Per navigare in internet a casa o in ufficio occorre un router; per amplificare il segnale nelle altre stanze o portare la rete wi-fi  in un’altra stanza o impostare una rete wireless occorre un Access Point del wifi. È un dispositivo che serve appunto a creare una rete wi-fi con la quale collegarsi a internet o in locale. Ecco una guida completa su cosa sono i Access Point del wifi, le tipologie e come si configurano.

Definizione

Un Access Point del wifi creare una rete senza fili qualora il proprio router non sia predisposto per farlo oppure per aggiungere un’ulteriore rete wifi con regole di accesso diverse (utile soprattutto negli ambienti di lavoro). Possono servire per creare tante reti diverse anche in casa predisponendo una rete per gli ospiti con regole di accesso e di utilizzo diverse come per esempio il download limitato per evitare rallentamenti di navigazione o per evitare che gli ospiti raggiungano i dispositivi connessi all’interno della propria LAN o accedere a foto e contenuti privati salvati su NAS storage o impedire di stampare. Con un access point del wifi si può impostare una rete per bambini con limiti di accesso per orari e download di contenuti annullato per evitare violazioni della privacy o che i bambini navighino su siti non controllati o inavvertitamente scarichino virus.

Quali sono le tipologie di dispositivi che ti permettono di creare un access point nella tua rete wifi

In commercio ci sono diverse tipologie di  access point del wifi con caratteristiche tecniche diverse a seconda di ciò che si vuole realizzare. Le principali tipologie sono:

  • AC: servono per generare una rete tramite access point del wifi con la combinazione di due bande di frequenza (2,4 GHz e 5 GHz) per ottenere velocità di download e connessione elevate. Gli AC si chiamano anche access point dual band.
  • AP POE: acronimo di Access Point Power Over Ethernet, ovvero di un dispositivo alimentato via cavo Ethernet. Il vantaggio è che oltre alla rete, porta anche energia elettrica per il funzionamento del dispositivo dotato di uno specifico alimentatore o Switch POE.
  • AP da esterno: si installa all’esterno dell’abitazione, ma deve essere predisposto per resistere al caldo e al freddo. Ovviamente anche se ideati per l’esterno è bene non collocarli in zone esposte al sole, al vento o alla pioggia.

Wifi access point

  • AP USB: sono i dispositivi che funzionano tramite porta USB del computer da tavolo o notebook. Questi access point del wifi sono delle vere e proprie chiavette usb utili quando non si ha a disposizione una rete wifi oppure ci si connette in mobilità.
  • Access Point professionali: dispositivi sviluppati per le reti aziendali con caratteristiche molto evolute, in grado di creare diversi punti di accesso a internet o impostare regole diverse a seconda degli utenti. Sono modelli più costosi, ma che forniscono un elevato standard e una grande libertà di personalizzazione.
  • Ripetitori

Differenze tra questi apparecchi e i router

Wifi access point

Un Access Point del wifi non “crea” una nuova rete, ma estende o amplifica quella giù esistente. I dispositivi  migliori sono quelli in grado di permetterti il collegamento al router più vicino qualora ce ne fossero più di uno, ovvero sfruttare la tecnologia roaming. Tra le caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta di un access point si suggerisce il beamforming, un supporto che permette al range del wifi di essere direzionato verso i dispositivi più lontani per facilitare una navigazione più stabile. 

Di seguito ti riportiamo alcune ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

TP-Link TL-WA850RE Ripetitore Wireless Wifi Extender e Access Point

Prezzo su Amazon.it: €17,98
Compra su Amazon

Ripetitore WiFi Wireless 1200Mbps Dual Band 5GHz 2.4GHz Area 200㎡

Prezzo su Amazon.it: €45,99
Compra su Amazon

Ripetitore Wi-Fi dalla Grande Portata, WiFi Extender e Access Point

Prezzo su Amazon.it: €21,99

I router wifi, al contrario degli Access Point del wifi, servono per creare una rete di dispositivi connessi tra loro; quelli di ultima generazione hanno la funzione integrata di access point in modo tale da non dover creare una nuova rete all’interno della rete LAN, ma ampliano direttamente il segnale. Se non si possiede un router con questa funzione, occorre dotarsi di un access point.

Sulle confezioni degli Access Point del wifi si trovano spesso delle sigle e dei numeri (AC750, AC1750, n300) che indicano gli Mbps, la velocità di connessione che supportano; è un elemento importante da considerare nella scelta di un access point.

Come si configura un dispositivo di rete e dove è meglio posizionarlo

Wifi access point

Gli Access Point del wifi si configurano facilmente perché nella maggior parte dei casi è sufficiente collegarlo alla rete cablata LAN e il riconoscimento avviene in modo automatico senza particolari interventi manuali. 

