Per navigare in internet a casa o in ufficio occorre un router; per amplificare il segnale nelle altre stanze o portare la rete wi-fi  in un’altra stanza o impostare una rete wireless occorre un Access Point del wifi. È un dispositivo che serve appunto a creare una rete wi-fi con la quale collegarsi a internet o in locale. Ecco una guida completa su cosa sono i Access Point del wifi, le tipologie e come si configurano.

Definizione

Un Access Point del wifi creare una rete senza fili qualora il proprio router non sia predisposto per farlo oppure per aggiungere un’ulteriore rete wifi con regole di accesso diverse (utile soprattutto negli ambienti di lavoro). Possono servire per creare tante reti diverse anche in casa predisponendo una rete per gli ospiti con regole di accesso e di utilizzo diverse come per esempio il download limitato per evitare rallentamenti di navigazione o per evitare che gli ospiti raggiungano i dispositivi connessi all’interno della propria LAN o accedere a foto e contenuti privati salvati su NAS storage o impedire di stampare. Con un access point del wifi si può impostare una rete per bambini con limiti di accesso per orari e download di contenuti annullato per evitare violazioni della privacy o che i bambini navighino su siti non controllati o inavvertitamente scarichino virus.

Quali sono le tipologie di dispositivi che ti permettono di creare un access point nella tua rete wifi

In commercio ci sono diverse tipologie di  access point del wifi con caratteristiche tecniche diverse a seconda di ciò che si vuole realizzare. Le principali tipologie sono:

  • AC: servono per generare una rete tramite access point del wifi con la combinazione di due bande di frequenza (2,4 GHz e 5 GHz) per ottenere velocità di download e connessione elevate. Gli AC si chiamano anche access point dual band.
  • AP POE: acronimo di Access Point Power Over Ethernet, ovvero di un dispositivo alimentato via cavo Ethernet. Il vantaggio è che oltre alla rete, porta anche energia elettrica per il funzionamento del dispositivo dotato di uno specifico alimentatore o Switch POE.
  • AP da esterno: si installa all’esterno dell’abitazione, ma deve essere predisposto per resistere al caldo e al freddo. Ovviamente anche se ideati per l’esterno è bene non collocarli in zone esposte al sole, al vento o alla pioggia.

Wifi access point

  • AP USB: sono i dispositivi che funzionano tramite porta USB del computer da tavolo o notebook. Questi access point del wifi sono delle vere e proprie chiavette usb utili quando non si ha a disposizione una rete wifi oppure ci si connette in mobilità.
  • Access Point professionali: dispositivi sviluppati per le reti aziendali con caratteristiche molto evolute, in grado di creare diversi punti di accesso a internet o impostare regole diverse a seconda degli utenti. Sono modelli più costosi, ma che forniscono un elevato standard e una grande libertà di personalizzazione.
  • Ripetitori

Differenze tra questi apparecchi e i router

Wifi access point

Un Access Point del wifi non “crea” una nuova rete, ma estende o amplifica quella giù esistente. I dispositivi  migliori sono quelli in grado di permetterti il collegamento al router più vicino qualora ce ne fossero più di uno, ovvero sfruttare la tecnologia roaming. Tra le caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta di un access point si suggerisce il beamforming, un supporto che permette al range del wifi di essere direzionato verso i dispositivi più lontani per facilitare una navigazione più stabile. 

Di seguito ti riportiamo alcune ottime offerte di Amazon

Compra su Amazon

TP-Link TL-WA850RE Ripetitore Wireless Wifi Extender e Access Point

Prezzo su Amazon.it: €17,98
Compra su Amazon

Ripetitore WiFi Wireless 1200Mbps Dual Band 5GHz 2.4GHz Area 200㎡

Prezzo su Amazon.it: €45,99
Compra su Amazon

Ripetitore Wi-Fi dalla Grande Portata, WiFi Extender e Access Point

Prezzo su Amazon.it: €21,99

I router wifi, al contrario degli Access Point del wifi, servono per creare una rete di dispositivi connessi tra loro; quelli di ultima generazione hanno la funzione integrata di access point in modo tale da non dover creare una nuova rete all’interno della rete LAN, ma ampliano direttamente il segnale. Se non si possiede un router con questa funzione, occorre dotarsi di un access point.

