Gli appassionati di videogiochi, ovviamente ai classici PC da lavoro, preferiscono i PC da Gaming. Questa tipologia di PC infatti, ha diverse caratteristiche, soprattutto per quanto riguarda la scheda grafica, che la rendono più prestante, sotto questo punto di vista.

Ovviamente, come in ogni acquisto, la scelta di un PC de gaming prevede la valutazione di aspetti positivi e negativi. Il fatto che questa tipologia di computer sia particolarmente prestante da un punto di vista grafico, infatti potrebbe pesare su altre funzionalità, prima di fare un acquisto così mirato e verticale, infatti, vi consigliamo di informarvi bene sulle varie caratteristiche e prestazioni del dispositivo a 360°.

Inoltre tenete ben presente che gli attuali monitor da 2K e 4K per il gaming, ma anche quelli con una risoluzione più bassa, usano tecnologie capaci di migliorare sensibilmente la qualità della riproduzione dell'immagine, la loro nitidezza e la frequenza di aggiornamento. Per quanto riguarda i prezzi, gli schermi 4K stanno calando il prezzo, ma quelli HDR costano ancora un bel pò. 

Storicamente, per avere un PC da gaming che porti a dei risultati grafici soddisfacenti bisogna avere un bel gruzzolo da investire. Si tratta infatti di PC particolarmente potenti, che richiedono l’utilizzo di componenti molto costose. Fortunatamente, negli ultimi anni però, le case produttrici hanno iniziato a ideare delle formule più economiche per andare incontro alle esigenze di tutti. Per molti il gaming rappresenta un vero e proprio lavoro, in questo caso ha davvero senso investire molti soldi per un prodotto di estrema qualità ma, al contempo, ci sono molti ragazzi che vogliono soltanto divertirsi tramite i videogiochi e cercano un’esperienza piacevole senza dover investire un capitale.

Caratteristiche immancabili in un pc da gaming

Una caratteristica fondamentale è il "Ray tracing". Questa è l'espressione che gli utenti utilizzano per indicare una tecnica di illuminazione che dalle schede video per PC, alla PS4 e PS5 fino all'Xbox Series X e S, le nuove console insomma, viene supportata a livello hardware. Esso, consente di generare un'immagine basata sul comportamento fisico reale dei raggi luminosi e integrarlo in una scena permette di avere una resa molto più fotorealistica del comportamento della luminosità in un ambiente tridimensionale.

I videogiochi che sfruttano il ray tracing in real time, avranno ripercussioni positive sul realismo grafico. Per il momento il ray tracing dei giochi sulle console viene utilizzato solamente nei filmati o nelle immagini pre-renderizzate.

Le differenze tra PC da gaming e PC tradizionale

Le differenze tra queste due tipologie di PC, sebbene possano essere impercettibili dall’esterno, sono sostanziali. Ovviamente parliamo sempre di computer quindi in linea di massima, le componenti necessarie al funzionamento rimangono, per la gran parte, invariate, ma la differenza sostanziale sta nel fatto che nei PC da gaming le componenti di cui parliamo sono progettate per garantire la massima esperienza dal punto di vista grafico, a discapito magari di altri aspetti, meno importanti in questo settore. Un PC da Gaming che sia degno di questo nome, infatti, dovrà essere dotato di una scheda video dedicata molto più potente rispetto a quella che troveremmo su un PC tradizionale, in quanto la GPU dovrà essere in grado di gestire senza rallentamenti, tutti i dettagli previsti dalle grafiche del gioco in altissima qualità.

Anche da un punto di vista estetico possiamo riscontrare alcune differenze, infatti, i PC da Gaming sono fatti a posta, per emettere luci, tramite la presenza di led interni, in base alle funzionalità del gioco e a ciò che sta succedendo durante la sessione. Per chi non è dell’ambiente sembrano soltanto dei led colorati, invece assumono vari significati in base al colore e alla tipologia di videogame a cui si sta giocando.

Anche il sistema di raffreddamento, nei PC da gaming sarà decisamente più potente, inquanto oltre alla classica ventola, possono contare su un modello di raffreddamento liquido, in grado di vitare eccessivi surriscaldamenti, provocati dalla grafica ad alta definizione.

Come scegliere il modello giusto

pc da gaming

L'immagine è gentilmente presa in prestito da un articolo (che linkiamo volentieri) che vi guiderà alla costruzione della vostra Postazione per il Gaming.