Se si mantengono le impostazioni di fabbrica, il nome del wi-fi (SSID) è quello di default e di solito è senza password oppure la Key è riportata sull’etichetta del dispositivo acquistato. In base al modello, il manuale delle istruzioni fornisce le indicazioni su come raggiungere l’home page del dispositivo; in mancanza di un libretto si può individuare l’IP del proprio router auto configurato e utilizzarlo per la configurazione dell’access point. In ogni caso, quando si è fatto l’accesso e il riconoscimento del dispositivo tramite le credenziali fornite dal produttore del dispositivo, si potrà modificare e personalizzare qualsiasi altro aspetto del dispositivo (anche il nome e l’eventuale password).

In base alla forma e al modello scelto, gli access point possono essere collocati su un piano (mensola o scrivania) oppure installati sulla parete o sul soffitto, all’interno o all’esterno, ma cosa più importante è collocare il dispositivo vicino alle apparecchiature che vi si devono connettere in wifi. Inoltre, affinché la connessione con l'Access Point del wifi non sia disturbata o non sia alternata è consigliabile posizionare il dispositivo di rete lontano da ostacoli come pareti o specchi proprio per ridurre le interferenze e garantire una stabilità di connessione.

Potrebbe interessarti

Affiliate marketing ecco come funziona: entriamo nel dettaglio

Affiliate marketing ecco come funziona

Hai sentito parlare di Affiliate Marketing ed hai compreso che si possono generare profitti interessanti? In questo articolo vedremo come guadagnare con l’Affiliate Marketing, come iscriversi ad un programma di affiliazione e come costruire il proprio business. 

SuperFibra Tim: come funziona con l'attivazione? Caratteristiche e costi

superfibra tim

Super Fibra Tim è una promozione a costo fisso – se la sottoscrizione è online - per avere Internet veloce e fornisce una serie di vantaggi sul piano tariffario delle chiamate. Si tratta di un’offerta che si pone come una valida alternativa per tutti i residenti nelle zone che non sono raggiunte dalla fibra ottica. 

Lavorare con internet da casa: la rivoluzione della vita in ufficio

lavorare con internet da casa

Finalmente anche nel nostro Paese si è diffusa la propensione al lavoro in smart working, o lavoro agile. Si tratta della possibilità di effettuare buona parte del lavoro d’ufficio direttamente a casa; una comodità per chi lavora, ma anche per i datori di lavoro, che possono diminuire le spese per i locali e per gli uffici.

Programmi per creare loghi: una guida ai migliori tools

applicazioni videochiamate

Creare un marchio può non essere facile, per questo motivo esistono diversi programmi per creare loghi gratuiti o a pagamento che ti daranno un vantaggio sul tuo processo realizzazione.

ADSL di Tiscali: conosci davvero tutte le Offerte di questo operatore?

Immagine esemplificativa usata nell'articolo Offerte Tiscali per l’ADSL: le conosci davvero tutte?

Tiscali è uno dei gestori di telecomunicazioni italiani più noti e convenienti. È stata fondata nel 1998 a Cagliari ed è passata alla storia per essere stato il primo gestore che ha offerto l’accesso a internet eliminando il canone fisso.

Domotica Xiaomi: innovazione ed efficienza a casa tua

domotica xiaomi 2

Visto il grande successo dell’idea di domotica, e la diffusione dei vari prodotti inerenti a questa nuova tecnologia moltissimi brand si stanno adoperando per creare la propria linea di articoli per la domotica.

I più condivisi

Spusu, le opinioni su questo nuovo operatore telefonico

Il settore della telefonia mobile, sia in Italia che nel resto d’Europa, si fa sempre più attivo e composto da diversi operatori, che cercano di incrementare la propria clientela attraverso offerte e servizi utili. D’altronde, in questi decenni tale ambito ha visto una crescita esponenziale ed uno sviluppo davvero impressionante dal punto di vista tecnologico. Basti pensare ai cellulari di prima generazione rispetto agli smartphones che si utilizzano al giorno d’oggi, con capacità e funzioni quasi da computer.

Offerte di Kena Mobile, scopriamo quelle più interessanti

Il settore della telefonia mobile è sempre molto vivace e vede la presenza di numerosi operatori che cercano di acquisire nuove fette di mercato e accaparrarsi nuovi clienti. Difatti, questo ormai rappresenta un comparto molto ambito e ricercato, in quanto il numero di soggetti che utilizzano dispositivi elettronici è veramente elevato, sia nel nostro Paese che nel resto del mondo, e consente di ottenere profitti consistenti per quelle società che ne fanno parte.

Giga week Tim, scopriamo un’offerta davvero interessante

Al giorno d’oggi, si passa molto tempo sul proprio smartphone per leggere notizie, scambiarsi messaggi oppure vedere video o film in streaming. E tutto questo è possibile farlo anche grazie alla dotazione di Giga che si possiede nella propria offerta, fornita dall’operatore telefonico. Le persone maggiormente attente verificano sempre la disponibilità di Giga sul proprio dispositivo, tuttavia può capitare che essi terminino, senza accorgersene, prima del rinnovo mensile.

Offerte Ho Mobile: scopriamo insieme le più convenienti

Ho Mobile si appoggia alla rete mobile di Vodafone ed è grazie a questa che garantisce le sue ottime offerte la cui convenienza dipende anche dal proprio operatore di partenza.