Sulle confezioni degli Access Point del wifi si trovano spesso delle sigle e dei numeri (AC750, AC1750, n300) che indicano gli Mbps, la velocità di connessione che supportano; è un elemento importante da considerare nella scelta di un access point.

Come si configura un dispositivo di rete e dove è meglio posizionarlo

Wifi access point

Gli Access Point del wifi si configurano facilmente perché nella maggior parte dei casi è sufficiente collegarlo alla rete cablata LAN e il riconoscimento avviene in modo automatico senza particolari interventi manuali. 

Se si mantengono le impostazioni di fabbrica, il nome del wi-fi (SSID) è quello di default e di solito è senza password oppure la Key è riportata sull’etichetta del dispositivo acquistato. In base al modello, il manuale delle istruzioni fornisce le indicazioni su come raggiungere l’home page del dispositivo; in mancanza di un libretto si può individuare l’IP del proprio router auto configurato e utilizzarlo per la configurazione dell’access point. In ogni caso, quando si è fatto l’accesso e il riconoscimento del dispositivo tramite le credenziali fornite dal produttore del dispositivo, si potrà modificare e personalizzare qualsiasi altro aspetto del dispositivo (anche il nome e l’eventuale password).

In base alla forma e al modello scelto, gli access point possono essere collocati su un piano (mensola o scrivania) oppure installati sulla parete o sul soffitto, all’interno o all’esterno, ma cosa più importante è collocare il dispositivo vicino alle apparecchiature che vi si devono connettere in wifi. Inoltre, affinché la connessione con l'Access Point del wifi non sia disturbata o non sia alternata è consigliabile posizionare il dispositivo di rete lontano da ostacoli come pareti o specchi proprio per ridurre le interferenze e garantire una stabilità di connessione.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Tim Smart Casa: cos'è e come si attiva questa interessante tariffa?

Immagine usata nell'articolo Tim Smart Casa: cos’è e come si attiva questa splendida tariffa?

Tim è il principale operatore di telefonia in Italia e la propria offerta di servizi e assistenza spazia dalla telefonia fissa a quella mobile, da internet alla TV. I piani tariffari sono numerosi per soddisfare il maggior numero di utenti e rispondere a ogni casistica. Vi presentiamo una delle offerte più complete messe a disposizione dall’operatore TIM: Tim Smart Casa, che andiamo a vedere nel dettaglio.

Domotica Arduino: ecco come realizzare un impianto

domotica arduino

“Domotica Arduino” è una piattaforma innovativa che consente di effettuare la progettazione della propria casa domotica. Specificatamente si tratta di un software particolare che aiuta a programmare alcuni dispositivi, come ad esempio, lo strumento per controllare l’accensione e lo spegnimento delle luci in un appartamento o in un’azienda.

Social Network in sicurezza: alcune dritte a cui non potrai rinunciare

come-utilizzare-social-network-sicurezza.jpg

Nell’era di internet, sapere come utilizzare i Social Network in sicurezza è fondamentale per evitare truffe o eventuali problemi minori. Dal momento in cui i nostri cellulari sono diventati irrinunciabili, siamo abituati a svolgere tante azioni, come cercare informazioni, fare shopping online. L’uso che ne facciamo, però, è talvolta errato: non dimenticare mai di proteggerti sul web.

Cronotermostati internet: ecco alcuni nostri consigli

Il termostato o cronotermostato è un apparecchio che si installa per programmare l’accensione della propria caldaia e per regolarne i settaggi. Se i termostati non sono dati in dotazione dalla casa produttrice della caldaia perché il modello non lo prevede, è sempre possibile acquistarne uno compatibile e in commercio si trovano dei termostati o cronotermostati wi-fi molto pratici, facili da installare e utilizzare, compatibili con la maggior parte dei modelli in circolazione e gestibili persino tramite app del proprio smartphone che funziona da telecomando per regolare il cronotermostato. 