La scelta del modello va effettuata, ovviamente, in base alle proprie esigenze. Sono molti i fattori da valutare, infatti, se il gaming è il vostro lavoro e sapete già che dovrete passare almeno 5 o 6 ore consecutive a giocare e sperimentare nuovi giochi, allora avrete bisogno di un top di gamma, che abbia un sistema di raffreddamento infallibile e una scheda grafica in grado di sopportare anche i videogiochi di ultima generazione. Se invece siete soltanto degli appassionati e volte semplicemente giocare poche ore al giorno per divertimento, potete optare per un pc da gaming più economico, dove i due parametri principali (GPU e sistema di raffreddamento) sono sufficientemente potenti da rendere confortevole l’esperienza di gioco, ma non eccessivamente all’avanguardia da consentire 8 o 9 ore di gioco consecutive, in quanto non sfruttereste mai a pieno queste potenzialità.

Se non potete permettervi una console o un computer da gaming di fascia alta vi consigliamo Google Stadia, il servizio di game streaming che ha sviluppato Google e che mediante diversi device vi permette di giocare un videogame nel formato streaming, ovvero in cloud gaming, che si può considerare un po’ come il Netflix dei videogiochi; un esempio che sta avendo molto successo in quest'ultimo periodo è GeForce Now.

I migliori notebook gaming

Per scegliere il miglior notebook da gaming tra quelli disponibili sul mercato è necessario dare priorità ad alcune componenti rispetto ad altre, soprattutto per via dell’utilizzo che ne andrete a fare.
Di solito il notebook viene preferito rispetto ad un PC da gaming fisso per ragioni o legate alla disponibilità di spazio in casa oppure alle modalità di gioco in genere preferite, quindi chi magari opta per incontrarsi con altri appassionati in alcuni luoghi precisi può essere più semplice riuscirvi e quindi fare della propria passione anche un pretesto per conoscere e incontrare altre persone.

A parte gli elementi e le caratteristiche già citate per i PC da gaming, nel caso dei notebook non si può sottovalutare l’importanza della batteria.
Nel caso di un pc portatile da gaming, la batteria è solitamente generosa in termini di dimensioni, tuttavia raramente risulterà sufficiente in rapporto alla media di una sessione di gioco. Nella maggior parte dei casi, infatti, in ambiente di gioco è difficile superare l’ora e mezza senza connettersi alla rete elettrica ma questo vale anche per altre attività, l’autonomia anche in caso di altre attività raramente supera le quattro ore.
In genere le specifiche della batteria possono essere dichiarate in modalità differenti tutte facilmente convertibili, ma in molti casi i produttori optano per indicare direttamente l’autonomia operativa del notebook da gaming.

drivingwheel 3650397 640

Un altro elemento sicuramente importante per un notebook da gaming è sicuramente la porta Ethernet che ha lo scopo di offrire la possibilità di collegarsi direttamente alla rete diminuendo al massimo il valore di latenza.
La connettività è infatti l’elemento forse più importante durante le sessioni di gioco ed è per questo che nei notebook pensati per il videogioco si possono trovare adattatori Wi-Fi super veloci in termini di latenza.

Infine, non sottovalutate la potenza del vostro Bluetooth, la cui ultima versione è la 5.0, perché può risultare utile per la connessione di periferiche da gioco, prime tra tutte le cuffie.

Tra i notebook di fascia media (ad un prezzo inferiore a 2000 euro) vi consigliamo il Notebook HP – Gaming Pavilion 15 che già con il suo aspetto rappresenta un classico pc da gaming. A livello tecnico ha un pannello IPS antiriflesso da 15.6 pollici ed internamente possiede un processore AMD Ryzen 7 48000H più 8 GB di RAM e disco SSD da 512 GB. Naturalmente non è l’unico esempio e la scelta va valutata in relazione alle vostre esigenze e alla cifra a vostra disposizione, ma vale sicuramente la pena darvi un’occhiata.

Pc da gaming assemblati: orientarsi all’acquisto

Ritrovarsi appassionati del mondo dei videogiochi per PC comporta, prima o poi, la voglia di possedere una postazione che vi permetta di divertirvi e allo stesso tempo dare spazio a questo nuovo hobby, adatto per tutte le età. Sicuramente la possibilità di assemblare autonomamente un PC risulta allettante ma non tutti possiedono le competenze o il tempo per intraprendere quello che è un vero e proprio progetto, quindi potrebbe risultare conveniente optare per pc da gaming assemblati, ma anche in questo caso la scelta deve essere ponderata nei minimi dettagli. Attualmente sul mercato è presente un numero considerevole di dispositivi da gaming assemblati che appartengono a varie fasce di prezzo, ma l’importante è sapere cosa e dove guardare: le caratteristiche da tenere in conto sono molteplici e le vedremo qui di seguito, nella speranza di orientarvi e permettervi di fare una scelta consapevole.

