per coloro che giocassero con un computer, ad esempio, come è possibile incrementare tale valore e quindi come aumentare gli FPS con Windows?

Incremento di FPS con Windows

Un primo metodo, molto semplice, per accrescere gli FPS sul proprio computer (riducendo le risorse utilizzate dal sistema) è quello di chiudere i programmi aperti e che non siano strettamente necessari al gioco. Ciò consentirà al sistema di risparmiare risorse, che andranno ad essere utilizzate per il videogioco. In pratica, prima di avviare quest’ultimo, nella barra di sistema di Windows (accanto all’orologio), si dovranno individuare le icone di programmi in uso e si potranno chiudere quelli non necessari.

Basta cliccare sulle icone col tasto destro del mouse e selezionare la voce “Chiudi” oppure “Esci”. Naturalmente, tale operazione non è l’unica che si può effettuare riguardo agli FPS con Windows. Difatti, è stata introdotta con Windows 10 Creators Update, nella sua versione 1703, la modalità di gioco, che permette di ottimizzare in maniera considerevole le varie risorse CPU, GPU e RAM.

In pratica, si agisce direttamente sulle impostazioni di sistema e si chiudono, in modo automatico, processi e programmi non utili o necessari al gioco. A questo, poi, si aggiunge anche la sospensione temporanea dell’aggiornamento o installazione automatica dei driver e conseguente invio delle relative notifiche. Tale funzionalità risulta alquanto semplice da abilitare e servono pochi secondi per effettuarla in modo rapido.

Innanzitutto, si clicchi col tasto destro del mouse sul tasto “Start” (in pratica, l’icona con la bandierina di Windows posta nella parte bassa ed a sinistra dello schermo del computer), si individui e si prema, una volta visualizzato un menù, la voce “Impostazioni”. Da qui, cliccare sull’icona relativa ai giochi, cioè quella che presenta il logo “Xbox”. Poi si dovrà raggiungere la sezione “Modalità di gioco”, cliccando sull’omonima definizione presente sulla barra laterale di sinistra.

Una volta qui, spostare su “attivato” la piccola leva relativa alla modalità di gioco appunto e che si trova nella parte superiore della schermata. Per coloro che, invece, nel caso, volessero disattivare tale modalità, si faccia l’operazione inversa. Ulteriore mezzo per risparmiare risorse utili al videogioco è disattivare la “Xbox Game Bar”, cioè una barra che consente di effettuare operazioni cosiddette “in-game”, attraverso strumenti di Windows 10.

Tale funzionalità risulta nascosta, ma è attiva in background. Per chiuderla, basta cliccare sulla voce “Xbox Game Bar” (presente sempre nelle impostazioni dedicate ai giochi) posta a sinistra e poi spostare su “disattivato” la consueta levetta situata in alto nella schermata. A questo punto, si dovrebbe poter giocare con valori FPS maggiori rispetto a prima e quindi ottenere una migliore esperienza di gioco. 

Incrementare gli FPS con Nvidia

Tante persone tendono ad utilizzare un computer non solo per motivi professionali, ma anche come fonte di divertimento, attraverso l’acquisto e l’uso di videogames di ogni genere disponibili sul mercato. Un modo piacevole e coinvolgente di passare qualche ora della giornata, una volta terminati gli impegni quotidiani. Sebbene non possano raggiungere i livelli delle consoles specifiche, i computer consentono di avere esperienze di gioco notevoli e ricche.

Ciò è possibile ottenerlo anche incrementando al massimo alcune caratteristiche del dispositivo elettronico utilizzato. Un esempio potrebbe essere quello di accrescere i cosiddetti FPS in uso, attraverso alcune operazioni sul computer a disposizione e sui relativi strumenti fondamentali per poter giocare, come la scheda grafica. Dopo aver chiarito meglio cosa siano, vediamo, nello specifico, come poter aumentare gli FPS con Software Nvidia presente sul nostro computer.

FPS e videogiochi

Con l’acronimo FPS si intende “Frames Per Second” e quindi la quantità di frame (o fotogrammi) che un tradizionale computer riesce ad elaborare in un secondo e tale valore è importante per determinare la fluidità di un’immagine vista su uno schermo. Su quest’ultima, comunque, possono influire svariati elementi, tra cui ad esempio l’hardware del computer, la CPU, le impostazioni di periferiche ed anche di driver. Tali elementi risultano particolarmente importanti con i videogiochi.