Font per Instagram: personalizza le tue chat con la scrittura

instagram 1519537 640

Tutti noi siamo circondati da pubblicità e riviste (online o meno) e tutti noi abbiamo almeno uno dei tanti social esistenti, ma come mai allora alcuni riescono ad avere maggior successo o maggiore impatto?

Differenze tra FTTC e FTTH: scopri quale scegliere per le tue esigenze

Differenze tra FTTC e FTTH

Partiamo con il dire che queste due sigle sono degli acronimi riferiti alle due modalità più conosciute e diffuse di connessione alla rete, in fibra ottica. Ci sono diverse differenze tra FTTC e FTTH, queste due tecnologie, infatti, non solo si differenziano a livello di infrastruttura di realizzazione, ma anche per altri fattori, come la velocità massima di navigazione che grazie all’FTTH ha raggiunto il picco.

I più condivisi

Vocabolario di Latino online, uno strumento davvero utile

dizionario-latino-online.png

Può capitare qualche volta di dover tradurre una porzione di versione di Latino oppure una semplice frase, ma non avere la preparazione scolastica di base adeguata oppure il tempo necessario per fare tutto questo. In tal caso, ancora una volta, internet e la sua tecnologia possono dare un aiuto importante, grazie all’uso di un dizionario di Latino online. Infatti, come vedremo, di questo genere di vocabolari ne esistono di varie tipologie e la maggior parte di semplicissimo utilizzo.

Convertitore mp3 online, ecco di cosa si tratta

convertitore-mp3-online.png

Alcune persone amano sentire della musica in alcuni momenti della giornata, soprattutto quando ci si trova sui mezzi pubblici o ci si rilassa durante una passeggiata, attraverso vari dispositivi elettronici. E per potervi inserire dei brani musicali, magari scaricati dal web, si necessita di un convertitore mp3 online, che consenta di convertirli appunto in una modalità facilmente leggibile da qualsiasi sistema elettronico e così poterli ascoltare ovunque ci si trovi e quando si desidera.

Speed Test ADSL Alice: ecco come fare

Se ci sono problemi tecnici sulla linea ADSL Telecom (Tim) o si desidera sottoscrivere un piano ADSL Alice ma non si è sicuri che la propria zona di residenza sia coperta dal servizio, è possibile effettuare un test di misurazione della velocità di rete, ovvero uno speed test ADSL Alice. Il test si può fare in completa autonomia e tramite alcuni diversi strumenti anche online senza la necessità di scaricare alcun software specifico o installare programmi aggiuntivi. Prima di avviare la misurazione occorre accertarsi che sul PC non siano in funzione software, cosiddetti P2P, ovvero gli uTorrent oppure eMule, che tendono a rallentare molto l’esperienza di navigazione, così come è bene assicurarsi che non vi siano altri dispositivi collegati che stiano in fase di download o upload perché questo potrebbe ovviamente falsificare i risultati.

Speed test ADSL Telecom: misura la velocità della tua connessione

Capita a volte che per cause diverse si possano verificare dei rallentamenti nella connessione di rete. Vi sono degli strumenti digitali e online che permettono di misurare lo stato e la velocità di connessione. In particolar modo se possiedi una connessione ADSL o fibra di (ex)-Telecom – oggi TIM - si può effettuare uno speed test dell’ADSL Telecom. I misuratori di velocità online sono facili da utilizzare e in pochi secondi e gratuitamente forniscono un dato certo e affidabile sulla velocità di connessione in download e upload che si tratti della linea domestica o dell’ufficio. Capire la performance della propria rete di navigazione internet può semplicemente servire per soddisfare una curiosità oppure essere un valido strumento per valutare l’opportunità di cambiare gestore di rete o internet provider.