Dispositivi assemblati: panoramica delle caratteristiche

L’aspetto primario da prendere in considerazione prima di procedere all’acquisto di un PC da gaming la forma che questo possiede: i pc da gaming assemblati e non sono disponibili in tre diverse forme: il classico formato “desktop”, il formato “notebook” oppure il sistema “all-in-one” caratterizzato da dimensioni compatte.

I computer da gaming assemblati nella versione “desktop” rappresentano la soluzione standard e alla portata di tutti: ciascun componente interno si trova all’interno della classica “scatola” e vi sono i classici strumenti esterni come il monitor, la tastiera, il mouse, eventuali casse e così via. Questa scelta, nella sua classicità, presenta un vantaggio prestazionale notevole, sarà possibile infatti installare componenti interni potenti e tra di loro a diversa potenza, optando per una ventilazione indipendente degli stessi che permetta un migliore afflusso d’aria, oltre che la possibilità di cambiare i pezzi singolarmente e frequentemente, rendendo i pc da gaming assemblati di questo tipo più longevi. I dispositivi da gaming assemblati nella versione “notebook” sono invece adatti a chi non possiede uno spazio sufficiente in casa e quindi sceglie un portatile che presenta come principali vantaggi le dimensioni ridotte e la presenza di tutto l’occorrente per dare il via ai giochi integrato: monitor integrato, tastiera e mouse in trackpad.

I pc da gaming assemblati di questa categoria presentano un’estetica accattivante e sono dotati di appositi impianti per la dissipazione del calore, necessari per evitarne il surriscaldamento durante le vostre sedute di gioco. Rispetto alle versioni “desktop” questi dispositivi presentano un’efficienza energetica migliore, ma aggiornarli può risultare complesso (soprattutto in autonomia) e a parità di prestazioni questi risultano essere più costosi dei primi. I pc da gaming assemblati nella versione “all-in-one”, come si può intuire, rappresentano un compromesso tra le due versioni precedenti, ma è consigliato solo per chi possiede uno spazio a disposizione ridotto e non può installare un pc da gaming del tipo “desktop”, soprattutto per via della difficoltà nella sostituzione dell’hardware interno (come nei notebook).

Pc da gaming assemblati: il monitor e le altre periferiche

pc da gmaing assemblati

Nell’acquisto di pc da gaming assemblati il monitor rappresenta sicuramente la periferica esterna in grado di fare la differenza. Come forse saprete, i monitor possiedono dimensioni e risoluzioni differenti ed in varie combinazioni: motivo per cui torniamo a consigliare l’acquisto di pc da gaming assemblati nella versione “desktop” in cui non vi ritroverete a che fare con display già installati come sui notebook. È consigliato l’acquisto di monitor che superino anche i 30” e che abbiano pannelli curvi e dotati di visuale ultra-wide in rapporto di 21:9: il costo è considerevole, ma la vostra esperienza di gioco risulterà immersiva e ne varrà la pena. In merito alla risoluzione, nel caso del gaming, questa dovrebbe essere quanto più elevata possibile: motivo per cui, in relazione all’hardware, è sconsigliabile optare per il classico HD e optare per l’acquisto di un monitor Full HD, Quad HD o Ultra HD, quest’ultima opzione è valida solo se abbinata ad un hardware di fascia altrettanto alta.

Oltre alla dimensione e alla risoluzione, può tornare utile prendere in considerazione il refresh rate ovvero la frequenza di aggiornamento delle immagini e la velocità con cui questo risponde alle immagini provenienti da CPU/GPU che, in entrambi i casi, è meglio che siano elevate. La seconda periferica a cui fare riferimento per procedere all’acquisto di pc da gaming assemblati è la tastiera ed in genere si opta per quelle meccaniche retroilluminate in grado di garantire una precisione maggiore durante la pressione di tasti multipli. Anche il mouse ha un ruolo chiave nell’esperienza di gioco, i modelli pensati per il gaming e associati ai pc da gaming assemblati, dispongono di tasti programmabili in grado di influire sul livello di precisione ottenibile durante l’esperienza di gioco. Vi sono anche strumenti utili come le cuffie da gaming o gli altoparlanti, tutti strumenti che vengono spesso ignorati quando si procede nell’acquisto di tali PC, in favore, giustamente, di elementi legati al funzionamento, ma che in realtà meritano il loro spazio perché sono quelli con cui interagiamo davvero e che rendono l’esperienza unica nel suo genere. 

 

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Altri articoli che potrebbero interessarti

Schede Video per il 2k: come sceglierle per il nostro PC?

La scheda video è decisamente una componente importante del PC, soprattutto quando è dedicato al gaming. La scheda video per PC gaming deve rendere alla perfezione la grafica dei videogiochi per la migliore esperienza possibile di gioco sia professionale che amatoriale.