Difatti, almeno a livello teorico, più si incrementano questi FPS e migliore risulterà la fluidità di un videogame e quindi minori saranno i casi di rallentamento o di blocco grafico dello stesso. Abbiamo detto a livello teorico, in quanto, con tale incremento dei frames, potrebbero evidenziarsi tuttavia altre difficoltà per il computer, a causa dell’eccessivo sfruttamento di risorse dello stesso. Comunque, per coloro che fossero interessati, come è possibile aumentare gli FPS con software Nvidia montato sul proprio sistema?

Una modalità con cui è possibile incrementare FPS sul proprio computer senza apporre modifiche all’hardware dello stesso è quella di utilizzare dei driver specifici maggiormente recenti per la propria scheda video. In questo modo si potrà, da un lato, usufruire totalmente di tutte le risorse disponibili della stessa e, dall’altro, in taluni casi, poterne modificare alcune impostazioni, in modo da ottimizzarne le prestazioni, per una migliore esperienza di gioco.

Comunque, si potrebbe utilizzare il pannello di configurazione hardware (molte volte installato assieme ai driver) per riuscire ad incrementare lievemente il valore degli FPS. Nel caso, ad esempio, si possedesse una GPU Nvidia, è possibile cambiare la modalità con cui si gestisce l’alimentazione e migliorarla, al fine di ottimizzarne le stesse prestazioni ed avere così risultati eccezionali per quanto riguarda l’elaborazione grafica in modalità 3D. E tutto questo in modo molto semplice.

Si clicchi col tasto destro del mouse su un punto qualsiasi del desktop di Windows, poi, dal menù apparso, si selezioni la dicitura “Pannello di controllo Nvidia”. Una volta entrati nella finestra principale per la gestione della scheda video, si ingrandisca la sezione concernente le “impostazioni 3D” situata sulla sinistra e successivamente si clicchi su “Gestisci le impostazioni 3D”. A questo punto è possibile procedere in due modi differenti, in base alle proprie esigenze.

Se si è interessati ad applicare tale modifica in modo complessivo e quindi per tutti i programmi che eseguono un’elaborazione 3D, si dovrà cliccare sulla scheda “Impostazioni Globali” e poi assicurarsi che il “Processore grafico preferito” sia impostato sul proprio Processore Nvidia. Successivamente, individuare la dicitura “Modalità di gestione dell’alimentazione” all’interno della finestra.

Una volta individuata tale voce, cliccare sul menù a tendina nella parte “Potenza Ottimale” e impostare quest’ultima sulla dicitura “Preferisci le prestazioni massime”. Se, invece, si fosse interessati ad apporre tale modifica soltanto per l’esecuzione di alcuni videogames o programmi specifici, allora la procedura sarà differente. Infatti, si dovrà cliccare sulla scheda “Impostazioni Programma”.

Qui, una volta prescelto il programma da personalizzare ed il relativo processore grafico da usare per quest’ultimo, si trovi “Modalità di gestione dell’alimentazione” nel box nella parte bassa dello schermo e si sposti su “Preferisci le prestazioni massime”. Poi si effettui tale procedura per ciascun programma per cui si voglia avere un incremento degli FPS. Concluse le modifiche, si clicchi sul tasto “Applica” per eseguirle e, nel caso, si riavvii anche il computer per renderle operative.

Gli FPS e i software AMD

Un computer rappresenta un ottimo strumento per poter lavorare, tuttavia esso può essere anche utilizzato come mezzo per divertirsi con dei videogiochi. Diversi ragazzi, infatti, avendo già a disposizione un dispositivo di questo genere, tendono a preferirlo rispetto alle consoles specifiche per i giochi. E spesso, con i dovuti accessori, i computer non sfigurano davanti a queste ultime, riuscendo anzi a consentire piacevoli esperienze con diverse tipologie di videogames.

Esistono d’altronde diversi “trucchi” per migliorare le prestazioni di un computer e renderle più vicine a quelle delle console e quindi consentire di avere esperienze di gioco coinvolgenti e realistiche. Uno di tali trucchi è quello di incrementare gli FPS in uso sul PC, apportando alcune modifiche a questo oppure alla sua scheda grafica, un elemento fondamentale per ogni dispositivo elettronico. Andiamo a scoprire adesso come poter aumentare gli FPS con Software AMD.

Cosa sono gli FPS

Con questo acronimo si suole indicare “Frames Per Second”, quindi la quantità di frames o fotogrammi che un comune computer elabora in un secondo. Tale valore risulta fondamentale per determinare la fluidità di un’immagine vista su uno schermo e quindi, complessivamente, lo scorrere di una scena, che può essere, ad esempio, di un film oppure di uno videogioco. E proprio su questa ottima o pessima fluidità possono incidere diversi elementi di un computer: dall’hardware alle impostazioni di periferiche e driver.

Tale fluidità, come facilmente si può intuire, rappresenta un fattore essenziale per i videogiochi. Infatti, maggiore sarà il livello di FPS, migliore potrà essere la fluidità di un qualsiasi videogame e vi saranno minori probabilità che le scene di questo siano rallentate o addirittura bloccate. Tuttavia, questo vale solo a livello teorico, in quanto con un aumento eccessivo degli FPS potrebbero crearsi altre difficoltà per un computer e le sue risorse. A questo punto, come poter aumentare gli FPS con software AMD allora?

Per quelle persone che vogliono modificare la quantità di FPS e poter vedere un certo miglioramento della fluidità di gioco per i videogames, si può aprire il pannello delle impostazioni di AMD Radeon, cliccando col tasto destro del mouse su un qualsiasi punto del desktop e selezionando, successivamente, la voce “Impostazioni di AMD Radeon”. Poi si dovrà cliccare sulla dicitura “Gaming” e, in seguito, fare la stessa cosa su “Global Settings” (o “Impostazioni Globali”, in Italiano).

Ricordiamo che eventuali modifiche a tale genere di impostazioni coinvolgeranno tutti i programmi o le applicazioni per elaborazioni 3D. Se, invece, si volesse procedere a modifiche specifiche per singoli programmi (ad esempio, un videogioco), si possono creare profili, come vedremo, per determinate applicazioni. Comunque, ponendo il caso che si vogliano modificare le impostazioni globali e quindi aumentare gli FPS in generale per ogni videogame con cui si gioca, si dovrà cliccare appunto su Global Settings.

Una volta aperta la schermata di quest’ultimo, si selezioni la voce “Global Graphics”, da cui poter impostare e quindi modificare molteplici elementi connessi alla grafica della scheda AMD. Si clicchi sulla dicitura “Frame Rate Target Control” e si sposti la levetta presente, impostandola su “Enabled” (o “Attivato”). Successivamente, si può impostare la quantità di frames, e quindi aumentarli o diminuirli, a proprio piacimento, ma da un minimo di 30 ad un massimo di 200 FPS.

Una volta effettuata la scelta, si può uscire dalle impostazioni AMD. Comunque, per poter effettuare tali modifiche, non devono essere aperti altri programmi o videogiochi. Nel caso, è necessario uscire da questi, apportare le modifiche e successivamente riavviare il computer ed il gioco. Naturalmente, se si volessero eseguire ulteriori modifiche, si potrà ripetere la medesima procedura. Nell’ipotesi invece si volesse aumentare gli FPS soltanto per alcuni specifici giochi, si potrà agire diversamente.

In tal caso, per poter aggiungere un gioco o un’applicazione alle impostazioni AMD Radeon all’interno della sezione “Gaming”, si deve cliccare sulla voce “Aggiungi” (o “Add”) posta in alto a destra della schermata. Nella nuova finestra apertasi, selezionare “Sfoglia” (o “Browse”). A questo punto si aprirà una nuova schermata, in cui si dovrà trovare e poi selezionare il gioco o l’applicazione da aggiungere alle impostazioni AMD Radeon. Una volta individuata e selezionata, si clicchi sul tasto “Apri”.

Adesso il gioco o l’applicazione dovrebbe comparire nella sezione “Gaming” e cliccando su di esso si potrà procedere alla modifica personalizzata delle impostazioni della grafica relativa. Perciò, all’interno di “Profile Graphics” individuare, come visto in precedenza, la dicitura “Frame Rate Target Control”, attivarla e poi aumentare nel caso gli FPS. La procedura è conclusa e si potrà beneficiare di una maggiore fluidità visiva per quel gioco specifico.

Potrebbe interessarti

Lavorare con internet da casa: la rivoluzione della vita in ufficio

lavorare con internet da casa

Finalmente anche nel nostro Paese si è diffusa la propensione al lavoro in smart working, o lavoro agile. Si tratta della possibilità di effettuare buona parte del lavoro d’ufficio direttamente a casa; una comodità per chi lavora, ma anche per i datori di lavoro, che possono diminuire le spese per i locali e per gli uffici.

Hosting italiani: come scegliere per non sbagliare?

hosting italiani

Parlare di internet al giorno d’oggi sembra una cosa che non faccia più effetto tanta è l’abitudine ormai di navigare all’interno della rete nella nostre giornate, per lavoro, a casa o nei momenti trascorso con gli amici. Questo mondo è qualcosa di estremamente affascinate e tutti ne sono attirati, dai più grandi ai più piccoli, tutti infatti possediamo un pc a casa, uno smartphone o un tablet con cui rimanere connessi praticamente all’istante con un click, parlando, videochiamando o sviluppando funzioni che fino a poco tempo fa sembravano irrealizzabili come acquistare qualcosa, pagare bollette e tanto altro ancora.

Domotica Arduino: ecco come realizzare un impianto

domotica arduino

“Domotica Arduino” è una piattaforma innovativa che consente di effettuare la progettazione della propria casa domotica. Specificatamente si tratta di un software particolare che aiuta a programmare alcuni dispositivi, come ad esempio, lo strumento per controllare l’accensione e lo spegnimento delle luci in un appartamento o in un’azienda.

Cronotermostati internet: ecco alcuni nostri consigli

Il termostato o cronotermostato è un apparecchio che si installa per programmare l’accensione della propria caldaia e per regolarne i settaggi. Se i termostati non sono dati in dotazione dalla casa produttrice della caldaia perché il modello non lo prevede, è sempre possibile acquistarne uno compatibile e in commercio si trovano dei termostati o cronotermostati wi-fi molto pratici, facili da installare e utilizzare, compatibili con la maggior parte dei modelli in circolazione e gestibili persino tramite app del proprio smartphone che funziona da telecomando per regolare il cronotermostato. 

Reso Amazon: come funziona con le restituzioni e con i rimborsi?

reso amazon

Se avete un acquisto su Amazon ma dopo aver ricevuto l’articolo, purtroppo, vi siete accorti che quello che avete ricevuto non è ciò che vi aspettavate, non c’è nessun problema, in quanto, potrete avvalervi del servizio Amazon resi che vi dà la possibilità di restituire al venditore l’articolo non conforme alle aspettative e ottenerne la sostituzione oppure addirittura il rimborso.

Verifica della copertura ADSL: ecco come farla correttamente

verifica copertura adsl

Se si desidera cambiare operatore telefonico, oppure ci si è trasferiti da poco in una nuova abitazione e si ha necessità di sottoscrivere un contratto ADSL, la prima cosa da fare è quella di assicurarsi sulla verifica della copertura adsl di cui si dispone.

I più condivisi

Spusu, le opinioni su questo nuovo operatore telefonico

Il settore della telefonia mobile, sia in Italia che nel resto d’Europa, si fa sempre più attivo e composto da diversi operatori, che cercano di incrementare la propria clientela attraverso offerte e servizi utili. D’altronde, in questi decenni tale ambito ha visto una crescita esponenziale ed uno sviluppo davvero impressionante dal punto di vista tecnologico. Basti pensare ai cellulari di prima generazione rispetto agli smartphones che si utilizzano al giorno d’oggi, con capacità e funzioni quasi da computer.

Offerte di Kena Mobile, scopriamo quelle più interessanti

Il settore della telefonia mobile è sempre molto vivace e vede la presenza di numerosi operatori che cercano di acquisire nuove fette di mercato e accaparrarsi nuovi clienti. Difatti, questo ormai rappresenta un comparto molto ambito e ricercato, in quanto il numero di soggetti che utilizzano dispositivi elettronici è veramente elevato, sia nel nostro Paese che nel resto del mondo, e consente di ottenere profitti consistenti per quelle società che ne fanno parte.

Giga week Tim, scopriamo un’offerta davvero interessante

Al giorno d’oggi, si passa molto tempo sul proprio smartphone per leggere notizie, scambiarsi messaggi oppure vedere video o film in streaming. E tutto questo è possibile farlo anche grazie alla dotazione di Giga che si possiede nella propria offerta, fornita dall’operatore telefonico. Le persone maggiormente attente verificano sempre la disponibilità di Giga sul proprio dispositivo, tuttavia può capitare che essi terminino, senza accorgersene, prima del rinnovo mensile.

Offerte Ho Mobile: scopriamo insieme le più convenienti

Ho Mobile si appoggia alla rete mobile di Vodafone ed è grazie a questa che garantisce le sue ottime offerte la cui convenienza dipende anche dal proprio operatore di partenza.